Francia, uomo spara su un treno Amsterdam – Parigi: due feriti gravi. Fermato un sospetto

UPDATE ore 22.10 – Le indagini sull’assalto al treno Parigi – Amsterdam sono state affidate alla squadra antiterrorismo francese, che ha già fermato un sospetto: si tratta di un marocchino di 26 anni che aveva con se un fucile kalashnikov con nove caricatori. L’uomo rifiuta di rispondere alle domande e da tempo sarebbe stato individuato come vicino ad ambienti legati al terrorismo.


Terrore a bordo di un treno ad alta velocità che collega Parigi ad Amsterdam: un uomo ha aggredito i viaggiatori sparando colpi di arma da fuoco, probabilmente con un kalashnikov. L’assalto sarebbe avvenuto, nel nord della Francia, in un tratto compreso tra Bruxelles e Arras. Stando a quanto reso noto il bilancio dell’attacco sarebbe di due persone gravemente ferite, un cittadino britannico e uno statunitense. A quanto pare solo uno dei due sarebbe stato raggiunto dal proiettile, mentre l’altro sarebbe stato colpito con un’arma da taglio. Leggermente ferito anche l’attore Jean-Hugues Anglade: sarebbe stato lui a tirare il freno di emergenza e far scattare l’allarme, fermando il convoglio.


L’assaltatore è stato immobilizzato dopo pochi istanti da due militari americani in borghese, che avrebbero sentito l’esplosione e sarebbero prontamente intervenuti e riuscendo a fermare il malvivente. Secondo un’altra fonte i due soldati avrebbero riconosciuto l’arma pesante durante il suo assemblaggio, dal rumore prodotto dal caricatore, e i colpi sarebbero stati esplosi invece dopo l’immobilizzazione dell’uomo, che a quanto pare era intenzionato a compiere una strage.


Il ministro degli Interni Bernard Cazeneuve, in viaggio per una visita diplomatica, ha confermato la notizia riferendo che al momento non sono note le ragioni del gesto: “Non conosciamo l’identità dell’attentatore e non sappiamo quali motivazioni l’abbiamo spinto ad aprire il fuoco. Parlare di terrorismo è ancora prematuro”. Sulla vicenda è stata immediatamente aperta un’inchiesta: nessuna ipotesi può ancora essere esclusa. Il treno è stato fermato nella stazione di Arras, dove è già arrivato il prefetto di Pas-de-Calais, Fabienne Buccio. Sta raggiungendo il posto anche il ministro dell’Interno Cazeneuve. Le autorità locali non escludono la pista terroristica. La situazione, al momento, è tornata alla normalità.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *