Finlandia, due morti accoltellati, ferita un’italiana. “Mirava alle donne, erano l’obiettivo”

E' terrorismo: la polizia finlandese non ha dubbi che l'attacco di ieri nella città di Turku, dove un uomo ha ucciso due persone per la strada e ne ha ferite altre otto, è un episodio che si inserisce le filone degli attacchi a civili da parte presumibilmente di estremisti.  A renderlo noto questa mattina sono state le autorità finlandesi, dichiarando che si sta indagando per terrorismo e sciogliendo un dubbio che aveva aleggiato attorno all’episodio per quasi 24 ore. L'uomo tratto in arresto perché autore materiale dell’attacco è un marocchino mentre nelle notte altre cinque persone sono finite in manette; sono tutte residenti in un quartiere di Turku dove molto alta è la presenza di immigrati.

Accoltellata una ricercatrice italiana di 30 anni

Tra le persone ferite la Farnesina ha reso noto che c'è anche una ricercatrice 30enne che vive in Finlandia ed è sposata con un ricercatore italo-brasiliano. E' stata ferita a una spalla e si trova ora ricoverata in prognosi riservata presso l'ospedale locale. La donna ha già ricevuto nella serata di ieri la visita dell'ambasaciatore italiano a Helsinki.

estimoni: "L'aggressore ha urlato Allah Akbar". Ma non è arrivata ancora nessuna rivendicazione
L'attentato è stato compiuto ieri pomeriggio, venerdì 18 agosto, a Turku, una a 150 chilometri dalla capitale Helsinki, dove uno sconosciuto aveva cominciato ad aggredire con un lungo coltello i passanti nella affollata zona del mercato. Secondo alcuni presenti l’uomo avrebbe urlato "Allah Akbar", mentre altri non avevano confermato questo dettaglio fondamentale.

La polizia ha arrestato il terrorista dopo avergli sparato alle gambe
Il terrorista era stato poi immobilizzato e arrestato dalla polizia, che non aveva esitato a sparargli alla gambe. L’attacco di Turku non è ancora stato rivendicato ufficialmente né dallo Stato Islamico né da altre organizzazioni jihadiste ma sui network utilizzati dagli estremisti islamici iniziano a comparire alcune immagini dell’assalto. Nei post vengono volutamente oscurate le donne presenti sulla scena e i sostenitori dell’Isis celebrano l’accoltellamento.

"Puntava solo alle donne" durante l'attacco
L'uomo, secondo alcuni testimoni, puntava alle donne presenti in strada durante l'attacco. Erano loro l'obiettivo prescelto. Intanto emergono nuovi particolari sull'identità del giovane: era arrivato in Finlandia nel 2016 e gli sarebbe stat negata la richiesta di asilo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati