Finanziaria: Chinnici, da Giunta ok a 700 mln per Enti Locali

E’ un grandissimo risultato che premia gli sforzi fatti in queste settimane, durante le quali ho girato tutte le province dell’Isola per ascoltare le istanze dei sindaci. A loro devo dire grazie per essere stati al mio fianco. Essere riusciti a incrementare il Fondo per le Autonomie, limitando al minimo i tagli rispetto all’anno precedente, e’ un successo che condivido anche con loro”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, commentando la decisione della giunta di governo di incrementare fino a 700milioni di euro, di cui il 10% destinato agli investimenti, la dotazione per il 2011, del Fondo per le Autonomie, destinato ai trasferimenti verso gli enti locali. Oltre ai 700 milioni, a disposizione dei Comuni ci sono anche altri 200milioni per investimenti, che erano stati gia’ inseriti, sempre su proposta dell’assessore Chinnici, nel disegno di legge di stabilita’ regionale. “In tutti gli incontri con i sindaci – riprende l’assessore – avevo garantito il massimo impegno per cercare di limitare i tagli, ma pur essendo fiduciosa nel risultato finale non avevo voluto fare annunci ad effetto. OggiAggiungi un appuntamento per oggi viene premiata la politica dei fatti e della concretezza”. Sempre ieri sera, su proposta dell’assessore Chinnici, la giunta regionale ha dato il via libera alle linee guida da dare all’Aran per il rinnovo dei contratti di lavoro dei dipendenti regionali. Si tratta del quadriennio 2006/2009 (sia giuridico che economico) per i dirigenti e dei bienni 2006/2007 (solo giuridico) e 2008/2009 (giuridico ed economico) per il personale del comparto. Per quanto riguarda la parte economica, per i dirigenti l’incremento, per il biennio 2006/2007, sara’ del 4,85% e per il 2008/2009 del 3,2% analogamente a quanto previsto in campo nazionale. Per il personale del comparto, l’incremento a regime sara’, per il biennio 2008/2009, del 3,2%.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati