Fdi-An: ”Urge intervento dei gestori dei centri di accoglienza”

Venerdì 21 luglio si è tenuta l'assemblea cittadina, organizzata da Fabrizio Tudisco e Alessio Cugini, coordinatori territoriali del movimento, per discutere del tema sicurezza e centri di accoglienza: ennesima pessima figura del Sindaco Miroddi, che non solo ha dichiarato apertamente che la promessa da lui fatta a marzo 2017 era una colossale bufala, perchè i minori non accompagnati non si possono fermare, ma anche perchè secondo lui la soluzione starebbe, nientemeno, nel coinvolgere la Chiesa e le associazioni private. 

Insomma l'ennesima lavata di mani da parte della politica piazzese nel suo insieme, che ha ignorato e sta continuando a ignorare il problema a spese dei cittadini. 
La stessa idea del tavolo tecnico appare ormai solo una perdita di tempo, non trovando nessuna collaborazione da parte dell'Amministrazione (immobile a distanza di una settimana), che continua a simostrare di non sapere e potere far nulla per la Città.
Sul tema è intervenuta anche Giorgia Meloni, Presidente nazionale di FdI-AN, venuta a Piazza Armerina lunedì (unico leader nazionale ad esprimere vicinanza e solidarietà a cittadini e forze dell'ordine dopo i tafferugli di due settimane fa a Santa Croce), e che ha ricordato come la sicurezza sia un diritto di tutti i cittadini, ricordando i fallimenti del PD (di cui Miroddi fa orgogliosamente parte, dopo tanti sacrifici fatti per entrare e portare con sè la parte "migliore" della politica piazzese) sul tema immigrazione. 

Nel frattempo i cittadini attendono risposte: lo stesso Agostino Sella ha chiarito l'impossibilità di controllare tutte le abitazioni private dati in locazione a migranti, e Giuseppe Lo Bello, responsabile del centro per minori a Via Garibaldi, ha affermato che esistono sì delle regole, ma che in caso di inosservanza al massimo gli ospiti della struttura vengono lasciati fuori. 
Troppo banale far presente che così non funziona, perchè non si garantisce che gli ospiti dei centri non restino in strada a fare danni; nè si può pensare di scaricare solo il problema sulle forze dell'ordine, in sotto organico e impossibilitati a vigilare il territorio h24.

Per questo FdI-AN chiede subito di stabilire che tutti i centri di accoglienza operativi a Piazza paghino (non avendo particolari difficoltà, viste le risorse trasferite dallo Stato) per istituire un servizio di vigilanza privata, sul modello di molte città dell'Emilia, che monitori il territorio sera e notte, collaborando con le forze dell'ordine e quindi in definitiva aiutando gli stessi centri di accoglienza a sorvegliare i propri ospiti. 
Inutile dire che sarebbe compito del Sindaco attivarsi in tal senso, ma evidentemente preferisce chiudersi nel suo ufficio; comprensibile, visto che tra pochi mesi dovrà abbandonarlo. 

Alessio Cugini

Fabrizio Tudisco

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati