FARFALLE AI SEI FORMAGGI – ARROSTO RIPIENO MARINATO

Sale
Pepe
Salvia: 5 Foglie
Timo: 1 Rametto
Formaggio Parmigiano Grattugiato: 2 Cucchiai
Formaggio Emmenthal: 50 G
Ricotta: 80 G
Formaggio Pecorino Grattugiato: 2 Cucchiai
Formaggio Fontina: 50 G
Formaggio Provolone: 50 G
Burro Fuso: 4 Cucchiai
Pasta Tipo Farfalle: 280 G


In una ciotola lavorate la ricotta con una forchetta sino a renderla cremosa, profumatela con le foglioline di timo e conditela con sale e pepe.
Passate nel tritatutto elettrico gli altri formaggi e aromatizzateli con la salvia.
Lessate le farfalle in abbondante acqua salata in ebollizione.
Mentre la pasta cuoce preparate il cartoccio.
Piegate in due un rettangolo di carta speciale, adagiatene una metà  sulla placca del forno e ungetela con parte del burro fuso.
Scolate la pasta al dente, ponetela in una terrina e conditela con il parmigiano e la ricotta.
Sistemate metà  della pasta nel cartoccio imburrato.
Distribuitevi sopra il resto dei formaggi tritati, il pecorino grattugiato e il resto del burro fuso.
Chiudete il cartoccio e cuocete in forno preriscaldato a 200 gradi, per 5 minuti, per permettere ai formaggi di fondere e di insaporire la pasta.
Aprite il cartoccio in tavola e servite.


 


ARROSTO RIPIENO MARINATO


 


Sale
Pepe
Burro: 50 G
Carota: 1
Cipolla: 1
Sedano: 1 Gambo
Alloro: 1 Foglia
Vino Porto: 20 Cl
Brodo: 20 Cl
Fesa Reale Di Vitello In Un Pezzo Unico: 800 G
Fette Di Prosciutto Cotto Di 70 G Ognuna: 2
Fetta Di Pancetta Tesa Di 70 G Circa: 1


Con un coltello molto affilato, praticate tre incisioni profonde e parallele sul pezzo di carne, per il largo, facendo attenzione a non arrivare fino in fondo; cospargetele internamente con sale e pepe, ungetele leggermente con il burro e riempitele con le fette di prosciutto e pancetta, alternandole, avendo cura di ripiegare all’interno la parte che fuoriesce dalle tasche.
cucitele con ago e filo e legate il pezzo di carne con uno spago da cucina, in modo che resti in forma durante la cottura.
Ponete la carne in una terrina e bagnatela con il Porto, unite il sedano e la carota nettati e spezzettati e la foglia d’alloro, coprite il recipiente e lasciate marinare al fresco per 2 ore, avendo cura di rigirare la carne di tanto in tanto.
Trascorso il tempo indicato, preparate un soffritto in una casseruola con la cipolla tritata e il resto del burro, unite la carne ben sgocciolata dalla marinata e fatela rosolare a calore moderatamente vivace per una decina di minuti, rigirandola da tutte la parti.
Cospargetela con il sale necessario e una macinata abbondante di pepe, aggiungete il vino e le verdure della marinata, fate consumare il vino a calore vivace, quindi proseguite la cottura per 2 ore circa a calore molto moderato e a recipiente coperto, aggiungendo man mano il brodo caldo.
Al termine, eliminate lo spago e il filo dall’arrosto, tagliatelo a fette e passate al setaccio il fondo di cottura.
Servite l’arrosto con un contorno di piselli al burro e il fondo di cottura a parte.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati