Expo Milano 2015: Armao, sarà occasione di crescita anche per la Sicilia

“L”Expo 2015, deve essere una grande opportunita’ di crescita economica per l’intero Paese ed anche per la Sicilia”. Lo ha detto a Milano l’assessore per l’Economia, Gaetano Armao invitato a partecipare, in rappresentanza della Regione, alla presentazione dell’Expo 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”. “Abbiamo concordato con l’a.d. dell’expo Giuseppe Sala – ha spiegato Armao – una serie di iniziative che coinvolgano la Sicilia sia nella preparazione che nella realizzazione dell’importante evento, che si realizzera’ tra quattro anni”. “Alla Sicilia e a Palermo – ha detto – deve essere affidato il ruolo di interlocutore con i Paesi del nord Africa. Anche questo puo’ e deve essere un settore dove investire al meglio i fondi europei, rafforzando le relazioni economiche con un’area strategica per l’intero continente. La Sicilia e le sue istituzioni si impegnano a svolgere questo ruolo connettivo e di rafforzamento di relazioni economiche e sociali”. L’assessore ha preso parte anche all’inaugurazione della Mostra itinerante “1906 – 2015: verso l’Expo di Milano”, che tocchera’ diverse Regioni italiane alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, la presidente di Expo 2015, Diana Bracco e l’a.d. di Unicredit, sponsor della presentazione, Federico Ghizzoni. “Ho avuto la conferma proprio dal dott. Ghizzoni – ha concluso Armao – del coinvolgimento del Gruppo anche per la presentazione dell’Expo 2015 che faremo in Sicilia in ottobre in collaborazione con l’Ars, il Comune e la Provincia di Palermo”. Per coordinare le attivitA’ delle diverse istituzioni coinvolte sara’ costituito presso l’assessorato all’Economia un gruppo di lavoro per la migliore realizzazione delle iniziative siciliane: ne faranno parte gli assessori regionali all’Agricoltura, alla Salute, al Turismo ed alle Attivita’ produttive, oltre che ai Presidenti di ANCI Sicilia, Diego Cammarata e URPS, Giovanni Avanti, nonche’ l’Unioncamere regionale.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati