Euro2016, quarti di finale. spicca Italia-Germania; l’Islanda prova l’impresa

Euro 2016 è arrivato ai quarti di finale. Il campo ha emesso il verdetto e decretato le migliori otto d’Europa. La sorpresa è senza dubbio la presenza dell’Islanda, una squadra che, anche nel recentissimo passato viaggiava nei bassifondi delle classifiche dei vari gironi di qualificazione e che, dopo aver centrato una storica qualificazione, adesso si trova ai quarti di finale dopo aver battuto l’Inghilterra di Roy Hogdson.

Apre il tabellone dei quarti la sfida tra Portogallo e Polonia. I lusitani per adesso viaggiano a fari spenti con un Cristiano Ronaldo a fasi alterne e una dea bendata che ha strizzato loro l’occhio più di una volta. Adesso hanno i pronostici dalla loro parte, come dimostrano anche le migliori quote delle scommesse sul calcio, e dopo aver raggiunto gli ottavi per il ritto della cuffia, si candidano per un posto in finale. Di fronte una Polonia che ha fatto della solidità difensiva il suo punto di forza, guidata dall’ormai ex granata Glik, leader indiscusso della squadra. Micce bagnate invece in attacco per il bomber Lewandowski ancora a secco e l’astro nascente Milik. La curiosità sta proprio nel vedere cosa potrebbe essere questa squadra con i due bomber che girano a pieno regime.

Il secondo quarto è tra Belgio e Galles. I gallesi, al pari dell’Islanda, hanno battuto ogni record arrivando ai quarti di finale dell’Europeo come mai era accaduto prima. Gareth Bale è sicuramente l’uomo in più, capocannoniere e vero trascinatore della squadra. Il Belgio, ferito nell’orgoglio dopo la batosta contro l’Italia, ha inanellato una serie di vittorie spettacolari e convincenti. Adesso, senza la Croazia, è la squadra favorita per la finalissima di Parigi del lato sinistro del tabellone.

Sabato la sfida delle sfide. La partita per eccellenza: Italia-Germania. E’ un vero peccato vederla già ai quarti finale, ma la sorte ha voluto che accadesse e la sfida è partita. L’Italia è la vera bestia nera della Germania. Tedeschi che partono sempre favoriti e puntualmente vengono battuti dagli azzurri. 1970, 1982, 2006 e 2012, tre mondiali ed un europeo e l’ha sempre spuntata l’Italia. Adesso tocca ai tedeschi provare a invertire la rotta, sapendo che, anche questa volta, i più forti sulla carta sono loro.
Soltanto tre mesi fa la Germania ha spazzato via gli azzurri in amichevole con un secco 4-1. La paura tedesca e la speranza italiana è che la Nazionale di Conte ritrovi, nel match di sabato, la cattiveria e la spietatezza che le hanno permesso di sopraffare spesso i tedeschi in gare ufficiali. Il bilancio delle sfide nelle competizioni ufficiali è impietoso per i teutonici: l’Italia non ha mai perso contro la Germania.
Chiude i quarti di finale la Francia, che ha sulla carta l’impegno più facile tra le rivali al titolo. Ma l’Islanda ha dimostrato di essere squadra solida e concreta. Deschamps deve recuperare a pieno Pogba che, insieme a Griezmann, può spingere i transalpini verso la finale. L’Inghilterra ha dimostrato che sottovalutare gli avversari è un grave errore e di questo ne gioverà la Francia che, dopo aver sudato freddo per un’ora contro l’Iralnda, affronterà i nordeuropei con la massima concentrazione. L’Islanda dal canto suo sta vivendo un vero e proprio sogno che sta coinvolgendo tutta l’Europa che, dopo l’impresa Leicester in Premier League, sta spingendo, a prescindere dalla nazione di appartenenza, questa cenerentola a vivere fino in fondo la sua favola. 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati