Enna – L’università Kore conferma i vertici e rinnova Il nuovo consiglio dei garanti

L’università Kore consolida la sua autonomia, conferma i vertici e si rinnova Il nuovo consiglio dei garanti della Libera Università Kore di Enna, rinnovato per due terzi e insediatosi il 2 aprile, ha eletto presidente dell’Ateneo il prof. Cataldo Salerno e rettore il prof. Giovanni Puglisi. Con l’insediamento del nuovo consiglio dei garanti si conclude il lungo processo di riassetto del sistema di governo dell’Università di Enna, iniziato il 28 febbraio dello scorso anno e conclusosi il 16 dicembre con il varo del nuovo statuto che, dopo il favorevole esame di legittimità e di merito da parte del ministero competente, è stato pubblicato nella gazzetta ufficiale il 4 marzo scorso, divenendo esecutivo.

Il nuovo statuto prevede che tutte le cariche di vertice siano elettive e che la maggioranza del consiglio sia in capo ai reali contributori: gli studenti e i finanziatori della ricerca. Termina quindi la fase di tutela da parte della fondazione Kore, da tempo al centro di scontri politici che hanno fin qui gravemente nuociuto all’immagine dell’ateneo, che ha invece un prestigio scientifico rilevante ed è secondo in Italia per indice soddisfazione degli studenti. La stessa fondazione aveva comunque deciso lo scorso anno di ritornare alle proprie funzioni originarie, che non prevedevano alcun controllo sulla Kore. Cataldo Salerno e Giovanni Puglisi sono due conferme. Salerno, che è anche il fondatore della Kore, la presiede dal 2005. Prima di lasciare il ministero dell’istruzione alcuni anni, ne è stato dirigente superiore per i servizi ispettivi, dopo avere vinto il concorso per dirigente scolastico all’età di 32 anni. Puglisi, divenuto professore ordinario a soli 31 anni, è rettore della Kore dal 2011. Tra i diversi incarichi di prestigio nazionale e internazionale, è componente del consiglio universitario nazionale in rappresentanza dei rettori italiani.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati