Enna – La ”Vertenza Autodromo Pergusa” in consiglio comunale

 Punto focale dell’ultima seduta del Consiglio Comunale la “Vertenza Autodromo Pergusa” che vede ancora due fronti contrapposti, uno costituito da coloro che bollano il disegno di legge Alloro, tendente all’istituzione di una fondazione con a capo la Regione, previa nomina di un commissario ad acta che interpellerebbe gli ultimi soci rimasti dell’Ente, ovvero il Comune e l’Aci, (poiché l’ex Provincia con i noti problemi che ha è come se non ci fosse e la Camera di commercio idem) sull’eventuale loro volontà di variare la ragione sociale da “Ente” a “Fondazione” ed in caso di loro accordo procedere, senza alcuna intenzione né da parte di Alloro, né da parte dell’assessore Barbagallo di voler sopprimere gli eventi motoristici.

Va ricordato che molti dei quali si oppongono al ddl Alloro sarebbero per la privatizzazione in toto dell’Autodromo, ma in molti fanno osservare che i molti  privati pronti a gestirlo, “non sarebbero né tanti, né proprio dietro l’angolo”. Ed è stato proprio per questo motivo che Paolo Gargaglione, sostenitore del sindaco, in un articolato ed intelligente intervento ha osservato la bontà del disegno di legge Alloro, dissociandosi, pertanto da altri suoi alleati, i quali tout court bocciavano il ddl stesso, accusando di inadeguatezza l’attuale gestione Lauria e bollando come inutili gli stessi test della Pirelli che invece hanno consentito all’Autodromo di poter incrementare in questi anni difficili, in assenza di finanziamenti regionali il proprio bilancio, consentendogli la sopravvivenza. Unica osservazione negativa che ha fatto Gargaglione è stata di carattere giuridico: non compete ad Alloro, quindi alla Regione, modificare lo “status” dell’Autodromo, ma ai soggetti stessi che lo amministrano.

L’Assise era stata preceduta dalla questione “Gal Rocca di Cerere” in merito alla quale il Consiglio ha approvato le modalità di adesione al partenariato pubblico privato per il Leader programma di sviluppo rurale Prs 2104/2020.  Pressochè inutile l’interrogazione sulla Panoramica in merito alla quale si sta impegnando a fondo Giuseppe Colajanni capo ufficio tecnico dell’ex Provincia e, che tra l’altro sembrerebbe che con l’approvazione dello Stato di emergenza i fondi starebbero per arrivare e qui sarà importantissimo capire cosa dice la Legge in merito ad un’eventuale nuova banditura di gara d’appalto.”. Il Consigliere Stefania Marino ha presentato, infine, una mozione che è passata, in merito alla realizzazione di un progetto finalizzato alla valorizzazione e utilizzo del parco di Floristella come museo della civiltà mineraria.

Mario Antonio Pagaria

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati