ENNA. IL CONSIGLIERE PROVINCIALE CIMINO CHIEDE L’ISTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE SULLA KORE

Il consigliere provinciale Giuseppe Cimino ha chiesto l’istituzione di una commissione speciale sulla ‘governance’’ del sistema universitario ennese. Nella richiesta si legge che “L’Università di Catania, rivolgendosi anche all’Ufficio di Controllo Preventivo sui Ministeri dei Servizi alla Persona e dei beni Culturali della Corte dei Conti, ha invitato l’Università Kore, in solido con il Consorzio Ennese Universitario e la Fondazione Kore, a corrispondere entro il 30 ottobre la somma di 633.578,35 euro per far fronte agli oneri stipendiali dei professori e dei ricercatori impegnati nei corsi di laurea decentrati;


La stessa Università di Catania pare avere intrapreso un’azione giudiziaria nei confronti dell’Università Kore per vedersi riconoscere dei crediti per la gestione pregressa dei corsi di laurea decentrati per un ammontare che, a dire dell’articolo pubblicato recentemente da Antonio Rossitto su Panorama, ammonterebbe a 20 milioni di euro;


Considerato che


La funzione di controllo sulle pubbliche attività è oggi prevalentemente orientata sugli aspetti gestionali (piuttosto che sulla verifica dei singoli atti prodotti da ogni Amministrazione), in una prospettiva tendente a rilevare e valutare l’efficienza, l’economicità e l’efficacia dei processi nonché il corretto funzionamento di ciascuna organizzazione in termini di capacità di soddisfare effettivamente gli interessi pubblici specificatamente affidati alle proprie cure. Si tratta di “.. un tipo di controllo che ha ad oggetto non già i singoli atti amministrativi, ma l’attività amministrativa considerata nel suo concreto e complessivo svolgimento e che deve essere eseguito non già in rapporto a parametri di stretta legalità, ma in riferimento ai risultati effettivamente raggiunti collegati agli obiettivi programmati nelle leggi o nel bilancio, tenuto conto delle procedure e dei mezzi utilizzati per il loro raggiungimento” (Corte Costituzionale, sentenza n. 29/95);


Visto che “appare necessario affidare un ruolo di controllo e valutazione al Consiglio Provinciale in forza di “…una legittimazione sostanziale, dato che il Consiglio è un controllore esterno, in quanto composto dai rappresentati dei cittadini, ma allo stesso tempo è controllore interno, in quanto organo dell’amministrazione” (Gaetano Scognamiglio, “I consigli sono i veri controllori”, Il Sole 24Ore, 27/08/2007); “ il consigliere Cimino chiede di    istituire un Commissione Speciale sulla governance del sistema universitario ennese al fine di valutare la permanenza, o meno, dei presupposti politici ed amministrativi che giustificano l’impegno finanziario dell’Ente Provincia nel suo complesso considerato.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati