Enna. Il 29 novembre Franco Battiato al teatro Garibaldi

Dopo lo strepitoso successo della scorsa stagione, la prima dopo anni di silenzio, il nuovo sindaco di Enna, Maurizio Di Pietro, ha riconfermato alla guida del Teatro Garibaldi di Enna il cantauto-re Mario Incudine che venerdì 13 novembre ha presentato la stagione 2015-2016 nel corso di una lunga serata di intrattenimento alla quale hanno partecipato alcuni dei grandi nomi ospitati in cartel-lone.

Per la stagione 2015/2016 del Teatro Garibaldi, realizzata grazie alla sinergia tra il Comune di Enna (che può contare sull’efficienza del personale dell’Ufficio Grandi Eventi diretto da Sergio Maffeo) con l’Università Kore, Mario Incudine, affiancato dall’attore Franz Cantalupo, la docen-te di musica Anna Maria Solfato e Ivan Scinardo (direttore del Centro Sperimentale di Cinema-tografia di Palermo), è riuscito ad orchestrare un cartellone ancora più ricco, vario e prestigioso ri-spetto a quello dello scorso anno, dove la musica, anche questa volta, avrà un ruolo di primissimo piano.

«Questo è l’anno dell’assestamento – ha detto Mario Incudine – il prossimo passo che mi auguro di poter compiere il prossimo anno è quello di poter realizzare due repliche per ogni spetta-colo. Nel grave momento di crisi che soprattutto il centro della Sicilia sta attraversando, un piccolo teatro che è riuscito a partorire una stagione di tutto rispetto a costi contenuti grazie alle sinergie messe in campo, è come un’oasi nel deserto».
Anche quest’anno sarà quindi la musica il carattere che contraddistinguerà il cartellone del Teatro Garibaldi di Enna (la maggior parte degli spettacoli si avvalgono della musica dal vivo) il cui fil rouge è “Il viaggio” inteso nelle sua varie accezioni, anche come spostamento temporale.
Trentadue gli appuntamenti in cartellone che dal 29 novembre al 13 maggio intratterranno il pubblico del Teatro Garibaldi con spettacoli di prosa, cinema, musica, danza, teatro ragazzi e rivisi-tazioni dei classici del teatro: da Pirandello a Omero.


LA MUSICA
Sarà proprio la musica, tanto cara a Mario Incudine, ad aprire il 29 novembre la nuova stagione del Teatro Garibaldi.  Si inizia in grande stile, con il più grande tra i musicisti siciliani: Franco Battia-to, da poco uscito con la sua antologia “Le nostre anime”. E se questo è l’inizio, il prosièguo della stagione non è da meno. Il secondo appuntamento è quello che il 14 dicembre vedrà esibirsi Peppe Servillo, con Javier Girotto e Natalio Luis Mangalavite, che dopo il successo di “Futbol” torna in scena per presentare il nuovo disco “Parientes”: un viaggio nei ricordi, nelle persone, nell’im-maginario di un popolo migrante tra una milonga, un tango e una cumbia, da cui emergono storie di vita vissuta.

Il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, Paola Turci porterà ad Enna il suo nuovo album “Io sono”, il sedicesimo di una carriera che l’ha vista debuttare a metà degli Anni 80, mentre il 13 febbraio sarà la volta dei Tazenda, la formazione etno-pop-rock nata in Sardegna, che proporrà i brani del nuovo album “Il respiro live”. Il 27 febbraio salirà sul palco l’eclettico Pippo Kaballà, accompagnato dal pianista e fisarmonicista Antonio Vasta, nel suo “Viaggio immaginario nella Sicilia della memoria”, una contaminazione fra note, parole e suggestioni visive. Il 4 marzo sarà la volta di Fausto Mesolella (componente della Piccola Orchestra Avion Travel dal 1986) con “Can-toStefano”, e il 15 aprile quella di Mauro Ermanno Giovanardi, voce storica dei La Crus, con “Il mio stile tour” (Premio Tenco 2015). Se l’apertura è stata in grande stile, la chiusura non poteva essere da meno. La conclusione della stagione è stata affidata ad un duo apprezzatissimo ovunque: Musica Nuda di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, che saranno a Enna il 13 maggio con “Little Wonder tour 2015” (dal nuovo disco uscito lo scorso 31 marzo).


LA PROSA
Sarà un susseguirsi  di grandi nomi, una carrellata di titoli importanti che  partiranno il 10 dicembre con Ascanio Celestino in “Storie e controstorie” e proseguiranno con  Sebastiano Lo Monaco in scena il 17 dicembre con “Ulisse il mio nome è nessuno”.  Il 2016 si aprirà con una novità assolu-ta di Claudio Fava, ispirata alla vicenda della poetessa Alda Merini, firmata alla regia da Alessan-dro Gassman che vede in scena, il 17 gennaio, Anna Foglietta in “La pazza della porta accan-to”.

L’amatissima Lunetta Savino il 27 gennaio sarà la protagonista di “Gran Guignol all’italiana”, un drammone popolare senza lieto fine di cui firma la regia Alessandro D’Alatri, mentre il 6 febbraio sarà la volta di Geppy Gleijeses e Marco Messeri in “L’uomo, la bestia e la virtù” per la regia di Giuseppe Dipasquale. Musica e parole, il 20 febbraio, con Giancarlo Zanetti in “La sonata a Kreutzer” di Tolstoj e le musiche di Beethoven, mentre il 12 marzo arrivano al Teatro Garibaldi  David Riondino e Dario Vergassola in “La traviata delle camelie”, un viaggio attraverso musica e letteratura da “La Traviata” di Verdi a “La signora delle camelie” di Dumas, che gioca sull’interazione tra Riondino (il fine dicitore della storia) e Vergassola (incredulo spetta-tore di tanta  vicenda ). Il 19 marzo arriva a Enna uno dei più grandi esponenti del panorama teatra-le italiano e della narrazione, Marco Baliani in “Ama il prossimo tuo”, mentre il 22 aprile sarà la volta di “Giulio Cesare” con Cinzia Maccagnano ed Egle Doria, nella rivisitazione (originale, attuale e divertentissima) del regista Nicola Alberto Orofino. Conclude la stagione della prosa, il 3 maggio, “Lei e lei”, il fortunatissimo spettacolo del messinese Giampiero Cicciò, sulle avventure notturne di un travestito e di una giovane prostituta.


Anche quest’anno il Teatro Garibaldi di Enna vanta collaborazioni con altre grandi realtà teatrali dell’isola, come il Teatro Stabile di Catania e il Teatro Vittorio Emanuele di Messina, ma an-che con prestigiose realtà nazionali, come il Festival Caffeina e il Teatro Pubblico Ligure.
Proprio quest’ultimo proporrà al Teatro Garibaldi di Enna i quattro spettacoli di “Odissea – un racconto mediterraneo”. Quattro date, quattro appuntamenti per dare corpo e vita al progetto volu-to e ideato dal regista Sergio Maifredi, anima del Teatro Pubblico Ligure, e voluto fortemente a Enna dal direttore artistico Mario Incudine.
«Il progetto restituisce alla narrazione orale, al cantore vivo, le pagine dell’Odissea che dagli anni della scuola abbiamo letto in silenzio – spiega Sergio Maifredi –. Odissea è la prima fiction ad epi-sodi e il ‘montaggio’ avviene nella testa dello spettatore che può conoscere o ignorare gli episodi. Portarlo in Sicilia, terra del mito e luogo magico dell’Odissea, è di per sé un evento, impreziosito peraltro dall’avvio della collaborazione con il Teatro Garibaldi, in una città ricca di storia antica come Enna»


ODISSEA – UN RACCONTO MEDITERRANEO
Si tratta di quattro “episodi”, uno al mese da gennaio ad aprile, affidati alla voce e al talento di al-trettanti bravi attori: Tullio Solenghi, Maddalena Crippa, Amanda Sandrelli, Giuseppe Ceder-na. Si comincia l’11 gennaio con il canto XIX, “Odisseo e Penelope”, l’incontro a Itaca tra Odis-seo, al ritorno da Troia, e la sua Penelope, con la voce affabulatoria di Tullio Solenghi. Quindi l’ 8 febbraio arriverà Maddalena Crippa con il Canto XXIII “Penelope”, ideale prosieguo del prece-dente, nel quale la grande attrice brianzola si misurerà con un personaggio complesso e di forte im-pegno emotivo. Il 30 marzo sarà l’episodio de “La ninfa Calipso”, Canto V, quello in cui una for-te e dolce Amanda Sandrelli offrirà al pubblico una umanissima lettura di Calipso. Infine, il 9 apri-le, Giuseppe Cederna, che alle doti attoriali affianca quelle di scrittore, offrirà al pubblico del Tea-tro Garibaldi i Canti VI-VIII, “Odisseo nell’isola dei Feaci”: complesso e affascinante racconto in cui, come in un gioco di rimbalzi e di specchi, Odisseo ripercorrerà la sua “Odissea”.   

«Siamo felici ed orgogliosi  – ha detto Mario Incudine – di potere ospitare i quattro appuntamenti di “Odissea un racconto mediterraneo”. Portare sul palco del nostro teatro quattro grandi artisti che rileggono, filtrandole con la loro cifra stilistica e la loro personalità, le pagine più belle di una pietra miliare della cultura occidentale come l’Odissea, è un modo per restituire bellezza al nostro pubbli-co facendolo riappropriare della proprio identità. Sono felice della collaborazione con il Teatro Pubblico Ligure che è sinonimo di grande professionalità e qualità e sono certo che sarà un rapporto che ci porterà ancora e a lungo tanta arte condivisa e tanta amicizia».


LA DANZA
Sono due gli spettacoli di danza inseriti nella stagione 2015/2016 del Teatro Garibaldi di Enna. An-che qui due grandi nomi, due importanti coreografi di riconosciuta fama. Si parte il 5 dicembre con “Fantasia 2.0”,  del coreografo italo-africano Mvula Sungani, in cui la fiaba si unisce alla fantasia e la danza, spinta fino all’estremo, diventa acrobalance. Un insieme di quadri onirici accompagnati dalle più grandi melodie e canzoni proprie della tradizione musicale Italiana, dalla musica popolare alla musica d’autore, il tutto collegato da composizioni originali interpretate dal vivo. Il secondo appuntamento, il 13 aprile, è con la coreografa catanese Emma Scialfa che proporrà il suo “Ope-ning Night Scratch #1”, un live dj-set di musica elettronica contemporanea contaminato da testi di poesia in lingua originale, coordinati con performance di danza contemporanea. La musica, le paro-le, i corpi in azione dei danzatori compongono un percorso, un viaggio percettivo che punta alla comunicazione di forti contenuti emozionali ed intellettuali.


TEATRO RAGAZZI
Fiabe e favole musicali. Anche quest’anno direttore artistico Mario Incudine ha ritenuto necessario inserire in programmazione tre appuntamenti dedicati ai più giovani fruitori del teatro, i bambini, affinché le nuove generazioni si possano avvicinare, e magari appassionare, al teatro. Tre, come di-cevamo, i titoli: “Il pifferaio magico” dell’Associazione Pinocchiando il 27 dicembre; e le fiabe musicali “Alice ad occhi aperti” del Teatro Stabile Nisseno il 31 gennaio e “Il meraviglioso Mondo di Oz” della Compagnia La Bottega del Pane il 13 marzo.


FUORI COLONNA
Tre gli appuntamenti di cinema e musica (6 marzo, 17 aprile e 8 maggio), organizzati in sinergia con il Centro sperimentale di cinematografia di Palermo: pellicole mute musicate dal vivo dal Francesco Maria e Tango Disiu. Si tratta di un viaggio nel cinema d’autore fatto di musica e im-magini. Fotogramma per fotogramma saranno proposti frammenti di cinema che hanno suscitato emozioni indimenticabili. Le parole e le frasi dimenticate , lasceranno il posto alla musica dal vivo. Un mix di sguardi, suoni e atteggiamenti sapranno “stordire” lo spettatore in una ancestrale ricerca delle immagini  e di suoni perduti nella memoria. Fuori colonna è una lettura narrativa di un film, dove lo spettatore entra nei meccanismi della scrittura, e dove potrà individuare gli elementi speci-fici che stanno alla base della sua costruzione. Non film qualsiasi, ma pellicole fondamentali della storia del cinema, analizzati secondo un piano sequenza che guiderà lo spettatore, attraverso una voce narrante, a valutare le motivazioni delle scelte stilistiche effettuate dai registi. E se la guida narrante aiuterà ad analizzare gli elementi del linguaggio cinematografico, la musica completerà l’opera realizzando un tappetino sonoro orchestrato dal vivo, un elemento rafforzativo e indispensa-bile di quanto espresso visivamente. E’ il cinema delle emozioni.


EVENTI SPECIALI
Sono i due eventi “fuori cartellone” del Teatro Garibaldi, ovvero la scoppiettante performance di Teresa Mannino “Sono nata il 23”, che dopo una stagione di sold out in molti teatri italiani sarà in scena a Enna il 7 dicembre; e lo spettacolo (unica data siciliana) di Stefano Bollani con Valentina Cenni “La regina Dada”: uno spettacolo surreale, intessuto di musica, in cui esplorare i territori della creatività, sfuggendo al senso comune e alle rigide convenzioni umane, al di fuori della spirale del tempo, che sarà proposto il 27 aprile.


INFORMAZIONI
Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.30;  il Teatro Ragazzi alle ore 17.30; Fuori Colonna h 18.30


Abbonamenti e ingressi
Prosa 10 spettacoli: da 150 a 90 euro; singolo biglietto da 20 a 12 euro
Musica e danza 10 spettacoli: da 150 a 90 euro, singolo biglietto da 20 a 12 euro
Prosa + Musica e danza 20 spettacoli: da 260 a 160 euro
Odissea 4 spettacoli: da 55 a 30 euro; singolo biglietto da 16 a 10 euro
Teatro ragazzi 3 spettacoli: da 30 a 20 euro; singolo biglietto da 12 a 8 euro
Fuori colonna 3 spettacoli: da 25 a 10 euro; singolo biglietto da 10 a 5 euro
Eventi speciali (fuori abbonamento): singolo biglietto da 25 a 15 euro


Biglietti e abbonamenti sono acquistabili presso il botteghino del Teatro Garibaldi (apertura da lu-nedì a venerdì h 9-12, lunedì e mercoledì anche h 15-18) oppure on line su Liveticket.it
Per informazioni e prenotazioni: tel. 09540540 – 40560 teatrogaribaldi@comune.enna.it
La Campagna abbonamenti avrà inizio lunedì 16 novembre
Diritto di prelazione: scade lunedì 16 novembre alle ore 20.



IL CARTELLONE


29 novembre 2015 musica
FRANCO BATTIATO

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati