Enna – Giovanna Fussone eletta membro della Consulta artistica

 Giovanna Fussone, docente di pianoforte e musica di insieme al liceo musicale di Enna, direttore artistico dell'associazione Mousikè e direttore del coro Passio Hennensis, è stata eletta componente della Consulta artistica dell’Associazione regionale dei cori siciliani (Ars Cori), per la quale è anche delegato provinciale di Enna (così come nel precedente triennio). L'assemblea elettiva dell’Ars Cori, associata alla Federazione nazionale italiana delle associazioni regionali corali (Feniarco), si è riunita nei giorni scorsi per completare i lavori del nuovo organigramma per il triennio 2016-2019,designando i componenti della Consulta artistica: oltre a Giovanna Fussone ne fanno parte Orazio Baglieri, Ignazio Catanzaro, Rosa Maria Chiarello, Viviana Mangraviti,Salvina Miano, Giovanni Mundo e Rosario Randazzo.

Il neo consiglio direttivo è formato da Giuseppe Cristaudo, Walter Mannella, Loredana Russo, Antonio Sciuto, Salvatore Signorello, Alessandro Valenza, mentre presidente è stato riconfermato Stefano Trimboli. “In questi anni – ha dichiarato Trimboli – ho avuto modo di conoscere e apprezzare Giovanna Fussone nella qualità di delegato provinciale, sia sotto il profilo professionale che organizzativo, e sono certo che nel ruolo di componente della Consulta artistica darà un notevole contributo alla nostra associazione”. L'Ars Cori, costituita nel 1990 grazie alla determinazione e lungimiranza di Eugenio Arena (primo presidente), ha ripreso la sua attività tre anni fa dopo un periodo di stasi. Fautore della rinascita dell’associazione è stato Stefano Trimboli, che, collaborato dal suo direttivo e dalla Consulta artistica, ha rilanciato il gruppo i cui cori affiliati sono passati dai 42 del 2013 agli 85 di oggi. Lo scopo dell'associazione è quello di favorire gli incontri e gli scambi di esperienze tra i cori soci, dando in particolare attenzione e supporto ai cori liturgici e a quelli giovanili e coinvolgendoli in iniziative di alto profilo al fine di creare un unico e grande movimento corale siciliano.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati