ENNA – CORTEO STORICO PER LE VIE DEL CENTRO

5/12/2008 –

Si è conclusa ieri sera, con il lungo corte storico, la settimana dedicata all’Europa che ha esaltato la figura dell’imperatore Federico II di Svevia, anticipatore di una civiltà europea e mediterranea. L’atto conclusivo, ha registrato la presenza di centinaia di persone lungo il percorso del corteo guidato dall’imperatore svevo e dalla moglie Costanza con a seguito i cortigiani e il popolo. Tutti rigorosamente in abiti medievali sono partiti dalla torre di Federico, per poi passare dalle vie centrali della città di Enna; via IV novembre, via Roma, piazza S. Francesco, per finire al castello di Lombardia, dall’altra parte della città dove sono stati letti dei testi medievali a cura di Lorenza Denaro, Gaetano Libertino ed Elia Nicosi animati da danze di corte. Tutto questo accompagnato dal passo e dal ritmo cadenzato dei tamburi. Il corteo storico è stato curato dall´associazione La Rupe – Officina Medievale di Ivana Antinoro con la direzione artistica di Gaetano Libertino e la partecipazione dei gruppi: Compagnia Arcieri e Belestrieri del Castello di Enna, i giocolieri Jokufoku, la compagnia Triskele, i musicisti di Lucio Giunta , gli sbandieratori di Floridia e le delegazioni in costume dei comuni di Aidone, Calascibetta, Nicosia e Sperlinga. Il centro storico cha ha fatto da cornice anche a drammatizzazioni teatrali, ha visto esposti,  in molte vetrine, dei quadri, elaborati con tecnica “vitrail”, realizzati dalla classe IV A della scuola elementare S. Chiara. I piccoli quadretti percorrono le tappe principali della vita dell’imperatore Federico II, dalla nascita, all’incoronazione, al matrimonio per finire con il suo progetto di multiculturalità di unire la cultura ebrea, cristiana e musulmana.    Inoltre tutti i ristoratori aderenti alla manifestazione “A tavola con Federico” hanno proposto menù medievali con ricette indicate dalla delegazione ennese dell´Accademia Italiana della Cucina. La settimana europea, al suo secondo anno, è stata organizzata dalla Casa d’Europa in collaborazione con Comune, Provincia e Università,  e ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano e i patrocini del Comitato Nazionale “Altiero Spinelli”, del Movimento Federalista Europeo, della Commissione Europea- Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e del CIFE. “Mi auguro – dice Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa – che il prossimo anno si possa ripetere questo progetto brillante della settimana europea che è stato un alto esempio di cultura per questa città che affonda le radici nella cornice medievale di Federico II. Enna è stata il centro di dibattiti intellettuali e politici sui grandi temi e sulle grandi sfide del terzo millennio quali la pace, il dialogo interculturale, i diritti umani riferendosi ad un passato – conclude la presidente  – che non va dimenticato, ma esaltato e che possa essere da slancio per il futuro”.


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui