Enna, Confartigianato – Chiarimento per quanto riguarda la revisione delle autovetture con carrello

Soddisfazione da parte del Presidente Provinciale degli Autoriparatori di Confartigianato Antonio Lima che dopo vari incontri con l’Ing. Anfuso e l’Architetto Bernunzo si è convenuti ad un chiarimento per quanto riguarda la revisione delle autovetture con carrello appendice, dando una spiegazione logica ad un quesito che viene posto da diversi anni , e cioè che il carrello è da considerarsi un tutt’uno con l’autovettura e che se la somma delle masse del veicolo più carrello, non supera la massa complessiva di 3,5 t la revisione è possibile farla presso quei centri di revisione di cui alla legge 122/92.

E’ inammissibile- dichiara Antonio Lima che gli utenti della provincia di Enna si dovessero recare a Caltanisetta o in altre province, oppure recarsi in centri di revisione di cui la legge 870, la quale autorizza tale revisione dietro pagamento di 145,00 euro anziché di 66.88, creando grossi disagi e costringendo gli automobilisti a spostamenti , perdite di tempo e denaro invece di recarsi nel centro revisione più vicino, visto che in ogni comune della provincia di Enna c’è almeno un centro di revisione autorizzato ai sensi della 122/92. Quindi in ottemperanza a quanto previsto dall’art.80 del codice della strada si ritiene ammissibile effettuare la revisione dei veicoli con carrello appendice in tutti i centri revisione della legge 122, dando così un grosso sollievo agli automobilisti che hanno tale dispositivo sulle proprie autovetture, e ai titolari dei centri una pari opportunità rispetto ai colleghi delle altre province

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati