DUE ARRESTI NELLA COMUNITA’ “QUADRIFOGLIO” DI ENNA

6/5/2007 – Il G.I.P. del Tribunale di Enna, in seguito l’indagine della Sezione Reati in danno di Minori della Squadra Mobile della locale Questura, ha emesso Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere per Olimpia Arancio e Mario Marasà, rispettivamente direttrice e supervisore della comunità “Quadrifoglio”di Enna, per aver commesso reati di maltrattamenti continuati in concorso in danno dei minori loro ospiti.
Secondo gli investigatori, sarebbero state inflitte punizioni continuate e violente corporali e psicologiche. Inoltre i bambini sarebbero stati alimentati con cibi di scarsa qualità, spesso scaduti. Indecente, poi, secondo gli inquirenti, il quadro igienico dei minori a causa di prodotti inadeguati alla pulizia, tra l’altro il vestiario dei piccoli era malandato e logoro. Inoltre, Arancio e Marasà sono indagati per il reato di abbandono di minori, dalle indagini è emerso che il personale di sorveglianza era insufficiente, per cui i minori vivevano in un stato di promiscuità e per violenza privata nei confronti di alcuni dei dipendenti della casa alloggio per averli obbligati, con minacce di licenziamento, a fatturare alcune loro spese private a nome del “Quadrifoglio”, per vantaggi fiscali.
E’ in corso il trasferimento dei minorenni e dei disabili in altre strutture idonee a riceverli.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui