Droga: arrestati padre e figlio, denunciate la madre e la convivente.

L’operazione della polizia di Piazza Armerina, diretta dal dott. Gabriele Presti, ha portato ieri all’arresto di un pensionato di 70 anni, Giuseppe D’Alù e del figlio Salvatore (28 anni)nonché alla denuncia della madre e della convivente di quest’ultimo. La famiglia aveva intrapreso un’attività ben organizzata per la produzione di Mariajuananel proprio appezzamento di terreno sito in contrada San Marco, nel territorio di Piazza Armerina. La polizia si è trovata davanti ad una vera e propria azienda di produzione con tanto di serra per la coltivazione , un edificio con prese d’aria per l’essiccazione delle piantine e un altro attrezzato con un forno a legna per completare il processo. Gli agenti hanno sequestrato 150 piantine di mariajuana e 7 chili e mezzo di droga già pronta all’uso, oltre adl alcuni semi pronti per dare nuovamente avvio al ciclo produttivo. Salvatore D’Alù , durante la perquisizione, è stato trovato in possesso di alcuni panetti di hashish, un tipo di droga ritrovata anche dagli agenti nell’abitazione cittadina della famiglia la cui abitazione si trova nei pressi della Cattedrale. La vendita dell’ultimo raccolto , secondo quanto riferito dalla polizia, avrebbe fruttato alla famiglia circa 25 mila euro.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati