Dopo lo scandalo il cardinal Bertone dona 150mila euro all’ospedale Bambin Gesù


“Il cardinale Bertone, riconoscendo che quello che è successo ha costituito un danno per il Bambin Gesù, ha voluto venirci incontro, devolvendo una somma di 150mila euro”. Lo ha fatto sapere il presidente dell’ospedale pediatrico Mariella Enoc, a margine di una visita fatta oggi dal Segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, all’ospedale. Dunque Tarcisio Bertone, dopo lo scandalo dell’attico ristrutturato a spese del Bambin Gesù e del viaggio in elicottero pagato dalla stessa fondazione cerca di bloccare ulteriori polemiche sull’argomento.   “Abbiamo risolto la questione che riguardava il cardinale Bertone e il suo appartamento – dice Enoc –  questa vicenda che ha suscitato così tanto scalpore. Altre situazioni più dettagliate, più particolari, sono adesso al vaglio delle amministrazioni del Vaticano. Altre responsabilità saranno appurate direttamente dal Vaticano. Il mio compito è stato quello di capire meglio cosa è successo e di trovare anche soluzioni”. La Enoc ribadisce che ora è “Tutto in mano alla amministrazione vaticana. È un processo di conoscenza e di verifica che è in atto. Mi piace dire che l’ospedale e la fondazione non dovranno avere nessun danno”.



“Mi pare che la vicenda del Bambino Gesu si sia risolta positivamente e ringrazio il signore che da questo momento di difficoltà si è usciti in maniera costruttiva”. Ad affermarlo, in merito allo scandalo Vatileaks che ha riguardato l’ospedale pediatrico e il cardinaleBertone, è il segretario di Stato Vaticano, Pietro Parolin. Durante l’incontro per lo scambio di auguri con il personale del Bambino Gesù, Parolin si è augurato che “le ombre che stanno sul cielo sopra l’ospedale possano rassenerarsi”, aggiungendo che “di fronte alla difficoltà dobbiamo essere forti e pazienti”.


 



 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati