Cooperativa Anchise accreditata presso il distretto di Agira

 Con determinazione da parte del dirigente generale dell' Assessorato Regionale alla Famiglia e alle Politiche Sociali dott. Mario Candore, la cooperativa ennese "Anchise"  diretta da Luigi Russo ( nella foto) è stata iscritto presso l' Albo regionale delle cooperative idonee a svolgere l' attività di assistenza domiciliare rivolta ai minori.

La cooperativa che vanta una lunga esperienza nel settore socio assistenziale è già da tempo iscritta nell' albo per l' assistenza agli anziani e inabili.

L' iscrizione all' albo dei minori consentirà alla cooperativa la possibilità di stipulare convenzioni con i comuni. La concessione dei servizi al Terzo Settore diventa per gli enti locali una soluzione necessaria per garantire ai cittadini un’offerta maggiore e diversificata, in grado di soddisfare i bisogni espressi dalle fasce più deboli della popolazione, soprattutto quelle a maggiore rischio di abbandono ed esclusione sociale. Inoltre la maggiore prossimità della società civile organizzata rispetto alle fasce più deboli della popolazione consente al Terzo Settore di elaborare modalità di risposte più tempestive e flessibili, ma soprattutto maggiormente aderenti ai bisogni espressi, rispetto a quelle offerte dalla pubblica amministrazione.

La cooperativa è stata anche recentemente accreditata per l' espletamento dei servizi socio assistenziali presso il distretto di Agira. Un nuovo tassello che si aggiunge a quello già operativo sul distretto di Enna e Nicosia e in altri distretti della Sicilia tra i quali palermo.

" Si arricchiscono sempre di più i servizi assistenziali promossi dalla cooperativa Anchise – ha detto il presidente Luigi Russo – accanto ai servizi rivolti agli anziani e diversamente abili oggi ci vogliamo impegnare anche nei servizi assistenziali rivolti ai minori consapevoli che è  nostro dovere offrire la massima collaborazione e il massimo impegno per costruire una società più solidale e rispettosa della dignità di ogni persona, non escludendo nessuno, abbiamo nuovi progetti sociali in cantiere – conclude Luigi Russo – anche sotto altri versanti che daranno la possibilità di valorizzare le professionalità presenti e aumentare le opportunità occupazionali per quelle figure qualificate che operano nei servizi socio assistenziali".    

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati