Conclusa la kermesse politica “Cambiamenti” organizzata dall’associazione “Sicilia 2.0”

[COMUNICATO STAMPA] Si è conclusa dopo tre giorni la kermesse politica “Cambiamenti” organizzata dall’associazione “Sicilia 2.0” presso le Ex Fabbriche Sandron di Palermo all’8 al 10 aprile 2016. A chiudere il dibattito il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, preceduto dagli interventi, fra gli altri, di Luigi Berlinguer e del Ministro all’Istruzione Stefania Giannini. Hanno partecipato oltre seimila persone che hanno ascoltato gli oltre cento ospiti che si sono avvicendati sul palco da venerdì a domenica. Personaggi della politica, dell’imprenditoria e della società civile che hanno voluto raccontare le proprie esperienze e le prospettive di un futuro diverso, che con un’ottica propositiva potrebbe essere caratterizzato da profondi #cambiamenti. Questo hashtag, insieme a #sicilia2punto0, è rimbalzato da un capo all’altro dell’Italia finendo così nella classifica di TT Italia.

Oltre 62.000 le visualizzazioni e 110 i tweet lanciati durante le tre giornate. “Ci tengo a sottolineare – spiega Alberto Firenze, coordinatore della manifestazione – la grande risposta del pubblico. Sono molto soddisfatto per la riuscita dell’evento che ha garantito una partecipazione e un dibattito democratico oltre ogni aspettativa e che grazie ai social network è andato oltre i confini siciliani”. Agli speech dal palco principale, fra i quali quelli del medico in servizio a Lampedusa Pietro Bartolo, protagonista del film documentario “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, vincitore dell’Orso d’oro al Festival del cinema di Berlino, degli imprenditori che hanno denunciato le richieste di pizzo Gianluca Maria Calì e Santi Palazzolo e Antonio Cottone, degli europarlamentari Gianni Pitella, Michela Giuffrida e Cécile Kyenge, il vicesegretario nazionale del Pd Lorenzo Guerini, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti, il capogruppo alla Camera del Pd Ettore Rosato, la deputata nazionale del Pd Monica Cirinnà, il senatore demPietro Ichino e il direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, si è aggiunto il valore dei panel Innovazione urbana e startup di Sicilia e il dibattito nei trenta tavoli tematici su sei diverse aree (economia, governante, ambiente, mobilità, vita, persone), che hanno permesso un confronto costruttivo tra cittadini, esperti, amministratori e politici. A supervisionare i lavori i giovani della Scuola di Formazione Politica, inaugurata in quella sede, che hanno raccolto in un report proposte e idee da trasmettere nelle varie sedi istituzionali.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati