Conclusa con successo la missione scientifica e culturale in Colombia del Prof.Tullio Scrimali.

Si è conclusa una importante missione scientifica e culturale, svolta in Colombia, dal Prof. Tullio Scrimali, Docente di Psichiatria Clinica e Psicofarmacologia presso l’Università Kore Enna e Direttore del Centro Clinico ALETEIA di Enna e di Catania. Tale missione è consistita nella partecipazione ad un importante Congresso di Psichiatria Bio-psicosociale e Psicolo¬gia Preventiva, svoltosi della città colombiana di Armenia, sotto gli auspici dell’Or¬dine degli Psicologi Colom¬biani e dell’Associazione Colombiana di Psichiatria, e con il patrocinio e contributo scienti¬fico della Società Italiana di Medicina Psicosociale (SIMPS) e della Associazione Italiana di Psicologia Preventiva (AIPRE). Temi portanti del Convegno sono stati il modello bio-psico-sociale nella salute e nei disturbi mentali, e quindi l’orientamento cognitivo-comportamentale nella valutazione e trattamento delle sindromi psi¬chiatriche, la gestione dello stress e la promozione della salute mentale. L’organizzazione del Con¬vegno era affidata alla Clinica El Prado, una importante struttura  nella città di Armenia, leader nei campi dell’assistenza, pre¬venzione e riabilitazione psichiatrica, sotto la guida della Dr.ssa Liliana Salazar, psichiatra e con la consulenza della Scuola ALETEIA International di Enna, fondata e diretta dal prof. Tullio Scrimali. Il Congresso è stato seguito da più di 600 partecipanti ed ha costituito un evento culturale che ha coinvolto numerose figure professionali tra cui soprattutto psicologi, ma anche psichiatri, assistenti sociali educatori, terapeuti della riabilitazione, medici ed epidemiologi. Per la prima volta, in un Paese come la Colombia, viene ad affermarsi una visione scientifica e culturale in psichiatria e psi¬cologia clinica svincolata dalle tradizionali impostazioni psicodinamico-interpretative e biomedico-nosografiche di derivazione nordamericana, ma fondata sui contributi della ricerca più moderna in campo cognitivo e comportamentale e sull’impostazione preventivo-promozionale, tipiche della ricerca italiana.. Il prof. Tullio Scrimali, nella sua qualità di Autore, internazionalmente riconosciuto, nell’ambito delle Neuroscienze e della Terapia Cognitiva della Schizofrenia e dei Disturbi della Alimentazione, è stato ospite d’onore e attivo promotore della manifestazione. Durante il soggiorno ad Armenia il Docente della Università Kore di Enna e Direttore del Centro Clinico ALETEIA ha svolto inoltre una serie di colloqui con i Membri di una Commissione del Ministero della Sanità Colombiano, al fine di istituire una collaborazione stabile con le strutture cliniche ed assistenziali della città di Armenia. Il Prof. Scrimali ha invitato poi alcuni consulenti del Ministero a visitare le strutture universitarie, cliniche e di ricerca della Kore e della ALETEIA International ad Enna. L’appassionata partecipazione al Congresso, nonché alle numerose sessioni “satelliti” pre e post-congresso, quali le conferenze stampa, le sessioni di feed-back con i rappresentanti delle organizza¬zioni professionali e le riunioni organizzative con i colleghi colombiani hanno fornito la concreta misura di quanto sia grande l’interesse in Colombia – e forse in tutta l’America Latina – verso un cambiamento culturale nel campo della salute mentale, cambiamento per il quale si guarda con interesse alle ricerche svolte in Italia. Numerose sono le iniziative messe in cantiere come ricaduta e prosieguo del Congresso colom¬biano, tra cui: l’avvio di un corso di training di due anni  in psicoterapia cognitivo-comportamentale, con l’aiuto di docenti italiani della Scuola Aleteia International, fondata e diretta ad Enna da Tullio Scrimali e la costituzione di un’associazione colombiana di medicina comportamentale e psicosociale che possa affiliarsi alla International Society of Behavio¬ral Medi¬cine (ISBM), nonché la fondazione di un Centro di epidemiologia comportamentale.  In un Paese afflitto da problemi gravi, quali la grande incidenza di alcoolismo, gravidanze precoci, tossicodipendenze e suicidi giovanili, grande è l’aspettativa e l’interesse verso la nuova prospettiva, proposta dalla Scuola ALETEIA International di Enna che consente di superare barriere teoriche e linguistiche, contrapposizioni e gelosie che tradizional¬mente hanno ostacolato la collaborazione tra le istituzioni e le figure professionali potenzialmente coinvolte nel¬l’affrontare queste patologie.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati