Comunali Roma 2016, l’annuncio della Meloni: “Mi candido, una scelta d’amore”

Giorgia Meloni ha annunciato ufficialmente la sua candidatura a sindaco di Roma per le Comunali 2016: "Sono venuta ad annunciare dopo attenta e ragionata riflessione che ho deciso di correre per la carica di sindaco di Roma. È una scelta che immagino non aspettavate, una scelta che considero una scelta d'amore. Si tratta di combattere il governo Renzi, governo di burattini, e di restituire dignità alla nostra città". "Una scelta d'amore" "Faccio una scelta che molti considerano forte, non mi sono mai tirata indietro rispetto alle scelte epocali. Si sa che avrei preferito godermi i mesi della gravidanza, i più belli che una donna possa avere: ho sempre considerato che se non ci fosse stata un'opzione migliore l'avrei fatto".

Sulle polemiche sulla presunta incompatibilità tra il suo ruolo di mamma e candidato sindaco ha detto: "Ogni donna deve scegliere liberamente come affrontare la gravidanza. Credo che nessun uomo possa dire a una donna cosa può o non può fare in ragione della gravidanza. In una città che ha come simbolo una lupa che allatta due gemelli non sarà un problema un sindaco che allatta il suo bambino". Meloni ha poi spiegato che sarà una campagna elettorale fatta "con i tempi di una mamma": "I romani e le romane capiranno. Sono qui per unire e non per dividere, ma soprattutto sono qui per vincere, è una possibilità assolutamente alla nostra portata". L'appello a Bertolaso: "Non farti strumentalizzare" La Meloni ha poi lanciato un appello a tutto il centrodestra: "Aiutatemi a non lasciare Roma nelle mani di quella che l'hanno ridotta come è oggi. Vinciamo insieme perché si può fare".

Poi rivolta a Bertolaso: "È un dato di fatto che fin qui non è riuscito a scaldare il cuore dei romani. Voglio dirgli di non farsi strumentalizzare. Voglio vincere". La Meloni ha poi dato appuntamento al primo weekend di aprile, quando sarà svelato nei dettagli il programma elettorale, e ha terminato così il suo annuncio: "Vogliamo che i romani possano tornare a guardare il mondo intero e a dire: ‘Civis romanus sum'". "Non faremo errori di Alemanno" Nelle dichiarazioni rese dalla Meloni alla stampa in piazza del Pantheon la presidente di Fratelli d'Italia ha parlato dell'ex sindaco Gianni Alemanno: "Non ci sarà l'ombra di Alemanno, i romani sanno che non c'è nessun rapporto con Alemanno che sta fondando un nuovo movimento alternativo a FdI. Ci sarà discontinuità rispetto agli errori del passato". Bertolaso: "Vado avanti come una ruspa".

E Tosi: "Potrei candidarmi" "Non mi ritiro. Vado avanti  come una ruspa come mi avevano chiesto due mesi fa. A Giorgia voglio ancora bene", ha dichiarato Guido Bertolaso al programma  di Radio 2 Un giorno da pecora. A sorpresa a Roma potrebbe candidarsi anche Flavio Tosi, sindaco di Verona: "Sto pensando di candidarmi a Roma, alcuni amici me l'hanno chiesto e io il sindaco lo so fare". Sancita la spaccatura nel centrodestra La leader di Fratelli d'Italia ha incontrato i cittadini e la stampa al Pantheon verso le 12. Un incontro molto atteso dopo le polemiche degli ultimi giorni, con il centrodestra spaccato tra i nomi di Guido Bertolaso (sostenuto da Forza Italia) e quello della stessa Meloni, che ha invece l'appoggio della Lega Nord di Matteo Salvini. La cronaca degli ultimi giorni racconta di numerose affermazioni e vere e proprie "gaffe" dell'ex capo della Protezione civile, che hanno portato alla spaccatura tra Lega e Forza Italia sul suo sostegno. Da quelle sui rom, definiti da Bertolaso "una categoria vessata e penalizzata", alla frase "Roma è una città terremotata e io sono qui per ricostruirla", che aveva fatto infuriare i cittadini de L'Aquila. Fino all'ultima, quella sulla maternità di Giorgia Meloni che è stata forse la scintilla decisiva che ha fatto scendere in campo la leader di Fratelli d'Italia.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati