Completata la catagolazione dei reperti archeologici conservati a Palazzo Trigona

La Soprintendenza di Enna completa la fase di catalogazione di tutti i reperti archeologici depositati nei magazzini di Palazzo Trigona, l’edificio storico destinato a diventare museo della città. Dagli uffici la conferma di un patrimonio di decine di migliaia di pezzi di interesse scientifico, tutti provenienti dalle aree archeologiche della provincia di Enna. Anche se il numero maggiore di reperti, come confermato dalla soprintendenza, proviene dagli scavi effettuati negli ultimi decenni nell’area archeologica di Montagna di Marzo, tra Piazza Armerina e Barrafranca. Una zona impervia e isolata spesso diventata meta dei tombaroli. Ogni singolo coccio è stato registrato e schedato.


Roberto Palermo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati