Comitato cittadino contro il caro-bollette rifiuti

Comunicato stampa


Le scriventi Associazioni e Movimenti Civici della Città di Enna, in una riunione congiunta tenutasi il 4 gennaio ’11 per esaminare le notifiche fatte recapitare agli utenti ennesi per la tassa sui rifiuti anno 2009, premettono:
1) la tariffa relativa all’anno 2009 è stata determinata con Ordinanza del Sindaco Agnello;
2) avverso tale Ordinanza è stato proposto ricorso al TAR, il quale ha sospeso gli effetti, dichiarando che l’organo che aveva determinato la tariffa era incompetente;
3) con delibera di Giunta Municipale n.126 del 25/05/10 venivano deliberate le tariffe per gli anni 2009  (retroattiva) e 2010;
4) avverso tale delibera veniva presentato ricorso al TAR, il quale dichiarava ammissibile il ricorso, ma non accoglieva la richiesta di sospensiva, rimandando all’udienza di merito;
5) l’Amministrazione Comunale, assieme all’Ufficio Tributi, hanno fatto recapitare agli utenti, con raccomandata, la notifica della tassa per l’anno 2009 che ammonta a € 3,16/mq per le utenze domestiche;
denunciano
la illegittimità del procedimento e della notifica, in quanto
1) l’avviso porta una tassa deliberata da Organo incompetente;
2) l’avviso reca una tassa deliberata in modo retroattivo in violazione dello statuto del contribuente;
3) l’avviso porta dei balzelli, come il 10% per l’ex ECA, illegittimo per il modo in cui viene riscosso e perché mai istituito con atti deliberativi del Consiglio Comunale;
4) l’avviso porta una tassa non equa, in  quanto nessun Organo Comunale ha deliberato sulla base di un piano economico-analitico che assicuri un servizio efficiente e senza sprechi e/o spese inutili;
5) l’avviso porta una tassa non equa, in quanto sono inseriti nel costo complessivo servizi mai resi (v. raccolta differenziata, lavaggio cassonetti, ecc.);
chiedono
a tutte le forze politiche consiliari una convocazione straordinaria ed urgente del Consiglio Comunale che deliberi:
– la richiesta di annullamento della delibera della G.M. n.126 del 25/05/2010; 
– la richiesta di annullamento delle notifiche effettuate;
– la costituzione di un tavolo tecnico tra le parti in causa che affronti alle radici ed in maniera definitiva  il problema;
comunicano
ai cittadini che qualora in sede politica non si trovino le soluzioni più consone, possono tutelarsi presentando alla Commissione Tributaria Provinciale di Enna ricorsi singoli entro 60 giorni dalla data di ricevimento dell’avviso di pagamento da parte del Comune.
  COMITATO CITTADINO CONTRO IL CARO-BOLLETTE RIFIUTI
AVVISO ALLA CITTADINANZA
Le sottoscritte Associazioni e Movimenti Civici della Città di Enna denunciano la illegittimità delle notifiche per la tassa rifiuti per l’anno 2009 per i seguenti motivi:
1) la tassa è illegittima perché è stata determinata da un Organo incompetente e non invece dal Consiglio Comunale;
2) la tassa è illegittima perché è stata deliberata in modo retroattivo, in violazione allo statuto del contribuente;
3) la tassa è illegittima perché contiene balzelli (ex ECA 10%) ;
4) la tassa è iniqua perchè non tiene conto dell’effettivo costo del servizio; chiedono a tutte le forze consiliari la convocazione di un Consiglio Comunale urgente ed in sessione straordinaria affinchè si deliberi: 1) richiedere all’Amm. Comunale di annullare la delibera n. 126 del 25/05/10;
2) richiedere all’Amm. Comunale di dichiarare nulle le notifiche effettuate;
3) di istituire un tavolo tecnico che affronti e risolva in modo definitivo il problema; rassicurano  i Cittadini che qualora ciò non avvenga, stanno predisponendo un ricorso da presentare alla Commissione Tributaria Provinciale di Enna, nei modi e termini che saranno eventualmente comunicati in una fase successiva. Ci chiediamo e Vi chiediam perché noi di Enna dobbiamo pagare un costo del servizio di € 3,16 al mq, mentre in media, negli altri Comuni si pagano € 1.80 al mq? Questa è la domanda che giriamo ai nostri rappresentanti istituzionali!!!!!!!!   COMITATO CITTADINO CONTRO
  IL CARO BOLLETTE RIFIUTI

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati