Cibo scaduto, i 10 alimenti che si possono mangiare oltre la data indicata

Quante volte magari aprendo il frigo ci siamo accorti che la data di scadenza di un alimento confezionato era ormai passata e ci siamo chiesti se potevamo mangiarlo? In realtà, come tutti gli esperti confermano, spesso la data di scadenza riportata sulle confezioni dei prodotti è solo un fatto merceologico quindi al massimo l'alimento può perdere determinate caratteristiche di gusto e non sempre è necessario buttare immediatamente ciò che scade. Ovviamente molto dipende dal tipo di alimento e da come è stato conservato quindi nella maggior parte dei casi basta controllare bene l'etichetta e avere un po' di attenzione quando si apre il prodotto per controllarlo.

Come detto quindi la prima cosa da ricercare è la dicitura relativa alla scadenza sulla confezione. Se è riportata solo la data di scadenza infatti è sconsigliabile mangiare il prodotto dopo il periodo riportato, al contrario se è indicata la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro", è largamente probabile che il cibo sia ancora perfettamente buono da mangiare. Poi ovviamente sono da preferire prodotti specifici come ad esempio quelli secchi e che non mostrano segni di degradazione e che sono stati conservati bene, mentre è meglio evitare i cosiddetti cibi freschi.

A cercare di dare qualche dritta chi ha pensato Dan Cluderay, un esperto in materia essendo proprietario del sito web Approved Food, specializzato nella vendita a prezzo scontato di cibo che ha superato la data di scadenza. In base ad alcune caratteristiche chiave infatti i sito ha stilato una sorta di classifica dei dieci cibi che si possono mangiare dopo la scadenza senza problemi:

1 – Patatine confezionate. Nonostante non siano salutari grazie alla massiccia presenza del sale la data di conservazione si prolunga notevolmente.
2 – Cioccolato. Per il dolce alimento invece è proprio la quantità di zucchero a garantirne la conservazione.
3 – Ketchup. È uno di quei prodotti dove a fare la differenza è la corretta conservazione visto che può essere consumato anche dopo un anno oltre dalla data di scadenza se tenuto in un luogo fresco e asciutto
4 – Yogurt. In generale può durare fino a sei settimane oltre la data di scadenza e basta stare attenti alla presenza di muffa quando lo si apre.
5 – Formaggio a pasta dura o stagionato. È uno di quei prodotti che praticamente non scade mai. Unica avvertenza è la muffa ma è sufficiente raschiarla via con un coltello. Da evitare tassativamente invece quelli a pasta molle.
6 – Latte. Qui bisogna stare attenti, la differenza la fa l'osservazione diretta: se inizia ad avere un cattivo odore e a rapprendersi non può essere consumato.
7 – Uova. Anche qui l'osservazione è importante. Per capire se sono buone basta immergerle in una ciotola d'acqua: se galleggiano, probabilmente al loro interno si sono accumulati gas e batteri e quindi è meglio scartarle. Se invece affondano, probabilmente sono ancora buone.
8 – Pane. È un alimento che anche se stantio si può consumare tranquillamente. L'importante è che non abbia della muffa sopra.
9 – Riso. Può durare mesi oltre la data di scadenza così come la pasta.
10 – Frutta e verdura. Anche qui vale la regola dell'osservazione: se non c'è muffa, un cambio di colore o un appassimento eccessivo allora possono essere mangiate tranquillamente.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati