CARMELO TUMINO – GLI STERILI TATTICISMI DEI PARTITI

1/5/2008 –

“L’Italia mostra di essere un paese bloccato e smarrito”. La dichiarazione è contenuta in un comunicato stampa dell’On. Carmelo Tumino che , in questi primi giorni del 2008, tenta di fare a chiarezza sulla crisi politica e sociale in relazione anche delle prossime elezioni provinciali.


“I partiti sono impegnati – afferma il deputato regionale – in tatticismi spesso sterili e mostrano di avere grande difficoltà nel fare sintesi; soprattutto non c’è un dibattito sui contenuti, sulla progettualità per il territorio,  sui vari aspetti del rapporto fra politica e società.”


Il fatto che  gran parte dei cittadini si rifugia nell’antipolitica e, con riferimento ai partiti ed ai politici, fa di tutta l’erba un fascio è, secondo Tumino,  una manifestazione di decadenza della società e di crisi della democrazia.; per questo occorre spostare il confronto sulle cose essenziali:


la centralità del cittadino, la diminuzione del controllo della politica sulla vita sociale, la necessità di contrastare  l’assistenzialismo e il principio di responsabilità in base al quale il dirigente pubblico o il lavoratore dipendente inoperoso devono essere adeguatamente sanzionati.


Sui temi caldi della provincia Carmelo Tumino afferma che occorre rivedere tutto il settore delle società partecipate dalla Provincia: Cesis, Multiservizi, ecc.,  per superare il sistema di carrozzoni che caratterizza la dimensione pubblica e che occorre affermare un’idea di sviluppo che veda un più forte ruolo propulsivo della Provincia nell’economia del territorio.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui