CAMPAGNA DI PREVENZIONE DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE

Il Sert di Enna   presenta il  Progetto Koinè (finanziato dal Fondo Nazionale della Lotta alla Droga ex dpr. 309/90)Tutti parlano di fermare la droga, vediamo come!!
Dire: “ Non si fa!” oppure “ Ti uccide!!” non serve più e non rende ragione della complessità dell’attuale situazione.
Vi invitiamo a discuterne insieme


Strategie d’intervento
Nell’ambito delle attività di lotta alle droghe, il Servizio Tossicodipendenza di Enna (Ser.T) ha avviato il “Progetto Koinè”.
Sempre di più, infatti, si sente parlare di dipendenza da gioco, internet,  tv, cellulari,  sesso,  lavoro,  shopping, cibo. Attività del quotidiano che possono limitare la libertà  delle persone.
Accanto ai percorsi per i giovani, Koinè, propone, agli adulti con funzioni educative, un corso di 3 incontri da realizzare nelle sedi delle associazioni, movimenti, parrocchie, riconoscendo valore alla dimensione gruppale e alle appartenenze.
Gli incontri avranno cadenza quindicinale e una modalità interattiva, con presentazione del tema e  discussione in gruppi di genitori ed educatori:
• Come si fa a capire che tuo figlio si droga?
• Nuove forme di dipendenza
• Quali modelli educativi oggi


Obiettivi
 Stimolare la riflessione su abitudini e promuovere  stili di vita alternativi
 Trasmettere informazioni sulle dipendenze
 Stimolare il confronto educativo tra genitori ed educatori
Destinatari
Parroci, genitori, educatori e responsabili di movimenti, associazioni e gruppi.


Figure professionali coinvolte:
Dott. Giancarlo Pintus, Dott.ssa Falco Vincenza  (psicologi-psicoterapeuti)


Per informazioni: Operatori Ser.T:Violetta Vetri, Ermanno Pucci, Irene Castellana Tel 0935/520836


Responsabile del progetto
Dott. Stefano Dell’Aera – Responsabile del Ser.T. del distretto di Enna   


Modalità di partecipazione
Chiediamo, cortesemente, agli interessati di contattare gli operatori Ser.T per fissare un primo appuntamento.
Si pensa di discutere dell’opportunità offerta dal Servizio con i responsabili delle agenzie educative, concordando con loro le modalità di realizzazione, nel rispetto delle richieste degli interessati.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati