CAMERA DI COMMERCIO: LAVORI DEL CONSIGLIO CAMERALE

Il Consiglio della Camera di Commercio di Enna, nella seduta del 2 Febbraio nell’approvare la Relazione programmatica ed il Bilancio di previsione per il 2009 presentata dal Presidente della Camera Liborio Gulino ha discusso anche delle iniziative per contrastare la grave crisi in atto.   Un importante riunione, dice il Presidente Gulino, sia per l’approvazione dei punti all’ordine del Giorno ma anche per gli impegni assunti in direzione della difesa e del sostegno ai settori produttivi e dei servizi della nostra realtà provinciale, come l’approvazione di un Ordine del Giorno a sostegno del comparto agricolo, con particolare riferimento al settore cerealicolo e zootecnico, da inoltrare alle istituzioni locali, regionali e nazionali e la organizzazione di un incontro con tutte le organizzazioni di categoria, professionali e sociali, le istituzioni locali, la rappresentanza Parlamentare regionale e nazionale per analizzare lo stato di crisi generale che riguarda tuttii settori della nostra economia e per chiedere con forza, al Governo Regionale e Nazionaleinterventi concreti di sostegno, ma soprattutto investimenti per lo sviluppo.  


Tutti i settori dell’economia locale sono in crisi, hanno detto all’unisono i rappresentanti dei comparti. L’agricoltura è in ginocchio, sia per la mancanza di interventi ma anche per scelte penalizzanti da parte dei governi ai diversi livelli, a queste si aggiungono le recenti calamità naturali che hanno causato notevoli danni alle colture, alle fattorie ed alle vie di comunicazioni quali strade e stradelle di penetrazione e di accesso alla aziende agricole con la conseguente richiesta dei Comuni e delle Associazioni agricole dello stato di calamità e dell’ intervento della Protezione Civile; l’edilizia è in crisi anche per la mancata pubblicazione degli appalti delle opere pubbliche da parte degli Enti, così come denunciato dalle Associazioni degli edili e che vede un calo a livello regionale di circa il 60% e di oltre il 33 % a livello provinciale con centinaia di licenziamenti e con pesanti ripercussioni anche e soprattutto sul comparto dell’artigianato; il settore del commercio soffre dal pesante calo dei consumi con conseguente chiusura di decine di attività; il tutto è contornato anche dal flagello delle anomalie degli studi di settore che pongono Enna al pari di città come Milano, Bologna o Roma con penalizzazione e notevoli danni per le imprese ennesi.


Nel 2008 si è oltre che raddoppiato rispetto all’anno precedente il numero dei fallimenti da 9 a 19.   Tutti gli indicatori appaiono negativi e non lasciano ben sperare per il futuro della nostra provincia se non vi saranno interventi concreti.   La Camera di Commercio dichiara il Presidente Liborio Gulino in questo contesto non può e non vuole sottrarsi al suo ruolo di rappresentanza ma anche di difesa degli interessi delle imprese e dell’economia del territorio. Ruolo che intende esercitare, di concerto con le Organizzazioni professionali e le altre istituzioni, per la salvaguardia del tessuto economico e dell’occupazione. L’iniziativa di cui intende farsi promotrice tende proprio a questo; a rappresentare alle istituzioni a tutti i livelli lo stato di crisi e di grande malessere del mondo economico e sociale e per chiedere immediati interventi anticrisi e di prospettiva.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati