Bracciante agricolo arrestato in provincia di Enna.

Nel corso dei servizi straordinari di controllo del territorio in ambito rurale, finalizzati alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio ed in materia di armi, disposti dal Questore dottor Salvatore Patané, è stato arrestato Oglialoro Salvatore, un bracciante agricolo che deteneva un fucile con la matricola modificata, al fine di non consentirne l’identificazione, ed, occultava all’interno di grossi container, mezzi agricoli e da lavori, provento di furto nella sua masseria nei pressi di Mulinello. Da immediati accertamenti effettuati dai poliziotti ennesi è stato possibile risalire ai proprietari di alcuni mezzi. Continuano le indagini per rintracciare gli altri proprietari dei mezzi rinvenuti . L’intera operazione è stata svolta dagli uomini della Squadra Mobile e dei Commissariati di P.S. di Piazza Armerina e Leonforte, sotto la direzione del vice Questore dr. Giovanni Cuciti e dei Commissari Capo dottor Gabriele Presti e dottor Salvo Tognolosi. Dopo l’arresto, il signor Oglialoro, ultimati gli adempimenti di rito, è stato trasferito presso il carcere di Enna a disposizione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Enna, dott.or Calogero Ferrotti.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati