Bonus Bebe’ : pubblicato avviso per l’erogazione del bonus

Pubblicato l’avviso concernente criteri e modalità di erogazione del bonus di 1.000 euro per la nascita di un figlio, ex art.6, comma 5 L.R. n.10/2003- Anno 2010
Le domande dovranno essere presentate entro il 31 Agosto 2010
In applicazione dell.art.6, comma 5 della legge regionale 31 luglio 2003, n.10, al fine di promuovere la riduzione ed il superamento degli ostacoli di ordine economico alla procreazione per le famiglie meno abbienti, è prevista l’assegnazione di un Bonus di 1.000,00 euro per la nascita di un figlio, sulla base dei parametri e dei criteri specificati nell’allegato bando. L’istanza dovrà essere redatta su specifico schema predisposto dal competente Assessorato Regionale, anch’essa allegata al bando pubblico, secondo le forme della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai sensi dell’art.46 e segg. del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445, e la stessa dovrà essere presentata presso l’Ufficio protocollo del Comune di Piazza Armerina, entro il 31 agosto 2010.


All’istanza deve essere allegata la seguente documentazione:
– fotocopia del documento di riconoscimento dell’istante in corso di validità, ai sensi dell’art.38 del D.P.R. 445/2000;
– attestato indicatore I.S.E.E. rilasciato dagli Uffici abilitati, con reddito riferito all’anno 2009;
– in caso di soggetto extracomunitario, copia del permesso di  soggiorno in corso di validità;
– copia dell’eventuale provvedimento di adozione.
La presentazione della predetta documentazione è obbligatoria ai fini dell’ammissione al beneficio e le domande sprovviste anche di un solo documento potranno essere rigettate.
Il Dipartimento Regionale Famiglia e Politiche Sociali redigerà la graduatoria regionale ordinando i soggetti richiedenti per indicatore I.S.E.E. crescente. Nel caso di situazioni ex aequo sarà data precedenza al bambino con data di nascita anteriore.
Con Decreto del Dirigente Generale si procederà al riparto ed all’assegnazione delle somme ai Comuni richiedenti, secondo l’ordine di graduatoria e nei limiti dello stanziamento di Bilancio regionale disponibile.
Il Bonus verrà erogato ai beneficiari direttamente dal Comune, fino alla concorrenza della somma assegnata dalla Regione.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati