Autostrade: Lombardo chiede incontro a Berlusconi per risorse CIPE

 E’ arrivato il momento di far ripartire l’infrastrutturazione dell’isola ad iniziare dai cofinanziamenti Cipe – Regione siciliana per strade ed autostrade, prima fra tutte la Catania – Ragusa. Con una lettera inviata al primo ministro, Silvio Berlusconi, e al manager dell’Anas, Pietro Ciucci, il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo chiede un incontro urgente al governo nazionale per discutere di strade e autostrade siciliane, “al fine di definire ogni questione controversa, nell’interesse dei cittadini siciliani e dell’intera collettivita’ nazionale”. Nel documento inviato al premier, Lombardo traccia un vero e proprio ‘cahiers de dolehances’ di “interventi finanziati e finanziabili dal Cipe per la realizzazione di alcuni tratti stradali”. Nelle due pagine inviate a Berlusconi, il presidente siciliano elenca le opere “che si sarebbero potute realizzare da tempo e la cui realizzazione, viceversa, non e’ mai stata avviata non certo per inadempienza della Regione siciliana”. Lombardo sottolinea come la Sicilia “parrebbe essere l’unica regione italiana che non e’ riuscita a sottoscrivere con il governo nazionale l’aggiornamento dell’Intesa generale quadro per le infrastrutture”. Altrettanto grave, per Lombardo, e’ “il mancato riscontro alle richieste della Regione siciliana per la realizzazione di opere numerose e importanti, purtroppo non finanziate dal Cipe”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati