Assemblee Terrioriali Idriche (ATI) convocata runione all’assessorato energia

” Situazione attuale e problemi da affrontare con urgenza: questi i punti cardine che l’assessorato regionale all’Energia ha affrontato, ieri mattina, insieme con i presidenti delle nuove Ati e gli ex commissari degli Ato. “Sono molteplici gli ostacoli da superare, – hanno spiegato Leoluca Orlando e Salvatore Lo Biundo, rispettivamente presidente e vice presidente di AnciSicilia – primo fra tutti la gestione del passaggio da un organismo all’altro. Intanto, occorre una norma transitoria che diriga e snellisca quanto più possibile il traghettamento da Ato a Ati, cercando di salvaguardare gli investimenti attuati dagli Ato con i fondi comunitari e facendo attenzione a non traslare i debiti dagli Ato idrici ai nuovi organismi. In più, non bisogna perdere di vista il nodo che riguarda il personale”. “Come AnciSicilia – hanno concluso Orlando e Lo Biundo – chiediamo l’attenzione dell’Ars affinché si preveda una norma in grado di far transitare in maniera adeguata tutte le competenze. Ci è stato, comunque, assicurato che la nostra Associazione sarà coinvolta per dare il proprio contributo sulla definizione della norma. Speriamo sia la volta buona. E’ di fondamentale importanza che l’AnciSicilia partecipi alle decisioni che riguardano la gestione di servizi che ricadono sui territori, anche per evitare che i sindaci, pur non avendo avuto alcuna voce in capitolo, debbano rispondere di eventuali problemi e discrepanze”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati