APPALTI: GENTILE, IN SICILIA UNA RIFORMA URGENTE

PALERMO, 20 FEB (SICILIAE) – La riforma degli appalti non e’ piu’ rinviabile. Lo sostiene l’assessore alle infrastrutture e alla mobilita’, Luigi Gentile. ”Per l’economia siciliana – dice – uno dei settori trainanti e’ stato ed e’ legato anche agli investimenti nelle infrastrutture con ampie e durature ricadute positive sulla riqualificazione del territorio e sulla qualita’ della vita.Gentile aggiunge che il disegno di legge di riforma del settore e’ gia’ pronto e al piu’ presto sara’ trasmesso alla giunta regionale per l’approvazione e il successivo trasferimento all’Ars. E’ uno strumento che consentira’ di superare rapidamente le attuali criticita’. ”I ritardi – spiega l’assessore – sono stati provocati dalla riforma dell’organizzazione dell’amministrazione regionale. Adesso, invece, si procedera’ nel breve termine a sostenere l’iter legislativo del testo, caratterizzato da norme semplici, applicabili e coerenti con le direttive europee”. La riforma ruota intorno ad alcuni punti cardine che sono i criteri di aggiudicazione delle opere, gli Urega (uffici per l’espletamente delle gare), l’osservatorio regionale per gli appalti pubblici, i lavori, le forniture e i servizi, le clausole di legalita’ e sicurezza nei cantieri, la commissione regionale pubblici appalti per il prezziario regionale. Obiettivi primari del testo sono la trasparenza e la legalita’. Particolare attenzione e’ riservata allo snellimento delle procedure, al fine cosi’ di armonizzare la legge regionale alla normativa europea.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati