Al via il progetto di alfabetizzazione motoria

Prenderà il via il prossimo 1 febbraio il progetto di “Alfabetizzazione motoria”, per gli alunni delle scuole primarie. L’iniziativa è stata promossa lo scorso anno dal Coni nazionale e dal Ministero per la Pubblica Istruzione e la Ricerca Universitaria che quest’anno hanno deciso, di comune accordo, di proseguire l’esperienza ampliando la partecipazione dei plessi scolastici. In Sicilia le scuole “pilota” scelte per portare avanti il progetto sono 28 di cui 1 in provincia di Enna, per la precisione la scuola elementare Neglia di Enna Bassa. Così gli alunni di 2 interi corsi di questa scuola per 2 ore la settimana per i prossimi 4 mesi avranno la possibilità di poter praticare l’attività motoria grazie agli stessi insegnati presenti nell’istituto che saranno affiancati da un esperto che è stato scelto attraverso una apposita selezione da parte del Dipartimento di Educazione Fisica dell’Ufficio Scolastico Regionale. “Il progetto di alfabetizzazione motoria è il primo passo verso l’istituzionalizzazione dell’educazione fisica nelle scuole primarie – dice il presidente provinciale del Coni Roberto Pregadio – una iniziativa nata lo scorso anno per volontà del Coni nazionale sposata dal Ministero, che quest’anno ha anche stanziato dei fondi, e che tra l’altro ha intenzione di estenderla a regime in tutte le scuole primarie in Italia dal 2013”. In provincia di Enna il progetto di Alfabetizzazione motoria nelle scuole primarie è però già un passo in avanti rispetto ad altre realtà regionali. Infatti grazie ad un protocollo d’intesa tra il Comitato provinciale Coni, la Scuola regionale dello Sport e la Facoltà.di Scienze Motorie dell’Università Kore di Enna, il cui preside è il Professore Mario Li Poma, si sta già lavorando per la formazione del corpo insegnanti delle scuole primarie in provincia. Infatti dal prossimo 19 gennaio prenderà il via una campagna di formazione di circa 160 docenti di 17 scuole primarie di tutta la provincia. La formazione sarà effettuata dai docenti della Facoltà di Scienze motorie e della Scuola regionale dello Sport. La formazione durerà circa 3 mesi ed avrà una organizzazione itinerante. Infatti saranno i docenti che si recheranno su quattro poli comprensoriali in tutta la provincia dove incontreranno gli insegnanti. Per la precisione i poli di formazione saranno la scuola elementare Europa di Barrafranca, la Fermi di Catenanuova, la Santa Chiara di Enna e la Carmine di Nicosia. “Con questa sinergia con la Facoltà di Scienze Motorie – continua Pregadio – stiamo per certi versi anticipando i tempi in modo che saremo già pronti quando, come prevede il Miur, l’attività motoria sarà estesa a tutte le scuole primarie d’Italia”.    

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati