PARTONO PER LA BOSNIA HERZEGOVINA TRE STUDENTI DELL’UNIVRSITA’ KORE

Con la riunione operativa, prevista per martedì 1 settembre alle ore 10,30 nei locali sociali in via Civiltà del lavoro a Enna bassa, prende di fatto il via il progetto voluto dall’Associazione regionale di volontariato Ong Luciano Lama, presieduta dall’ennese Giuseppe Castellano, che vedrà per due mesi, tre studenti laureandi dell’Università Kore di Enna, prescelti dall’associazione Luciano Lama, trasferirsi in Bosnia Herzegovina per un tirocinio formativo di due mesi e studiare gli aspetti, politico-sociali-culturali di quel territorio balcanico della ex Jugoslavia per poi passare ad una fase di progettualità relativa alla cooperazione decentrata con particolare attenzione alle tematiche sociali nonché sull’economia dello sviluppo ed internazionalizzazione. I tre studenti sono Lino Chiusa studente al Dams Giovanni Discolo in Mediazione culturale e Giuseppe Zuzzè in Scienze Giurdiche. Martedì 1 settembre si ritroveranno nella sede dell’associazione Luciano Lama, e con il presidente della stessa Giuseppe Castellano metteranno a punto tutti gli aspetti organizzativi legati alla partenza. Dal prossimo 8 settembre i tre studenti, che saranno accompagnati nelle città dove risiederanno da Castellano, si trasferiranno rispettivamente nelle città di Zenica, Sbrenica e Ilijas dove vi rimarranno per studiarne il territorio, la sua storia, le peculiarità da tutti i punti di vista. I tre studenti in pratica prepareranno il “terreno” all’importante evento dell’inaugurazione di tre strutture di accoglienza, nelle tre città che sempre l’associazione Luciano Lama, finanziate sempre dalla Regione Sicilia, con circa 220 mila euro, in partenariato con le istituzioni sociali, sta realizzando e che ormai sono in fase di ultimazione. Per la precisione la realizzazione di una casa famiglia per il recupero scolastico e di formazione per l’inserimento nel mondo del lavoro, per ragazzi orfani Over 18 a Sbrenica, città divenuta tristemente famosa, durante la guerra civile che insanguinò la Bosnia nella metà degli anni 90. In quella città infatti si consumò una delle più orribili stragi compiute ai danni di civili dalla seconda guerra mondiale in poi. Ed ancora un centro sociale destinato a donne vedove, a Ilijas cittadina a pochi chilometri da Sarajevo ed infine una casa di accoglienza per 24 minori disabili a Zenica, sempre nei pressi della capitale della federazione bosniaca. L’associazione Luciano Lama penserà anche alla formazione del personale del posto, che andrà a gestire in futuro, le tre strutture, grazie ad uno Staff di una quarantina di esperti tutti siciliani, tra docenti e personale amministrativo, messi a disposizione dall’Università Kore, con cui da anni, la Luciano Lama ha stipulato dei protocolli di intesa e collaborazione. Per gli ospiti delle tre strutture, in particolare per le donne vedove di Ilijas e Over 18 a Sbrenica, saranno avviati, laboratori per l’apprendimento di attività lavorative, che andranno dalla sartoria, alla lavorazione delle ceramiche, ma anche, con la realizzazione di sale multimediali, all’utilizzo di personal computer. Tutti coloro che volessero informazioni sulle attività dell’associazione Luciano Lama e conoscere tutti i progetti avviati sia in Italia che all’estero, potranno telefonare allo 0935/533211 oppure collegarsi con il sito, ufficiale dell’associazione www.associazionelucianolama.it.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

GLI EFFETTI DELLA RIFORMA GELMINI: AL MAJORANA 39 STUDENTI IN UNA CLASSE

Negato il diritto di studio a molti studenti dell’istituto d’istruzione superiore “Ettore Majorana” di Piazza Armerina. Per 39 ragazzi la riforma Gelmini è diventata un’amara realtà che sta sconvolgendo la libertà di ognuno di loro di intraprendere il corso scolastico più consono alle proprie esigenze e desideri. Da qualche giorno, il dirigente scolastico dell’istituto, la professoressa Lucia Giunta ha comunicato ai 39 studenti che devono frequentare il terzo anno e che hanno scelto l’indirizzo di informatica, che l’ufficio scolastico regionale non ha consentito la formazione di due classi. Il dirigente si trova con le mani legate, non può certo formare una classe di 39 studenti considerando anche la presenza di un alunno portatore di handicap  e non può neanche costringere 9 alunni a scegliere un altro indirizzo. I genitori dei ragazzi non intendono accettare questa situazione che di fatto preclude ai propri figli la libertà di intraprendere gli studi desiderati, hanno redatto un documento dove chiedono che venga garantito il diritto allo studio senza precludere la libertà di scelta di indirizzo. Il documento consegnato al dirigente scolastico è stato inoltrato immediatamente agli organi competenti. Insegnanti, genitori e studenti sperano che in questi pochi giorni prima dell’inizio delle lezioni si possa risolvere la questione a favore del bene dei ragazzi. Nell’ultimo anno la scuola italiana ha subito un duro colpo in nome di una riforma giustificata dalla necessità di  migliorare la qualità dell’offerta formativa  ma che di fatto è motivata dall’esigenza di risparmiare sulla spesa pubblica. In questi giorni in tutta Italia alle diverse  manifestazioni di protesta da parte dei precari rimasti fuori dagli incarichi si è unito il disappunto di insegnanti e alunni . La riforma ha prodotto classi affollate che non favoriranno il difficile lavoro degli insegnanti, non va dimenticato che insegnare non vuol dire semplicemente trasferire un certo numero di nozioni ma nell’azione educativa del docente diventa determinante il rapporto interpersonale con ogni alunno in modo esclusivo e personale. Il bilancio di questa riforma: meno classi, meno docenti, più alunni, il risultato è evidente.  I ragazzi di oggi saranno gli adulti di domani, risparmiare sulla loro formazione probabilmente produrrà una società inetta.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

IL PREMIO START PIAZZA ARMERINA CITTA’ D’ARTE ENTRA NELLA FASE FINALE

Il Premio Start – Piazza Armerina Città d’arte è ormai in dirittura d’arrivo. Domani, primo settembre, verranno resi noti, i nominativi che nella serata finale si “contenderanno” il primo riconoscimento ufficiale attribuito nella nostra città.
Sono centinaia le segnalazioni  giunte in redazione a testimonianza del grande successo che ha riscosso l’iniziativa e della fiducia accordataci dai nostri lettori.
La scelta del vincitore per le varie categorie sarà un compito difficile soprattutto perché tutti coloro che sono stati segnalati sono ampiamente meritevoli di ricevere un riconoscimento per l’attività svolta e per l’impegno profuso nel loro settore. Ci auguriamo che, in futuro,  il premio sia considerato anche uno stimolo a produrre eccellenze nei vari campi. E’ nostra intenzione monitorare nei prossimi mesi tute le attività culturali, sociali, sportive  ed economiche  per favorire un maggiore impegno nell’organizzazione di eventi , nelle produzioni di qualità  e nel raggiungimento di obiettivi.
Le pagine internet del premio Start rimarranno dunque attive per raccogliere durante l’anno tutte le vostre segnalazioni.
Vi ricordiamo che il premio verrà attribuito nella serata del 7 settembre che si terrà presso l’atrio Biblioteca in via Vittorio Emanuele.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

STADIO GAETA: L’INGRESSO E’ AGIBILE

Il sindaco Rino Agnello e il questore Salvo Patanè smentiscono che l’ingresso dello stadio sia inagibile. “L’impianto è funzionante – dice Agnello – così come l’ingresso è agibile. La zona è stata transennata solo per permettere ai vigili del fuoco di effettuare interventi precauzionali sul prospetto esterno. Questi interventi sono stati fatti alla presenza dei responsabili dell’impianto comunale”.Giovedì scorso il sindaco aveva fatto un sopralluogo al Gaeta assieme al questore e al suo staff per constatare lo stato dell’impianto sportivo e concordare degli interventi per migliorare la fruibilità e la sicurezza della tifoseria. . “Sono stato personalmente alla stadio con il sindaco Agnello – dice il questore Patanè –  per capire come migliorare la fruibilità e la sicurezza. Posso però assicurare che lo stadio oggi è fruibile con una capienza di 800 posti di cui 300 in tribuna, di questi 200 seduti, 200 nella tribunetta e altri 200 in curva”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PORTE APERTE ALLA ALETEIA

La Scuola ALETEIA, dopo una breve pausa, di poche settimane, riprende le sue attività didattiche e scientifiche con la iniziativa che si ripropone sistematicamente, ogni anno, durante l’ultima settimana di Agosto, denominata “Porte aperte alla ALETEIA” Questa iniziativa serve per consentire, a tutti coloro, tra i Medici e gli Psicologi, che siano interessati ai temi della Psicoterapia Cognitiva, di avvicinarsi alla Scuola, frequentando per una settimana i suoi laboratori, quali quello di espressione emotiva “Tacita…mente” e quello di “Cinematerapia”. Nella giornata di sabato 29 Agosto dalle ore 17.00 alle ore 19.00 nei locali della scuola Aleteia in via Grimaldi a Enna Alta si svolge un seminario scientifico internazionale tenuto dal prof. Andrzej Kokoszka, Psichiatra e Direttore della Clinica Psichiatrica della Università di Varsavia. Il professore Kokoszka parla di come un adeguato intervento psicologico possa aiutare i pazienti cardiologici e diabetici a seguire meglio la terapia e ottenere una migliore condizione di salute. Durate il seminario verrà proiettato un film appositamente realizzato a Varsavia. Introduce i lavori, cura la traduzione e modera il dibattito il Direttore della Scuola ALETEIA prof. Tullio Scrimali. Per qualsiasi altra informazione sulle attività della scuola Aleteia, contattare il professore Tullio Scrimali al numero 335/6077870.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PRESTITO D’ONORE: PRONTA LA BOZZA DEL REGOLAMENTO

Già pronta la bozza di regolamento del prestito d’onore. L’assessore alle Attività Produttive, Tonino Palma ha già programmato per i prossimi giorni una serie di incontri con i rappresentanti delle banche e dei consorzi fidi per verificarne la fattibilità tecnica ed il sostegno concreto che questi intenderanno dare all’iniziativa. E sempre nei prossimi giorni si terranno gli incontri con i rappresentanti di categoria del mondo imprenditoriale per un confronto preliminare prima dell’approvazione della bozza definitiva che sarà trasmessa al consiglio comunale. “Siamo ben consapevoli che c’è la necessità di interventi rapidi e concreti per ridare vitalità all’economia e speranza a tanti giovani che piuttosto che emigrare in altre città intendono investire ad Enna, per questo non lesiniamo tempo ed impegno e nonostante il periodo estivo siamo al lavoro per anticipare i tempi di attuazione di questa iniziativa che ha avuto il plauso di tutta la giunta e del consiglio comunale. – dice l’assessore Palma – Pur sapendo che la esecutività definitiva di questo progetto relativo al prestito d’onore, come di tanti altri elaborati dall’Amministrazione Comunale, dipende dall’approvazione definitiva del finanziamento che la Regione ha stanziato per Comune di Enna, tutta la Giunta non sta perdendo tempo. Stiamo anticipando tutte quelle attività propedeutiche ed avviando tutti quei contatti che consentiranno di realizzare i progetti in tempi estremamente rapidi non appena la Regione avrà ultimato il proprio iter. Per quanto riguarda nello specifico il prestito d’onore, penso di confrontare la proposta tecnica, già pronta, con gli istituti di credito e i consorzi fidi, per verificare la loro disponibilità a sostenere concretamente il nostro progetto, possibilmente prevedendo un loro intervento per poter alzare il plafond previsto dal Comune. La Giunta sin dal giorno successivo all’approvazione del bilancio ha da subito lavorato per dare attuazione ai programmi annunciati, pur sapendo che per dare corso alle iniziative bisognerà attendere la definitiva esecutività del finanziamento regionale”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

IL VICE SINDACO PETRALIA AGLI ENNESI “IMPARIAMO AD UTILIZZARE I DUE PARCHEGGI”

“Non è possibile prevedere altri parcheggi nel centro storico con una capienza sufficiente al numero di macchine presenti nel capoluogo. Per questo dobbiamo ottimizzare e iniziare ad utilizzare quelli esistenti”. Il vice sindaco Giuseppe Petralia torna sulla questione legata alla riorganizzazione del traffico in viale Diaz lanciando l’ennesimo appello “ Bisogna che i cittadini comincino ad utilizzare i mezzi pubblici per raggiungere il centro storico, lasciando le auto nei due grandi parcheggi di Piazza Europa e zona cimitero – aggiunge – Con l’ausilio dei bus navetta, che percorrono nella corsia preferenziale il viale, è possibile raggiungere, in pochi minuti e comodamente, piazza Scelfo”.  Sono, infatti, ben 56 le corse di navetta che collegano la zona Monte al centro. A queste vanno aggiunte le 26 corse del bus urbano numero 3 e le 15 del numero 1 per un totale di 97 corse giornaliere. Il servizio comincia alle ore 7 e 20 con corse ogni 10 minuti fino alle 9 e 40, dalle 12 alle 14 e dalle 17 e 20 alle 19 e 20. Nelle restanti ore della giornata il bus navetta garantisce corse ogni 20 muniti. 7 minuti sono, invece, il tempo di percorrenza che impiega il bus per collegare la zona Monte a Piazza Scelfo . “Garantiamo un servizio che non c’è neppure nelle grandi città d’arte – dice il direttore della Sais, Gaetano La Icona – Stiamo lavorando, su espressa indicazione della proprietaria della Sais, Francesca Scelfo, alla predisposizione di due pensiline, una in piazza Europa (nei pressi dei bagni pubblici ndr) e l’altra in Piazza Scelfo. La Sais sta facendo la sua parte anche per aiutare questa città a interiorizzare un cambiamento culturale necessario per garantire una migliore vivibilità. Ma nonostante ciò sono ancora pochissimi i cittadini che utilizzano il servizio”. I numeri, infatti, parlano chiaro. Nel corso di una giornata i cittadini che utilizzano i bus navetta sono appena un centinaio.” Invitiamo gli ennesi a provare il bus navetta e a servirsi dei parcheggi” – conclude il vice sindaco – Solo così potremo cambiare il volto di questa città rendendo il centro storico più vivibile”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

FORZA UN POSTO DI CONTROLLO A BORDO DEL PROPRIO CICLOMOTORE ED INVESTE UN APPUNTATO DEI CARABINIERI

Durante l’esecuzione di un posto di controllo effettuato nella serata di ieri in via Umberto, pieno centro storico di Piazza Armerina, il capo equipaggio di una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile della compagnia dei carabinieri di Piazza Armerina ha intimato l’alt con la paletta ad un giovane che si trovava senza casco alla guida di un ciclomotore. Assolutamente incurante del segnale il giovane ha accelerato forzando il posto di controllo e cercando di fuggire, finendo per investire in pieno il militare che e’ stato sbalzato per terra. il giovane, caduto anch’egli dal ciclomotore, e’ fuggito a piedi per le stradine circostanti venendo  raggiunto dopo pochi metri. Il giovane e’ stato arrestato per i reati di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.
Il carabiniere travolto ha riportato vari traumi contusivi al polso ed alla gamba destra.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SI RADUNA LA PALLAMANO HAENNA IN VISTA DELL’INIZIO DEL CAMPIONATO DI SERIE A-2 DI PALLAMANO MASCHILE

Con la riunione di tutti gli atleti, tecnici i dirigenti prevista per giovedì 27 ottobre, alle 18,30 nei locali del Coni provinciale, inizia di fatto per la Pallamano Haenna la stagione 2009/2010 che la vedrà ancora una volta ai nastri di partenza del campionato di serie A-2 di pallamano maschile che prenderà il via il 17 ottobre con i gialloverdi impegnati a Petrosino contro la Giovinetto Marsala. Un primo incontro quello di giovedì 27 ottobre tra tutto il team ennese che servirà più che altro al tecnico ennese Mario Gulino, per comunicare agli atleti, l’inizio della preparazione precampionato che dovrebbe prendere il via il primo lunedì di settembre. Una Pallamano Haenna quella che quest’anno affronterà il campionato di A-2, che vorrà evitare le sofferenze dello scorso anno quando raggiunse una salvezza insperata ma meritata, grazie soprattutto ad un girone di ritorno con un cammino degno di una squadra di promozione. E le premesse per disputare un torneo non solo all’insegna della tranquillità ma anche per togliersi parecchie soddisfazioni ci sono tutte, non solo perché i tanti giovani inseriti lo scorso anno nella prima squadra hanno un anno di esperienza in più, ma perché il coach Gulino, potrà contare sul rientro del play maker Daniele La Placa ormai completamente recuperato dall’intervento subito lo scorso anno ai legamenti crociati. Se poi qualche elemento dei cosiddetti “anziani” come Paolo Biondo e Dragan Lucic decideranno di non appendere ancora le scarpette al chiodo e prolungheranno per un’altra stagione la loro attività allora la salvezza sarebbe già in cassaforte. Ma in casa della Pallamano Haenna potrebbe anche esserci un clamoroso ritorno almeno per la prima parte del campionato di uno dei suoi giocatori più rappresentativi e che negli ultimi anni per motivi di lavoro, si è dovuto trasferire al nord Italia. E per il team ennese significherebbe avere una arma in più per la conquista anticipata della salvezza. Dopodichè tutto quello che arriverebbe sarebbe tutto di guadagnato. “Ripartiamo con un gruppo di atleti che lo scorso anno malgrado la giovanissima età e dopo aver pagato lo scotto del noviziato nella prima parte del torneo, ha poi dimostrato grande maturità, riuscendo a conquistare, quando tutti ormai ci davano per spacciati una salvezza tanto insperata quanto meritata – afferma il Direttore generale della Pallamano Haenna Luigi Savoca – quindi un gruppo di atleti che con la maggiore esperienza maturata quest’anno può regalarci tante soddisfazioni. E’ chiaro che il nostro obbiettivo rimane sempre la permanenza nella categoria, ma siamo fiduciosi che nella stagione che sta per iniziare potremo ben figurare e magari rappresentare la “mina vagante” del torneo del Cirone C1 di serie A-2 maschile”.  Tutti coloro che volessero ulteriori informazioni sull’attività della Pallamano Haenna potranno collegarsi con il sito ufficiale della società, www.pallamanoenna.com.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SANITA’: IL TAR PALERMO SOSPENDE IL DECRETO DELL’ASSESSORE

Il Tar di Palermo ha sospeso il decreto dell’assessore alla Sanità che, tra l’altro,  prevedeva la soppressione di tutti i posti per lungodegenti in provincia di Enna.  L’Avvocatura del Comune di Enna ha proposto ricorso contro il decreto che sarebbe dovuto entrare in vigore il I° settembre e il presidente del Tar di Palermo ha concesso la sospensiva fissando l’udienza per il 2 settembre. “Questo ricorso è il terzo  che il Comune intenta contro gli ultimi decreti dell’assessorato alla Sanità che sono stati particolarmente lesivi del diritto alla salute della popolazione ennese – dice il sindaco, Rino Agnello – Nonostante l’assessore abbia corretto quest’ultimo decreto non ha, comunque, previsto i posti per lungodegenti che anche in provincia di Enna sono necessari. Chiediamo per i nostri cittadini gli stessi diritti che sono garantiti per quelli delle altre 8 province siciliane”.    

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

GRANDE FESTA IN PIAZZA GARIBALDI PER PREMIARE I CAVALIERI GIOSTRANTI

Domenica sera, nella piazza Garibaldi, il sindaco Carmelo Nigrelli e l’assessore Calogero Cimino hanno premiato i cavalieri dei quattro quartieri che hanno disputato la giostra del saraceno nel Palio dei Normanni 2009. I Cavalieri della Castellina, quartiere  vincitori della 54° edizione del palio dei Normanni, hanno fatto ingresso nella piazza Garibaldi a bordo di una gigantesca limousine bianca.      Il premio di migliore cavaliere è andato a Paolo Sanalitro della Castellina, a consegnare il trofeo che da quest’anno è dedicato al professore Vullo, è stata la vedova Luisa Vullo. L’assessore ha, inoltre, voluto ringraziare tutti coloro che hanno collaborato e contribuito all’organizzazione  dell’estate armerina  conferendo loro diversi riconoscimenti. Una bella festa che ha registrato la presenza di un caloroso pubblico intrattenuto per diverse ore dalla musica di Filippo Leopardi Band.


StartTv presente alla serata ha assegnato il premio come cavaliere più spettacolare a Salvatore Arena .E’ il terzo anno che, in occasione del Palio dei Normanni  StartTv  assegna un riconoscimento al cavaliere che mostra una particolare destrezza, eleganza e abilità  nella giostra del Saraceno.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ANTONIO VENTURINO, GIOVANNI SANTANGELO E I TAVERNA UMBERTO I

Non è rimasto deluso il numeroso pubblico che giovedì sera, nell’atrio della Biblioteca comunale ha   assistito allo spettacolo teatrale e musicale  dei Taverna Umberto I, Antonio Venturino e Giovanni Santangelo.  I quattro artisti locali hanno offerto una rappresentazione divertente, impegnata e mai noiosa. Per circa settanta minuti la musica ha accompagnato dialoghi e monologhi dei due attori che hanno dimostrato una grande versatilità artistica e  un’ottima capacità interpretativa. Antonio Venturino, artista scevro da ogni volontà di occupare completamente il palcoscenico, ha fornito diverse occasioni al giovane e bravo Giovanni Santangelo che ha pienamente dimostrato le ottime capacità interpretative. Argomento centrale della serata la Sicilia e la sicilianità. I Taverna Umberto I hanno eseguito diversi brani in dialetto siciliano originali e particolarmente emozionanti. Uno spettacolo  interattivo con il pubblico che in più momenti ha partecipato dialogando con i due attori. La serata si è conclusa con l’interpretazione di un brano che ha coinvolto i quattro artisti e l’intera platea.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

DIAGNOSTICA

La Direzione Generale dell’Azienda Usl n. 4 ha provveduto a deliberare l’acquisto delle attrezzature sanitarie per l’attivazione del poliambulatorio di diagnostica vascolare periferica arterovenosa e attività chirurgica vascolare con tecnica laser presso il Presidio Ospedaliero Chiello di Piazza Armerina. L’importante deliberazione ha già concluso la prima fase, quella relativa alla gara di aggiudicazione per la fornitura dell’apparecchiatura necessaria, acquistata con la spesa di circa trentaduemila euro. E’ stata prevista la immediata esecutività della procedura per dotare l’ ambulatorio dell’attrezzatura sanitaria nel più breve tempo possibile

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

AUDIT

Conclusa la fase di rilevazione dati dell’AUDIT Civico, l’imponente opera di monitoraggio dell’assistenza sanitaria che periodicamente la Segreteria Nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato propone alle Aziende Sanitarie e Ospedaliere. La Direzione L’ASL n. 4 di Enna, dopo avere  aderito negli anni  precedenti all’AUDIT CIVICO anche per il 2009 ha rinnovato la propria disponibilità per la terza edizione. L’Audit Civico consiste in un’analisi critica e sistematica dell’azione delle aziende sanitarie promossa dalle organizzazioni civiche.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

OSPEDALE CHIELLO : INAUGURATA UNA SALA SOGGIORNO INTOTOLATA A GIOVANNI PAOLO II

Presso il reparto di Chirurgia Generale dell’ospedale Chiello di Piazza Armerina è stata allestita una sala soggiorno che consentirà ai pazienti ricoverati di pranzare in compagnia e di trascorrere insieme i momenti di relax.L’iniziativa è stata promossa dal personale dell’U.O. di Chirurgia, diretta dal dott. Giuseppe Coppolino. La sala, che è stata intitolata a papa Giovanni Paolo II, è stata inaugurata dal Vescovo della diocesi di Piazza Armerina, monsignor Michele Pennisi, in presenza del Direttore Generale dell’Azienda U.S.L. n.4, dott.Francesco Iudica, del Direttore Sanitario dott. Giuseppe Calaciura, del Direttore medico del Presidio Ospedaliero, dott.ssa Loredana Disimone e degli operatori sanitari dell’ospedale. Il Direttore Generale ha ringraziato Sua Eccellenza il Vescovo ed ha sottolineato come tale iniziativa riporti l’accento sull’aspetto umanitario dell’assistenza ospedaliera, spesso trascurato a favore della componente prettamente sanitaria, invitando tutti gli operatori al rispetto della dignità del malato e alla presa in carico della persona umana nella sua globalità.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA : PIANO DEL TRAFFICO. L’AMMINISTRAZIONE RISPONDE

“Dobbiamo prendere atto che con il numero di macchine che circola attualmente nel capoluogo la situazione traffico è destinata a diventare sempre più complessa- Ecco perchè vogliamo invitare i cittadini ad usare sempre più i mezzi pubblici e utilizzare le aree destinate naturalmente a parcheggio, come quelle di Piazza Europa e cimitero. La decisione di modificare il senso di marcia sul Viale Diaz va incontro alle richieste dei commercianti. Il nostro obiettivo rimane quello di spingere i cittadini ad utilizzare i due grandi parcheggi di Piazza Europa e Cimitero in modo da alleggerire sempre più il traffico nel centro storico”. Così l’amministrazione comunale a proposito della modifica del senso di circolazione, chiesta a gran voce dai commercianti della zona, su Viale Diaz, percorribile ora nel senso che va dal cimitero a Piazza Europa e viceversa sul Viale delle Scienze. “Con l’avvio delle 50 corse supplementari messe a disposizione dalla Sais, che percorreranno il viale sulla corsia preferenziale, la nuova rideterminazione dei parcheggi su viale Diaz, da lisca di pesce ad orizzontali con zone blu e a pagamento nei pressi degli esercizi commerciali per garantire il giusto tourn over di clienti e con la disponibilità all’utilizzo della Piazza Europa e cimitero per parcheggiare pensiamo che la situazione del traffico possa migliorare sensibilmente – aggiunge l’amministrazione – Tutte modifiche che saranno monitorate e potranno subire aggiustamenti. Nei prossimi mesi poi daremo l’avvio anche alla riorganizzazione delle altre zona della città con l’obiettivo di snellire il traffico e spingere sempre più i cittadini ad utilizzare i mezzi pubblici”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA : BAMBINO COLPITO DA UNA SCARICA ELETTRICA

Sono state le scarpette provviste di suola di gomma a salvare la vita di un bambino che casualmente ha poggiato la mano su un palo della luce. E’ accaduto giovedì sera a Piazza Armerina, un bambino stava percorrendo la via Chiarandà quando ha posato la mano su un palo della luce , la scarica elettrica ha colpito violentemente il piccolo che è caduto a terra intontito, immediatamente soccorso  dopo qualche minuto si è ripreso. La polizia municipale ha provveduto a sorvegliare il palo in attesa dell’arrivo dei tecnici che hanno provveduto ad isolare la dispersione di energia elettrica. 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

AIDONE:SETTEMBRE DI LAVORO PER IL RIENTRO DELLA VENERE.

La prima di una lunga serie di incontri operativi-organizzativi in vista del grande evento che porterà Aidone al centro dell’attenzione mondiale. E’ quella che ha promosso e convocato il sindaco di Aidone Filippo Gangi, per la prima decade di settembre per avviare e coordinare i rapporti di collaborazione e sinergia tra tutti i soggetti pubblici e non, interessati, in vista del ritorno alla sua casa originaria, ovvero al Comune di Aidone, della Venere di Morgantina dal Paul Getty museum, previsto per la fine del 2010. La riunione, promossa insieme al Presidente della Provincia regionale di Enna Giuseppe Monaco, sarà un importante momento di avvicinamento all’attesissimo evento, nell’ambito  del percorso condiviso dal Comune di Aidone e dalla Provincia regionale di Enna ed attuato  in coordinamento costante con il Ministro ai Beni Culturali Bondi, con il presidente della Regione Sicilia Lombardo, gli Assessori regionali ai Beni Culturali e al Turismo on.li Lino Leanza e  Nino Strano e con la Sovrintendente ai Beni CC. AA. dott.ssa Beatrice Basile. Saranno  presenti , oltre che ai rappresentanti delle Istituzioni costituenti il tavolo, i sen. Enzo Bianco e Vladimiro Crisafulli, l’on.le Ugo Grimaldi ed i deputati regionali Paolo Colianni, Elio Galvagno, Edoardo Leanza e Salvatore Termine. Negli stessi giorni sarà convocato il tavolo permanente cittadino costituito dalle  Associazioni e dalle Organizzazioni imprenditoriali e sociali. A sua volta, il Presidente del Consiglio Comunale di Aidone Pino Di Franco ha previsto, prima della conclusione di Settembre, la celebrazione di un Consiglio comunale dedicato esclusivamente all’entusiasmante e delicato tema. “Abbiamo voluto promuovere questo tavolo permanente di coordinamento perché vogliamo arrivare alla data del rientro della Venere coscienti di aver fatto, tutto quanto sia nelle nostre possibilità, in modo che l’organizzazione sia perfetta – ha detto il sindaco di Aidone Filippo Gangi – per la fine del 2010 manca ancora oltre un anno, e a prima vista può sembrare che ci sia tanto tempo a disposizione. Ma per un evento di tale portata che richiamerà ad Aidone in particolare ma in generale in provincia di Enna, milioni di visitatori di tutto il mondo, gli aspetti organizzativi da curare nei minimi particolari sono molteplici e se non si crea una cabina di regia si può correre il rischio che si possa essere una dispersione di risorse sia economiche che umane. Quindi ci è sembrato logico iniziare sin da subito nell’individuazione sia dei punti di forza che di debolezza che caratterizzeranno l’evento. Ma siamo sicuri che tutte le istituzioni coinvolte, daranno il massimo della disponibilità per la piena riuscita dell’evento”.   

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SPERLINGA: LA DAMA DEI CASTELLI E LA SAGRA DEL TORTONE

Si è svolta ieri a Sperlinga la decima edizione della Dama dei Castelli di Sicilia e la ventisettesima sagra del Tortone. Il momento principale della festa è rappresentato dal Corteo storico, arrivato ormai alla 10° edizione, al quale partecipano oltre 25 Comuni della Sicilia e all’elezione della Dama dei castelli, una sorta di Miss delle rievocazioni storiche della Sicilia. La vincitrice del concorso una ragazza che rappresentava il comune di Gangi.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LE POLEMICHE SUL PALIO CAUSATE DAI SERVIZI DI START

Le videonotizie pubblicate nei giorni scorsi relative al Palio dei Normanni hanno suscitato numerose polemiche. Le critiche mosse dalla nostra testata alla manifestazione sono state interpretate come un attacco agli organizzatori e a tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di quello che è considerato l’evento più importante per la nostra città.
La nostra voleva essere solo una provocazione per favorire un dibattito sulla necessità o meno di rivedere il Palio, per  renderlo più adeguato alle necessità turistiche della nostra città. Non possiamo essere tacciati di disfattismo quando, in molte occasioni, abbiamo messo le nostre capacità e le nostre competenze in maniera gratuita a favore della manifestazione, solo per l’amore e il rispetto che portiamo per questo evento. Pochi sanno che quest’anno tutti gli aeroporti italiani hanno trasmesso sui loro schermi giganti uno spot sul Palio, realizzato da Start senza alcun costo per l’amministrazione. Siamo gli unici ad aver offerto ai visitatori un guida al Palio con il nostro periodico e gli unici a produrre servizi e informazioni dettagliate molti giorni prima dell’evento.


Parlare della necessità di rivisitare il Palio dei Normanni sembra che sia un tabù in questa città ed è per questo che siamo stati costretti a ricorrere ad una provocazione forte, in grado di suscitare un dibattito che non può che essere positivo. Il nostro giudizio era riferito ad una valutazione artistica  dell’evento e non alla fase organizzativa. Se consideriamo quest’ultimo punto  di vista non possiamo far altro che fare i complimenti a tutti, ai quartieri, a Germano Crocco, all’assessore Calogero Cimino, ai coordinatori, alle comparse. Il Palio è sempre un successo, comunque vada, visto che sono grandi l’esperienza e le capacità di chi organizza.
Ma se la nostra , in maniera provocatoria, è stata una voce fuori dal coro un motivo ci deve pur essere. Dire sempre che tutto va bene , che l’evento è perfetto, che non occorre nessuna modifica strutturale non può che far male al Palio. Occorre recuperare un po’ di senso critico e farsi alcune domande.
Nessuna paura: Start non vuole entrare nell’organizzazione del Palio, non abbiamo nessuna voglia di potere all’interno della manifestazione. Desideriamo solo che l’evento si evolva dal punto di vista artistico, che sia sempre unico , che i ritmi siano adeguati, che la presentazione sia all’altezza e che si evitino certi errori che compromettono il lavoro degli organizzatori. Nei nostri servizi abbiamo parlato di un “Progetto per il Palio” , ovvero della convergenza di più menti che possano pensare una manifestazione diversa, che creino una regia artistica,  lasciando poi agli organizzatori il compito di svolgere le loro funzioni. Ci auguriamo che l’amministrazione prenda in considerazione questa proposta.
Il nostro portale è stato l’unico a pubblicizzare su internet il Palio , lo ha fatto e lo continuerà a fare in maniera gratuita, perché l’amore per questi tre giorni è sempre stato grande. Se la nostra provocazione ha suscitato qualche risentimento ci dispiace, ma a volte le polemiche servono più dei complimenti e delle pacche sulle spalle. Bravi tutti, dunque…ma parliamone.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LA VILLETTA DI PIAZZA GIULIANO: ESPOSTI CONTRO LA MUSICA, MA C’E’ POCO DA FARE

Una battaglia persa ancor prima di combatterla quella sostenuta dagl’abitanti di Piazza G.B. Boris Giuliano. Nonostante proteste ed esposti per il “chiasso” proveniente dallo spazio ormai dedicato da anni ai giovani e sul quale si affacciano numerosi pub , nulla si è potuto fare. Il problema non riguarda solo Piazza Armerina, ma un po’ tutta Italia dove numerosi spazi dedicati al tempo libero dei ragazzi, in estate, si trasformano in discoteche all’aperto con notevoli problemi per i cittadini residenti in quelle zone. Gli interessi della collettività e dei giovani, nonché gli interessi commerciali e turistici impongono la necessità di adottare criteri molto elastici nella gestione degli orari di silenzio e nell’utilizzo di impianti di amplificazione. La querelle si trascina ormai da anni e pare improbabile che vengano adottate misure drastiche contro i Pub.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SI E’ COCNLUSA IERI SERA LA PRIMA PARTE DELLA MANIFESTAZIONE ”PIAZZA D’ESTATE”

Si è conclusa ieri sera, con la processione di Maria SS. Delle Vittorie e con lo spettacolo pirotecnico, la prima parte della manifestazione Piazza d’Estate. Numerosi i fedeli dietro la Madonna , protettrice di Piazza Armerina. Il corteo ha seguito il tradizionale percorso senza alcun inconveniente. Lo scorso hanno si ricorderà che si era temuto di dover cambiare il tragitto a causa di un disoccupato che aveva occupato il tetto del palazzo di città. A conclusione della serata il tradizionale spettacolo pirotecnico che quest’anno è stato molto variegato , ricco di molte novità e molto apprezzato dal pubblico che al termine ha tributato un caloroso applauso indirizzato all’organizzazione e agli esecutori. Questa sera in Piazza Falcone Borsellino lo spettacolo di Jenni B , mentre domani si disputerà , nel centro storico, il consueto Palio delle Botti ed in serata , a cura della compagnia teatrale Il Sipario , nell’atrio Biblioteca, Verrà rappresentata la commedia San Giovanni Decollato.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

IL PRONTO SOCCORSO DEL CHIELLO ATTIVO SOLO DALLE 8.00 ALLE 20.00

Francesco Judica, direttore generale dell’Ausl ha annunciato che presto chiuderà il pronto soccorso dell’ospedale Chiello. Il servizio sarà garantito solo dalle 8.00 alle 20.00 , ma vista la nuova ristrutturazione dei reparti, non potrà garantire un servizio di assistenza completo. Piazza Armerina, città turistica, non assicurerà più l’immediatezza dell’intervent i casi più gravi e quelli “fuori orario” verranno dirottati all’Umberto prima di Enna. L’Amministrazione ed il Consiglio comunale promettono su questo punto una strenua battaglia e , tra non molto tempo, la popolazione potrebbe essere chiamata a scendere in piazza per rivendicare un diritto, quello alla salute, che nell’ultimo anno è stato calpestato in nome di un risanamento finanziario della sanità siciliana che non ha tenuto conto di nulla se non dei freddi numeri. Nel link qui sotto i riproponiamo il nostro editoriale sull’argomento, pubblicato alcuni mesi fa e che ha suscitato numerose polemiche.


EDITORIALE DEL 3 APRILE 2009 : VENTI MINUTI PER MORIRE

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LA VITTORIA DEL PALIO 2009 AL QUARTIERE CASTELLINA

Il Palio dei Normanni si è concluso ieri con la Giostra del saraceno e con la vittoria del quartiere Castellina. Una vittoria che noi di start avevamo già previsto valutando le capacità dei cavalieri mostrate durante le selezioni e le prove. Della giornata di ieri salviamo i cavalieri, che si sono battuti offrendo un grande spettacolo e la conduzione della quintana di Filippo Rausa che ha trovato il giusto ritmo per sottolineare le varie fasi della gara.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SPECIALE SULL’EDIZIONE 2009 DEL PALIO DEI NORMANNI

[1805] 19 agosto 2009Video  LA QUINTANA DEL SARACENO 2009 (20 m.)


[1795] 15 agosto 2009Video  LA QUINTANA AL QUARTIERE CASTELLINA


[1793]  14 agosto 2009Video  LA CONSEGNA DELLE CHIAVI


[1791]  13 agosto 2009Video  UN PO’ SOTTO TONO IL PRIMO GIORNO DEL PALIO DEI NORMANNI.


[1781]  10 agosto 2009  INTEGRALISMO ANIMALISTA CONTRO IL PALIO. E’ SOLO UN’OCCASIONE PER FARSI PUBBLICITA’?


[1775]   09 agosto 2009 – Video PRESENTATO NELLA SALA DELLE LUCI IL PALIO CHE ANDRA’ AL QUARTIERE VINCITORE DELLA QUINTANA


[1770]  08 agosto 2009 – Video L’ASSESSORE CIMINO PARLA DELLA MANIFESTAZIONE ”PIAZZA D’ESTATE 2009”


[1764]  06 agosto 2009 Video PALIO: AL LAVORO LA COMMISSIONE PER LA SELEZIONE DEI FIGURANTI


[1763]  06 agosto 2009 Video ALLA PARTENZA L’EDIZIONE NUMERO 54 DEL PALIO DEI NORMANNI


[1735]  14 luglio  2009 SELEZIONE DEI FIGURANTI DELLA 54° EDIZIONE DEL PALIO DEI NORMANNI


[1373]  18 marzo 2009 PIAZZA ARMERINA – SI TORNA A LAVORARE AL PALIO DEI NORMANNI


[]

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

UN PO’ SOTTO TONO IL PRIMO GIORNO DEL PALIO DEI NORMANNI.

Ieri con la consegna delle armi ai cavalieri giostranti  si è inaugurata la cinquantaquattresima edizione del Palio dei Normanni. Dai quattro quartieri storici della città sono partiti i cortei che intorno alle 18.00 hanno raggiunto piazza Semini dove il Gran Magistrato di Plutia ha consegnato ai concorrenti le lance con le quali affronteranno, domani,  la giostra.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

POLEMICA TRA IL SINDACO E LA CONFCOMMERCIO

Piccola polemica estiva con un botta e risposta tra il sindaco Carmelo Nigrelli e il responsabile della Confcommercio di Piazza Armerina, Michele Turrisi. Nei giorni scorsi il Primo Cittadino aveva attaccato i commercianti sul loro comportamento in tema di smaltimento dei rifiuti, affermando che se in generale i cittadini si sono adeguati all’ordinanza che permette il l’utilizzo dei cassonetti di raccolta solo in alcune ore, non altrettanto hanno fatto gli operatori commerciali. Michele Turrisi contesta questa affermazione sostenendo il comportamento responsabile della categoria, bistrattata , secondo il responsabile, nel periodo in cui si è proceduto al rifacimento della rete idrica che ha comportato la chiusura di alcune vie principali. In generale comunque i cassonetti durante il giorno rimangono abbastanza vuoti. Forse è una delle poche volte in cui un’ordinanza del Sindaco viene recepita dalla popolazione con tanta solerzia.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PINO DANIELE : QUANDO LA MUSICA DIVENTA CULTURA.

Due ore di grande musica ieri sera allo stadio comunale di Piazza Armerina con il concerto di Pino Daniele, quella grande musica che mancava da anni nella nostra città. Quella musica che trasforma un evento musicale in un evento culturale e che cancella in un sol colpo quei prodotti da sottocultura di cui spesso sono condite le feste popolari.


Non sono dell’opinione che in queste manifestazioni bisogna accontentare tutti perché ognuno ha i propri gusti e un proprio modo di percepire la musica, quando questo significa dover concedere spazio a spettacoli degradanti che impoveriscono e dileggiano la cultura.  E’ come se nelle scuole si decidesse di far studiare i libri di Liala anziché Alessandro Manzoni. E’ una festa ,si dirà, un momento dove ognuno sia spensierato e si diverta come meglio crede. Non è così. Occorre sempre tenere presente che la cultura è cibo per la mente di una collettività, permette di comprendere e di interpretare i fatti, di essere critici nei confronti della realtà e, in ultima analisi, di migliorare l’ambiente sociale in cui si vive. Ogni qualvolta si concede qualcosa alla sottocultura e , parlando di musica,  si permette a certa gente di esibirsi, si inseriscono ostacoli nel processo di crescita di una collettività.


Ottimo il lavoro svolto fin qui svolto dall’assessore alle feste e tradizioni , Calogero Cimino che ha preparato un’estate armerina densa di eventi di grande spessore culturale e concesso poco spazio a quel tipo di manifestazioni demenziali che impoveriscono la mente, ma che, purtroppo, un certo tipo di pubblico gradisce. Unica nota stonata il sosia di Michael Jackson in piazza Falcone Borsellino , su cui preferisco non fare affermazioni per evitare querele.
Ritornando a Pino Danile e la sua Musica, quella con la M maiuscola, l’artista ha riproposto il suo repertorio in cui brillano brani come “Quando” , (il testo è di Massimo Troisi) , Napul’è, ‘A me me piace ‘o blues’, ‘Yes I know my way’, ‘Nun me scuccià’  Da sottolineare la bravura assoluta del batterista Michael Baker che non ha certo fatto rimpiangere la capacità ritmica di Tullio De Piscopo. Comunque un grande successo.


Nicola Lo Iacono

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

RITROVATO MORTO MARIO ROMANO.L’UOMO SCOMPARSO UN MESE FA

Oggi pomeriggio è stato ritrovato il cadavere di Mario Romano scomparso il 9 luglio dopo essere uscito da casa senza alcun documento e con una corda. Il ritrovamento è avvenuto nella casa del fratello dove Romano si sarebbe impiccato poche ore dopo la sparizione. Sul posto si sono recati gli uomini della Polizia di stato di Piazza Armerina che , in queste ore, stanno effettuando tutti i rilievi necessari. Mario Romano soffriva di crisi depressive e nei giorni precedenti alla scomparsa aveva più volte lamentato l’impossibilità di far fronte ad alcuni debiti. Nonostante fossero state avviate subito le ricerche nessuno ha comunque pensato di cercarlo nella casa di campagna del fratello .

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

INTEGRALISMO ANIMALISTA CONTRO IL PALIO. E’ SOLO UN’OCCASIONE PER FARSI PUBBLICITA’?

L’integralismo , di qualunque natura sia, è un danno per l’umanità anche perché crea preconcetti alla cui base stanno idee condivisibili, ma che estremizzate portano a comportamenti e atteggiamenti  aberranti. Ci dispiace ammetterlo, ma questo è il comportamento che spesso notiamo in chi , come la LAV, tentando di difendere i diritti degl’animali, finisce , pur partendo da presupposti corretti e condivisibili, per scadere in questioni di principio che ne screditano l’azione.
Come ogni anno puntuale , proprio pochi giorni dall’inizio del Palio dei Normanni, l’associazione animalista , in un suo comunicato, sostiene che durante la giostra del saraceno i cavalli sarebbero sottoposti a “sevizie”: un’affermazione che è palesemente falsa visto che gli organizzatori della giostra si sono premurati di far rispettare tutte le norme in materia , comprese le ultime emanate dal ministero della sanità pochi giorni fa.
Mi sembra , a volte, che alcune azioni siano più legate alla necessità di dimostrare un certo operato sul territorio che al rischio corso dai cavalli, i quali disputano una giostra compiendo un giro attorno ad un campo in terra battuta, in una competizione in cui la velocità di esecuzione non premia. In realtà si tratta più di una esibizione che di una competizione, a differenza di pali come quello di
Siena dove  è determinante la velocità del cavallo e nel quale viene messa a rischio  l’incolumità dell’animale. Tutto questo è stato ripetuto più volte ai responsabili della LAV che continuano a fare orecchie da mercante, tanto da suscitare forti dubbi sulle motivazioni del loro intervento.
Per capire fino a che punto i cavalli nel Palio vengano rispettati basti pensare che è vietato l’uso di frustini e di speroni e se qualche cavaliere dovesse eccedere nell’incitamento al proprio animale verrebbe subito penalizzato dalla giuria. Durante le prove , alle quali noi abbiamo assistito, non si è mai verificato alcun incidente anche perché, dopo aver compiuto un tragitto di circa 40 metri al galoppo, è fatto obbligo ai cavalieri di far rallentare i cavalli  e portarli al trotto. Siamo lontani dunque dalla sevizie di cui parla la LAV e di cui non vi è traccia se non in quell’immaginario integralista in cui alcune volte cade l’associazione.


Nicola Lo Iacono

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA : E’ UNA PIAZZESE LA PIU’ BELLA DELLA SERATA


Si sono svolte ieri sera a Piazza Armerina le selezioni di Miss Italia. Al concorso hanno preso parte 31 ragazze  che hanno sfilato davanti un folto pubblico. Lo spettacolo, organizzato come ogni anno da Radio Mosaici, si è protratto fino a tarda note ed è stato arricchito dalle esibizioni di alcuni ballerini le cui coreografie sono state curate dalla scuole di danza Movida. Nella foto vi presentiamo la reginetta della serata : Laura Oggetto di Piazza Armerina.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PRESENTATO NELLA SALA DELLE LUCI IL PALIO CHE ANDRA’ AL QUARTIERE VINCITORE DELLA QUINTANA

Sabato, nella Sala delle Luci è stato presentato il Palio che andrà al quartiere vincitore della quintana del saraceno che si disputerà giorno 14 agosto al campo sportivo S. Ippolito. A realizzare lo stendardo quest’anno è stato l’artista armerino Salvatore Cavolo, che da anni risiede a Bergamo.“Mi sono ispirato ad Antonello da Messina”

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE SULLA SCALA MOBILE

Massimo Greco, presidente del consiglio provinciale. “Il fatto che l’Assessorato Regionale al Territorio e all’Ambiente, Ente preposto alla cura degli interessi pubblici sottesi alla redazione del PAI, abbia reso parere favorevole in ordine alla compatibilità dell’opera progettata con l’assetto geomorfologico della zona Pisciotto, gravata dai noti vincoli di pericolosità P3, dimostra inequivocabilmente almeno due cose: 1) che l’Ufficio del Genio Civile di Enna, Ente direttamente preposto alla cura degli interessi pertinenti alla sismicità dei suoli ai sensi dell’art. 13 della l. n. 64/74, ben poteva subordinare il proprio parere favorevole all’eliminazione del pericolo già in corso di mitigazione per le opere realizzande. 2) che la violazione dell’art. 10 bis della L.r. n. 241/90 in ordine al preavviso di rigetto è determinante per viziare la legittimità dell’atto adottato dal Genio Civile.”



 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – ARRESTATI DUE OPERAI PER FURTO DI ALBERI

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile  della compagnia di Piazza Armerina, nell’ambito dei servizi volti alla prevenzione generale e anche dei  reati di natura ambientale  verso le ore 22,00 di ieri hanno arrestato due operai, Mantellina Remon Giuseppe di anni 24 e Mannella Fabrizio Giuseppe di anni 25, entrambi di Piazza Armerina. I due soggetti di cui sopra sono stati bloccati mentre stavano uscendo dal bosco di contrada “Bellia” a bordo di un camion, un vecchio OM.40 di colore rosso, completamente carico di tronchi di eucalipto “freschi” di taglio.
Un’immediata perquisizione all’interno del veicolo ha permesso il rinvenimento di una motosega, due bidoncini usati per il rifornimento della stessa, due grosse asce e due fari “da minatore”, cioe’ di quelli che si collocano sulla testa e permettono quindi di illuminare la zona dove “operare” avendo ben libere entrambe le mani.
Un veloce sopralluogo nell’area boschiva poco distante, pur in ora di notte, ha permesso di ritrovare una vasta radura dove erano visibilmente presenti i resti delle operazioni di taglio indiscriminato effettuato nelle ore precedenti di almeno 20 alberi di eucalipto recisi alla base.
Poche giustificazioni hanno potuto opporre i soggetti fermati che sono stati tratti immediatamente in arresto e condotti presso gli uffici di questa caserma.
Agli stessi sono stati contestati i reati di furto aggravato e danneggiamento di beni demaniali, nonché di distruzione e deturpamento di bellezze naturali. Il camion, la legna e  l’attrezzatura rinvenuta sono stati posti sotto sequestro.
Il magistrato di turno della procura della repubblica di enna, dott. Marcello Cozzolino,ha disposto il trasferimento degli arrestati presso il carcere di enna in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nei prossimi giorni. Anche l’amministrazione comunale e’ stata informata da questo comando per le iniziative che intendera’ adottare nei confronti dei predetti  sorpresi non solo a rubare ma ad aver deturpato il patrimonio ambientale dell’intera cittadinanza .

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

TRAFFICO: A VIALE DIAZ NON SI CAMBIA SENSO DI MARCIA

Non è praticabile la soluzione proposta dalle associazioni dei commercianti che suggeriva di invertire il senso di marcia sul Viale Diaz e su Via delle Scienze. Lo ha stabilito, dopo attenta valutazione, la Giunta con il parere degli uffici tecnici comunali, ufficio Strade, i vigili urbani e i tecnici della Sais autolinee. La proposta era stata formulata dai commercianti in una riunione che si  tenuta qualche giorno fa nella quale era stato richiesta un’inversione di marcia sul Viale. Secondo i commercianti il viale Diaz andrebbe percorso nelle direzione cimitero-Piazza Europa e viceversa su Viale delle Scienze. “Per tre giorni abbiamo monitorato e valutato la situazione – dice l’assessore all’Urbanistica, Angelo Spampinato – e nonostante la nostra piena disponibilità ad andare incontro alle richieste dei commercianti abbiamo dovuto constatare l’impraticabilità di questa soluzione che finirebbe per creare, così come abbiamo osservato, gravi problemi all’altezza dell’ex caserma dei vigili del fuoco, imbocco tra Viale Diaz e Corso Sicilia”.
La situazione, dunque, al Viale Diaz rimarrà invariata mentre saranno disegnate le strisce blu per i parcheggi,  “in modo da garantire un giusto ricambio a chi deve posteggiare “ aggiunge l’assessore e sarà disegnata la corsia preferenziale per i bus e i mezzi di soccorso che percorreranno il Viale dal cimitero a Piazza Europa. Già da fine mese la Sais attiverà le corse Piazza Europa-Piazza Scelfo, una ogni 12 minuti. “ Invito i cittadini a servirsi dei due parcheggi di Piazza Europa e cimitero – dice Spampinato – Per raggiungere il centro sarà più agevole prendere i bus navetta che percorrendo la strada nella corsia preferenziale, giungeranno puntualmente”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

FESTIVAL DELLA CANZONE ARMERINA : SUCCESSO DI PUBBLICO E BUON LIVELLO DEGL’INTERPRETI

Giovedì sera si sono esibiti i 19 artisti che hanno preso parte alla ottava edizione del festival della canzone armerina.La serata organizzata da Totò Manuella ed Enzo Interlandi ha avuto un buon successo di pubblico. Il festival e’ tornato dopo tre anni , l’ultima edizione fu infatti organizzata nel 2005. Ottima la conduzione e di buona qualità gli interpreti.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

L’ASSESSORE CIMINO PARLA DELLA MANIFESTAZIONE ”PIAZZA D’ESTATE 2009”

L’assessore alle feste e tradizioni ha rilasciato un’intervista nella quale parla della manifestazione “Piazza d’Estate” e del Palio dei Normanni a cui quest’anno sono state apportate alcune piccole modifiche. “Ho cercato di organizzare un’estate per tutti, tenendo conto anche dei bambini a cui saranno dedicati degli spettacoli”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

AMBIENTE: IL SINDACO DI ENNA VIETA LA VENDITA DI BEVANDE IN BOTTIGLIE DI VETRO

Con una ordinanza l’amministrazione comunale, ha vietato, in via sperimentale per sei mesi, la vendita di bevande in contenitori di vetro. Il provvedimento si inserisce nella campagna per il decoro della città lanciata dall’amministrazione comunale nei mesi scorsi. Ora per arginare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato delle bottiglie in ogni angolo della città, compreso monumenti e fontane, arriva questa ordinanza che vieta agli esercenti la vendita di bevande in bottiglia di vetro. “Considerato che l’abbandono indiscriminato delle bottiglie – scrive l’amministrazione comunale – crea conseguenze anche per automobilisti e passanti, oltre a creare  problemi di insudiciamento del suolo pubblico, è necessario vietare la vendita per asporto delle bottiglie di vetro”. Il provvedimento è stato adottato in via sperimentale per 6 mesi dalle ore 20 e trenta alle ore 5 del mattino per gli esercizi di somministrazione, commerciali e artigianali di Piazza Vittorio Emanuele  e le vie limitrofe al centro storico.  Continua a rimanere consentita la vendita all’interno dei locali autorizzati. L’ordinanza sarà attiva dal prossimo 10 agosto mentre sono previste delle multe in denaro per i contravventori.. “I cittadini hanno diritto ad una città pulita – dice il sindaco Rino Agnello – un desiderio che penso sia di tutti. Chiediamo, dunque, la collaborazione dei commercianti per arginare un fenomeno frutto dell’inciviltà. La campagna per il decoro della città impone a ciascuno di fare la propria parte”.
“ Il controllo è affidato alla polizia municipale che vigilerà anche con squadre speciali e poliziotti in borghese” – aggiunge il vice sindaco Giuseppe Petralia.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

MARCO CARTA A PIAZZA ARMERINA : CANTA MA NON INCANTA

Marco Carta si è esibito a Piazza Armerina con grande successo. Per circa due ore il vincitore del Festival di Sanremo si è esibito in un repertorio ricco di cover. In Piazza numerosi ragazzini che, pur di poter ammirare il loro beniamino ,  sono arrivati anche da Trapani. L’esibizione di Marco, a parte le note stonature e vista la giovane età, tutto sommato discreta….ma non ha incantato.


 


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PALIO: AL LAVORO LA COMMISSIONE PER LA SELEZIONE DEI FIGURANTI

Alcentro di accoglienza turistico , situato nei pressi dell’ingresso nord di Piazza Armerina, si stanno svolgendo in questi giorni le selezioni per dame , cavalieri, paggetti che popoleranno il folto corteo del Palio dei Normanni. La commissione, nominata dall0amministrazione comunale, dovrà scegliere anche la Gran Dama e il Conte Ruggero e il Banditore. [Aggiornamento] Conte Ruggero Totò Lo Tennero.Grand Dama Concetta Cavolo.Banditore Totò Conti. Gran Magistrato Edoardo Lotario. Cerimoniere Carmelo Lo Presti

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

siciliamabiente

Ieri le maestranze di Siciliambiente hanno effettuato la pulizia straordinaria di contrada Frattulla e di contrada Palermi dove si erano accumulati quintali di rifiuti.”Ringrazio per la collaborazione il personale di Siciliambiente – ha dichiarato il Sindaco – ma non posso non lamentare il fatto che alcuni cittadini che abitano nelle contrade extraurbane continuano a buttare i rifiuti dove non ci sono i cassonetti

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

TUDISCO ALZA LA VOCE. ‘’I LAVORI ALLA VILLA PROCEDONO CON TROPPA LENTEZZA’’

Piazza Armerina. “Adesso basta. I lavori alla Villa dovranno procedere più speditamente. Di questo passo il danno al turismo provinciale sarà incalcolabile”. Fabrizio Tudisco, assessore provinciale al turismo ed alla cultura, vuole mettere la parola fine alla querelle sui lavori alla villa romana del Casale. Forte della nuova delega alla cultura acquisita questa settimana, Tudisco alza la voce sulla lentezza con la quale procedono i lavori di restauro nel sito patrimonio dell’umanità. “Ho potuto constatare personalmente che i lavori procedono talmente a rilento da mettere in serio pericolo la prossima stagione turistica dell’ennese. Devo registrare con immenso rammarico che qualcuno non è all’altezza della situazione. Ho personalmente appurato – anche durante la visita con la delegazione cinese – ; che i lavori procedono disordinatamente. Le erbe sono state alte fino a stagione inoltrata, la maggior parte delle stanze sono chiuse mentre a lavorare ci sono solamente pochissimi operai, la copertura ancora in opera è quella vecchia del Minissi. Ci vuole – dice Tudisco – un impegno forte. Dobbiamo dimostrare di essere al passo con i tempi. Faccio appello a tutti gli attori, dall’alto Commissario Vittorio Sgarbi, al direttore dei lavori Guido Meli ed alla soprintendenza ai Beni culturali. Se i lavori non verranno conclusi in tempo sarà un fallimento per tutti noi, per il nostro territorio e per il nostro turismo. Abbiamo gli occhi del mondo puntati addosso e non possiamo fallire. Per quanto ci riguarda la provincia con in testa il presidente Pippo Monaco è disponibile ad ogni forma di confronto per favorire e facilitare i processi di conclusione dei lavori nel sito”. Infine, il neo assessore alla cultura della provincia ennese lancia una frecciatina al vecchio assessore al turismo Titti Bufardeci accusato di non aver valorizzato appieno le risorse culturali ennesi durante il suo mandato “Vedo che la regione siciliana e tutti i suoi apparati burocratici ci trattano come una provincia di serie B. Il vecchio assessore regionale al turismo Tutti Bufardeci ha solamente fatto proclami. Non ha mai parlato ne messo in atto azione sui beni dell’ennese. Ha speso un sacco di quattrini solo per la promozione turistica del siracusano. Spero – continua Tudisco – nel nuovo assessore Nino Strano non continui sulla stessa strada di Bufardeci ma possa dare una seria accelerata al movimento turistico ennese”.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ABBONAMENTO SCOLASTICO: IN DISTRIBUZIONE I MODULI

Sono in distribuzione, presso il Servizio Pubblica Istruzione,i modelli per la richiesta dell’abbonamento scolastico per gli alunni costretti a servirsi di un mezzo pubblico di linea per frequentare scuole medie o istituti superiori che presso il comune o frazione di residenza non esistono. A darne notizia l’assessore alla Pubblica Istruzione Claudia Cozzo che comunica che, sempre al  Servizio Pubblica Istruzione sono anche in distribuzione i moduli per la richiesta dello scuolabus per gli alunni residenti nelle contrade che frequentano le scuole elementari e medie di Enna Bassa, nonché quelli per gli alunni residenti nella zona di  Enna Bassa  (  Ferrante,  S. Anna   e S. Lucia ) che frequentano la scuola elementare “ F. P. Neglia “ di C/da Santa Lucia. Per quanto riguarda gli abbonamenti scolastici nonché il servizio scuolabus per gli alunni residenti nelle zone di Enna Bassa gli utenti interessati sono tenuti a pagare un ticket come di seguito specificato:
per attestazione I.S.E.E. inferiore a € 8.000,00   gratuito
da € 8.000,00  a  €  16.000,00        € 50,00
da € 16.000,01 a  € 24.000,00        € 100,00
 superiore   a €    24.000,01           € 120,00


Le richieste dovranno essere presentate presso il Protocollo Generale del Comune di Enna, o presso la Sede del servizio Pubblica Istruzione – Via IV Novembre n° 54.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LA FESTA DEL LIBRO A PIAZZA ARMERINA

Si è inaugura il 4 agosto presso il chiostro dei Gesuiti la Festa del libro.Si tratta del primo evento di questo genere che si svolge a Piazza. Lungo i lati del chiostro saranno allestiti 12 box per altrettante case editrici, per lo più siciliane: EDAS, Città Aperta, Il Lunario, Edizioni Lussografica, Edizioni Bose Giesse, Bonfirraro Editore, la fondazione Giuseppe Fava, l’Editore Morrone, Armando Siciliano Editore, Flaccovio, l’editore Negretto di Mantova, Fondazione Piccola di Calanovella e Lombardi Editore, che esporranno e presenteranno i loro titoli.Ogni sera sono previste sei presentazioni di libri sul palco allestito nel Chiostro.Per la serata di apertura sono previste le seguenti iniziative:ore 19,00 “La bottega di Luigi” di Emilio Barbera – Città Aperta ore 19,30 “I templari” di Salvatore Vasta – Armando Siciliano Editore ore 20,00 “Parola di chef” – Armando Siciliano Editore ore 20,30 “Pensieri come pietre” di Salvatore Cosentino – Editrice Bose  Giesse Bonfirraro Editore ore 21,00″ I Branciforti: Storie, miti e leggende” di Nino Pisciotta –  Editrice Bose Giesse-Bonfirraro Editore ore 21,30 “Il Duomo di Morreale”- Editrice Casa Editrice LUSSOGRAFICA“Su iniziativa del Consiglio di Biblioteca abbiamo voluto organizzare questo evento nell’ambito di Piazza d’estate perchè vorremmo dimostrare che oltre che fare spettacoli, musica e divertimento, è possibile anche organizzare momenti di approfondimento legati alla cultura – illustra il Sindaco. Incontrarsi per discutere di libri e dei temi in essi affrontati può essere un modo piacevole e non banale di trascorrere all’aperto una serata estiva”

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati