ENNA -UNIVERSITA’ KORE A RISCHIO CHIUSURA ALCUNI CORSI DI LAUREA

La sede unversitaria dell’università di Catania preso la Kore di Enna chiuderà i battenti se non saranno saldati i debiti. Potrebbe infatti scattare la risoluzione della convenzione per inadempimento a meno che il Consorizio universitario ennese non salderà “il conto” entro il 15 aprile.A rischio chiusura sono i corsi di laurea in Economia e gestione delle imprese agroalimentari , di Operatore giuridico d’impresa turistico e Formazione in operatri turistici.


Il presidente Cataldo Salerno in una nota fattaci pervenire afferma che: “Apprendo che la Kore avrebbe debiti con l’Università di Catania. Strano: mi risulta il contrario.”


 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA. IL CONSIGLIO COMUNALE VIETA I RIPETITORI PER TELEFONINI ALL’INTERNO DELLA CITTA’

A Piazza Armerina i ripetitori di elefonini non potranno essere installati all’interno del perimetro urbano. La norma è stata inserita nel nuovo piano regolatore generale in discussione in questi giorni in sede di consiglio comunale. Negl’anni passati numerose aziende di telefonia mobile avevano fatto richiesta  di installare ponti radio all’interno della città e , alcune, lo hanno fatto nonostante esistesse già un regolamento comunale che lo vietava espressamente.
Gli effetti  dell’esposizione ai campi magnetici creati dai ripetitori sono oggetto di studio da parte di molti ricercatori ed ancora non esistono risultati certi che possano escludere in maniera definitiva la mancanza di interazioni negative con il corpo umano. Per prudenza molti comuni hanno preferito vietare l’installazione dei ripetitori all’interno dei centri abitati.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

STANOTTE ALLE 2 SCATTA L’ORA LEGALE

Stanotte alle 2 scatta l’ora legale che resterà in vigore fino alla notte del 25 ottobre. Un arco di tempo di sette mesi durante i quali avremo un risparmio energetico di circa 80 milioni di euro. L’adozione dell’ora legale in Italia nasce nei primi anni del 900 e dopo varie sospensioni è stata definitivamente introdotta nel 1965 (periodo di crisi energetica) per risparmiare energia elettrica e per regalare un’ora in più di luce naturale che, nelle sere d’estate favorisce lo svago, le uscite, il turismo e dà una sensazione di lunghe giornate di vacanza. Ma questo cambiamento porta a molte persone, soprattutto ai bambini, problemi di ansia, insonnia, sonnolenza e stress. Disturbi questi causati dal nostro orologio biologico, che impiega alcuni giorni prima di abituarsi al nuovo orario.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

BUCATINI CON IL CAVOLFIORE IN TEGAME E CANNOLI DI TUMA

 


 Dosi: 500 maccheroncini – 1 cavolfiore da 1 Kg – 70 uva sultanina – 2 acciughe salate – 1 bustina di zafferano – 1 cipolla media – 1 cucchiaio di estratto di pomodoro – olio sale pepe.


 


Lessate il cavolfiore a pezzi in acqua salata. In un tegame soffriggete la cipolla finemente affettata con olio abbondante, aggiungendovi lo zafferano sciolto in un po’ d’acqua tiepida, l’uva sultanina ed i pinoli, lasciate insaporire e versate anche il cavolfiore a pezzi. Lasciate soffriggere a fuoco vivo, condite con sale e pepe, aggiungete un mestolo di acqua di cottura della verdura, un cucchiaio di estratto di pomodoro ed infine le acciughe già sciolte nell’olio. A parte lessate la pasta nell’acqua del cavolfiore, scolatela al dente, conditela col sugo già pronto e lasciate riposare almeno 10 minuti prima di servire.


 


 


 


CANNOLI DI TUMA


Dosi: 400 g tuma, 2 uova, 300 g carne di vitello tritata, 1 cipolla piccola, noce moscata, 200 g pangrattato, 200 g farina, mezzo bicchiere di vino rosso, olio, sale, pepe.


 


Soffriggete la cipolla affettata in un tegame, unite la carne tritata e sfumate con il vino, regolate sale e pepe, aggiungete noce moscata grattugiata e lasciate rosolare per una decina di minuti. Tagliate a fette la tuma, immergete le fette in acqua bollente in modo che si ammorbidiscano; in ogni fetta mettete un po’ di carne condita. Arrotolate le fette, passate nella farina, uova battute e pangrattato, friggete in olio caldo.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ASSEGNI : DAL 30 APRILE SI CAMBIA

 E’ in arrivo una piccola rivoluzione per i cittadini italiani, con regole più stringenti nell’uso di assegni bancari, postali e circolari, libretti di risparmio e titoli al portatore, contanti. Tra le novità  più rilevanti: l’obbligo di emettere solo assegni “non trasferibili” dai 5.000 euro in su, il pagamento di una tassa di 1,50 euro ad assegno nel caso in cui si vogliano fare ‘cheque’ liberi e l’impossibilità  di emettere assegni “a me medesimo” se non per l’incasso di contanti da parte della stessa persona che li ha emessi. Inoltre gli assegni liberi dovranno portare per ogni girata, pena la sua nullità, anche l’indicazione del codice fiscale di chi la effettua. Le nuove norme, messe a punto dal ministero dell’Economia per adeguarsi alle direttive comunitarie e combattere riciclaggio e criminalità, prevedono anche sanzioni amministrative pecuniarie per chi non le rispetta.


Le nuove regole sono specificate in una guida stilata da Abi e Mef che verrà  presto diffusa in tutte le banche. In pratica dalla fine del mese prossimo non sarà  più possibile emettere un assegno per un importo pari o superiore a 5.000 euro senza la clausola “non trasferibile” e senza aver indicato il nome o la ragione sociale del beneficiario. Di conseguenza tutti i nuovi libretti che le banche distribuiranno a partire dal 30 aprile saranno già  muniti della clausola “non trasferibile” e potranno dunque essere presentati in banca per l’incasso dal solo beneficiario. Ma se qualcuno dopo quella data volesse comunque richiedere assegni senza tale clausola (utilizzabili sempre e solo per importi inferiori ai 5.000 euro), potrà  farlo, ma dovrà presentare una specifica richiesta alla banca e dovrà  pagare un’imposta di bollo pari a 1,5 euro ad assegno, ovvero di 15 euro a libretto.


“Tale sovrattassa – ha spiegato il direttore generale dell’Abi Giuseppe Zadra – è stata introdotta per disincentivare l’uso degli assegni trasferibili” e considerate anche le nuove clausole sull’importo e la girata, “ci aspettiamo che il numero di assegni che viene usato liberamente e che è¨ il pagamento più problemi di truffe si riduca e che il sistema delle carte di credito sia più usato perché più comodo, più conveniente e non crea alcun tipo di problema”.


Padre Giuseppe Carà

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – SERATA DI GALA CONTRO IL CANCRO AL TEATRO GARIBALDI

Una simpatica iniziativa da parte della Lilt (lega italiana per la lotta contro i tumori) che questa sera ha previsto, una speciale serata di gala ,  al teatro Garibaldi  con un´esibizione di Valentina Camilleri e  l´artista Fabrizio Voghera protagonista dei musical di Riccardo Cocciante “Notre dame de Paris e Giulietta e Romeo”: L´evento organizzato per la raccolta di fondi a favore della ricerca contro il cancro sarà accompagnato in questi giorni da altre iniziative : infatti il prossimo sabato e domenica all´ospedale Umberto I di Enna visite senologiche gratuite. Sempre nelle stesse giornate in Piazza Antonello da Messina ad Enna Bassa e in PIazza VI dicembre verranno distribuite bottiglie di olio.


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PROVINCIA DI ENNA – PRESENTATO IERI IL PROGETTO PER IL PIU’ GRANDE CENTRO COMMERCIALE DEL SUD

 Presentato ufficialmente ieri alla Provincia il progetto del grosso centro commerciale che sarà costruito sull´A19 nella zona Dittaino. Il centro, chiamato “Outlet factory village”  sarà il più grande del sud e si svilupperà su 31 ettari di terreno con 6700 mq di ipermercato e 100 eleganti negozi delle migliori firme. Nell´area è previsto anche un albergo a 4 stelle con 120 camere e sala congressi. I lavori inizieranno entro questa primavera e la consegna è prevista entro 18 mesi. L´opera costerà circa 40 milioni di euro con capitale interamente privato.


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

DITTAINO – IL PIU GRANDE INTERPORTO DELLA SICILIA

 Dal prossimo aprile si avvierà l´attività dell´interporto Dittaino.Il più grande  interporto dell´isola realizzato da privati sfruttando le strutture dell´ex tubificio Sipem . L´attività prevede collegamenti andata e ritorno con l´interporto di Parma . In poco tempo l´interporto Dittaino potrebbe ritagliarsi uno spazio importante nel segmento del trasporto merci da e per il resto d´Italia.


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – LETTERA APERTA DEI MEDICI DELL’AZIENDA OSPEDALIERA UMBERTO I

 I dirigenti medici in servizio presso le U.O. dell´Azienda Ospedaliera Umberto I con una lettera aperta contestano la decisione con la quale , il Commissario srtaordinario Dr. Lorenzo Maniaci. ignorando tra l´altro il parere negativo delle organizzazioni sindacali , ha stabilito di stornare notevoli risorse finanziarie dal fondo di produttività dei medici. Anche le organizzazioni sindacali hanno presentato ricorso presso il Tribunale di Enna (ex art. 281. 30 maggio 1970 n. 300). La Direzione Aziendale disattenta alle problematiche che riguardano al gratificazione del lavoro dei medici non si accorge del grave stato di tensione provocato dalla continua mortificazione delle giuste aspettative dei dipendenti i quali aspettano ancora senza alcun riscontro l´adeguamento del contratto(notturni e festivi) da più di due anni. Pertanto i sottoscritti chiedono:
-revoca immediata della disposizione che distrae per altri scopi il fondo d´incenticazione della dirigenza medica.
_ el caso in cui si rendesse necessario  finanziare attività suppletive per il mantenimento dell´efficienza del nostro nosocomio , bisognerà prevedere la partecipazione di tutte le categorie sanitarie ed amministrative.
-Ricontrattazione della ripartizione del fondo d´incentivazione della dirigenza medica volta a premiare i reparti più impegnati sul fronte dell´assistenza e dell´innovazione .


fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

VELTRONI ENNA – UNA FOLLA DI GENTE LO ACCOGLIE CON GRANDE ENTUSIASMO

 Non sono stati scoraggiati dal freddo gelido di marzo ieri gli ennesi che numerosi hanno assistito al comizio del premier Walter Veltroni.A bordo del suo pulman è stato accolto calorosamente da una folla immensa.  Ad accompagnarlo la candidata alla presidenza della Regione Anna Finocchiaro ,il capolista della camera Giuseppe Beretta, il senatore Enzo Bianco ,  il deputato nazionale Mirello Crisafulli nonchè il  Sindaco Rino Agnello  e  il Presidente della Provincia Cataldo Salerno. Ad introdurre il leader del Pd una giovane ennese Tiziana Arena .
Subito dopo ha parlato Anna Finocchiaro , ricordando piazza San Francesco ai tempi di quando era ragazzina e suo padre era procuratore della Repubblica. La Finocchiaro ha poi spiegato come intende incentivare le imprese con “incentivi di qualità” e interventi per le infrastrutture di cui la Sicilia è carente. E´ stata così la volta del Leader Veltroni che ha parlato di occupazione salari e pensioni  con un programma preciso e chiaro. Dopo un´ora con l´inno di Mameli si è conclusa la visita ad Enna del premier Veltroni che salito sul suo pulman si è diretto alla volta di Ragusa. 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA.STATO DI AGITAZIONE PER IL PERSONALE DELL’ENTE PARCO MINERARIO FLORISTELLA-GROTTACALDA


Il Personale dell’Ente Parco Minerario Floristella-Grottacalda non percepisce lo stipendio dallo scorso mese di dicembre. Le Organizzazioni Sindacali Cobas/Codir CGIL chiedono, attraverso una lettera aperta un maggiore interesse alle sorte dei lavoratori. Questo il testo della lettera che abbiamo ricevuto e che pubblichiamo.


“È da tre mesi, quindi, che le 21 famiglie, quasi tutte monoreddito, degli operai ed operatori dell’Ente di diritto pubblico “Parco Minerario Floristella-Grottacalda”, istituito con L.R. n 17/91, e partecipato da Regione Siciliana, Provincia Regionale di Enna, Comuni di Enna, Aidone, Piazza Armerina e Valguarnera, “tirano la cinghia” a causa delle disfunzioni di una pubblica amministrazione inefficiente, incapace ed insensibile alle esigenze reali del Personale.
In queste mortificanti condizioni di privazione assoluta di dignità le famiglie degli operai hanno dovuto affrontare le recenti festività Pasquali. (Si aggiunga che, data l’ubicazione del posto di lavoro, ogni giorno ognuno di loro deve, a proprie spese, affrontare lo spostamento con mezzo proprio e, il più vicino, deve coprire una distanza in andata e ritorno di circa 10 Km).
Pertanto la presente per chiedere a S.E. il Prefetto di Enna un intervento autorevole utile a sbloccare in tempi brevissimi la situazione. Agli Organi che leggono per conoscenza si comunica la proclamazione dello stato di agitazione di tutto il Personale.”


Le Organizzazioni Sindacali
Cobas/Codir CGIL
F.to Salvatore Roccaforte F.to Sebastiano Messina

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

FILATERIA – UN FRANCOBOLLO DEDICATO ALLA FONDAZIONE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO

Emissione filatelica di Poste italiane, per il giorno 31 Marzo 2008, di un francobollo appartenente


alla serie tematica ” Lo Sport Italiano ” dedicato alla Fondazione della Federazione Italiana


Canottaggio, del valore di €.0,65.


  Il francobollo è stampato a cura dell´Istituto Poligrafico dello Stato, in rotocalcografia.


La vignetta raffigura, in un´immagine di fine ´ 800 ´ un´imbarcazione con a bordo quattro vogatori ed


un timoniere impegnati in una competizione di canottaggio.


 


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA NEL COSTONE DI VIA PERGUSA

Lavori di messa in sicurezza nel costone di via Pergusa 


Enna: Sono in atto da diversi giorni i lasvori di messa in sicurezza del costone di via Pergusa.Si sta sistemando infatti una fitta rete metallica per contenere un´eventuale caduta massi e le opere dovrebbero costare complessivamente un milione e 500 mila euro. Nelle grotte posizionate nel costone di via Pergusa verrà attivato un impianto d´illuminazione  e nei pressi della rotonda verrà posizionato un abbeveratoio antichizzato per valorizzare l´antica via d´ingresso dalla città.


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SICILIA – WALTER VELTRONI IN VISITA IN SICILIA

Domani  Walter Veltroni , leader del Partito Democratico, candidato alla presidenza del consiglio dei Ministri , in visita in Sicilia. Domani pomeriggio, proveniente da Caltanissetta, alle ore 17,00 in Piazza San Francesco è previsto un comizio . Gli organizzatori stanno valutando , in caso di maltempo di allestire un palatenda nei pressi dello stadio.Subito dopo il leader del PD partirà alla volta di Ragusa dove è previsto in Piazza San Giovanni alle 21,00 un comizio.


Fonte www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

RAFFAELE LOMBARDO AD ENNA

Oggi giornata tutta ennese per il candidato alla presidenza della regione Raffaele Lombardo. Infatti questa mattina , il leader del Mpa sarà in provincia, tra Enna e Leonforte , alle 10,00, dove incontrerà alcune organizzazioni professionali e di categoria. Alle 14,00 appuntamento con il Sindaco Agnello e tutta la giunta comunale al palazzo di città con conferenza stampa. Alle 14,30 Lombardo incontrerà gli industriali ennesi all´Assoindustria. Nel primo pomeriggio alle 15,30 alla Sala Cerere il leader del Mpa incontrerà i candidati ennesi che lo sostengono in questa campagna elettorale . La giornata si concluderà in un agriturismo ad Agira  in tarda serata .

 

 

Fonte www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PROVINCIA ENNA – ARRIVANO I FINANZIAMENTI DALLA REGIONE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI ALCUNE SCUOLE

Arrivano dalla Regione i finanziamenti per la ristrutturazione di alcune scuole della provincia
Enna- Arrivano dalla Regione oltre 10 milioni di euro per finanziare progetti di abbellimento e sicurezza di alcune scuole della provincia. Ad Enna sono stati finanziati i lavori urgenti di recupero e ristrutturazione dell´Istituto regionale d´Arte Cascio e i lavori di ristrutturazione con miglioramento sismico del Liceo scio-pedagocico.Coinvolte anche alcune scuole di Piazza Armerina , Regalbuto e Villarosa.I piani provinciali , consultabili nella gazzetta di venerdì , contengono dettagliatamente la tipologia delle opere da realizzare e le scuole interessate.
 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ARRESTATO A PIAZZA ARMERINA UN GIOVANE PER VIOLENZA E RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Piazza Armerina nel corso della notte di Pasqua hanno arrestato Urso Rosario, di anni 24, nativo di Piazza Armerina ma residente in provincia di Varese. La pattuglia del Nucleo Radiomobile è stata chiamata ad intervenire presso un Pub sito in Piazza Boris Giuliano di Piazza Armerina dove veniva segnalato un giovane che dava fastidio agl’altri clienti.I militari intervenuti hanno avuto modo di rilevare che l’URSO, in evidente stato di ebbrezza stava per innescare una rissa all’interno ed all’esterno del locale spintonando ed offendendo altri clienti. A nulla erano valsi fino a quel punto gli inviti a calmarsi che gli erano stati fatti.


Alla richiesta di fornire i propri documenti e seguire i Carabinieri in Caserma il giovane ha iniziato a dare in escandescenze, minacciando ed offendendo i Carabinieri ed alcuni agenti di polizia, occasionalmente presenti sul posto che, richiamati dalla confusione si erano avvicinati per dare man forte. Si è reso dunque necessario bloccare l’URSO e farlo salire sull’auto del Radiomobile il quale  durante il tragitto lo stesso, ha continuato a minacciare i militari e  ha pure lievemente danneggiato l’auto. Tale il suo stato di ubriachezza che si è reso necessario anche l’intervento della Guardia Medica. Presso il Comando di via D’Annunzio il giovane ha continuato ad avventarsi contro i carabinieri venendo dichiarato in arresto per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Un controllo dei suoi precedenti ha fatto emergere che anche nel mese di aprile dell’anno scorso era stato tratto in arresto dai Carabinieri in provincia di Varese sempre per ubriachezza e resistenza a Pubblico Ufficiale.


Al termine della compilazione degli atti di rito, previo rituale avviso del suo arresto al Magistrato di Turno presso la Procura della Repubblica di Enna Dott. Marcello Cozzolino, Rosario Urso è stato trasferito presso la Casa Circondariale in attesa del processo che si terrà nei prossimi giorni nei suoi confronti

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – COMUNICATO STAMPA: ARRESTATO GIOVANE DI 24 ANNI PER UBRIACHEZZA E MINACCIA


I Carabinieri del Nucleo Operativo di Piazza Armerina nel corso della notte di Pasqua hanno arrestato un giovane di 24 anni nativo di Piazza Armerina ma residente in provincia di Varese.  


La pattuglia del Nucleo Radiomobile è stata chiamata ad intervenire presso un Pub sito in Piazza Boris Giuliano di Piazza Armerina dove veniva segnalato un giovane che dava fastidio agli altri clienti.


Giunti sul posto hanno avuto modo di rilevare che il giovane, in evidente stato di ebbrezza stava per innescare una rissa all’interno ed all’esterno del locale spintonando ed offendendo altri clienti.


A nulla erano valsi fino a quel punto gli inviti a calmarsi. Alla richiesta di fornire i propri documenti e seguire i Carabinieri in Caserma il giovane ha iniziato a dare in escandescenze, minacciando ed offendendo i Carabinieri ed anche altri appartenenti alle forze dell’ordine, occasionalmente presenti sul posto.


Si è reso dunque necessario bloccare il giovane e farlo salire sull’auto del Radiomobile; durante il tragitto lo stesso, continuando imperterrito a minacciare il personale operante ha pure lievemente danneggiato l’auto. Tale il suo stato di ubriachezza che si è reso necessario anche l’intervento della Guardia Medica.  


 


Piazza Armerina, lì 23.03.2008 


 


IL COMANDANTE


                                           (Cap. Michele Cannizzaro )

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

GIULIA PIANA ESCE DAL PROGRAMMA «AMICI» DI MARIA DE FILIPPI A TESTA ALTA

Giulia Piana , la piazzese che ha partecipato ad Amici come ballerina, la trasmissione di Maria De Filippi , è uscita alla settima puntata. Giulia è rientrata a Piazza Armerina per qualche giorno e ripartirà subito dopo Pasqua per Roma per partecipare ad alcune trasmissioni e continuare così la sua avventura nel mondo dello spettacolo.
Per lei si aprono diverse possibilità , prima fra tutte, la partecipazione al consueto tour estivo dei ragazzi di Amici e la partecipazione al musical che verrà allestito con tutti i ragazzi della fortunata trasmissione.
L’esclusione di Giulia è avvenuta a causa della sua posizione nella classifica del televoto che l’ha vista posizionarsi ultima nella squadra dei bianchi, perdente nella serata di mercoledì scorso.
Questo non toglie nulla alla bravura della ballerina piazzese che dal momento del suo ingresso nella trasmissione ha dovuto subire gli attacchi di  Alessandra Celentano,  molto critica nei suoi confronti per la tecnica espressa e per la conformazione fisica non adatte , secondo l’insegnante, ad una ballerina.
Abbiamo già espresso il nostro punto di vista sull’argomento e oggi comunque resta una grande soddisfazione per l’andamento della gara ed il comportamento di Giulia che le ha consentito di stare sotto la luce dei riflettori per diverse settimane.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PAPPARDELLE DEL CACCIATORE – AGNELLO IN FRICASSEA

Panna Liquida: 25 Cl
Sale
Pepe
Olio D’oliva: 3 Cucchiai
Aglio: 1 Spicchio
Formaggio Parmigiano Grattugiato: Abbondante
Funghi Champignon: 200 G
Salsa Di Pomodoro: 1 Cucchiaio
Pasta Tipo Pappardelle Bianche E Verdi: 400 G


Pulite accuratamente i funghi e tagliateli a fette sottili.
Fate dorare uno spicchio d’aglio in 3 cucchiai d’olio, quindi toglietelo e mettete i funghi, facendoli cuocere lentamente per una ventina di minuti e regolando di sale e pepe.
Al termine della cottura, aggiungere la panna, un cucchiaio di salsa di pomodoro e amalgamate bene tutto.
Fate cuocere al dente le pappardelle; scolatele e mettetele nella zuppiera, coprendole con la salsa di funghi.
Mescolate delicatamente, cospargete con abbondante parmigiano grattugiato e servite caldissimo


 


AGNELLO IN FRICASSEA


800 gr. di polpa d’agnello in pezzi
80 g. di pancetta a cubetti
5 carciofi
400 gr. di piselli sgranati
2 uova
una cipolla
2 cucchiai di pecorino romano grattugiato
4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
mezzo bicchiere di vino bianco secco
succo di limone
sale
pepe


Pulire i carciofi, tagliarli a fettine e lasciarli in acqua acidulata con succo di limone per non farli annerire. A parte scaldare l’olio e far rosolare la pancetta insieme con la cipolla affettata. Aggiungere la carne, farla dorare mescolando spesso, versare il vino e lasciarlo sfumare a fuoco vivace.
Unire i carciofi, prima sgocciolati, ed i piselli freschi, quindi bagnare con un mestolo di acqua calda, salare e pepare. Cuocere a recipiente coperto per circa 50 minuti. Sorvegliare la cottura e nel caso unire altra acqua.
A fine cottura versare sulla carne le uova sbattute con il pecorino, farle rapprendere e spegnere. 


 


 



 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – SI È INSEDIATO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

Si è insediato questo pomeriggio alle ore 18 il commissario straordinario che guiderà l’amministrazione comunale fino alle elezioni amministrative del prossimo otto giugno. Si tratta del dott. Nunzio Crimi, funzionario regionale del genio civile di Palermo. Con l’arrivo del commissario è decaduta la giunta politica fino ad oggi guidata dal vice sindaco Fabrizio Tudisco

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

UNA NUOVA SEDE PER IL CENTRO DI ACCOGLIENZA TURISTICA DEL PALIO DEI NORMANNI

L’ex chiesa di San Giacomo è la nuova sede del centro di accoglienza turistica del Palio dei Normanni. Nella nuova sede è stato allestito un museo dove sono esposti i costumi di alcuni personaggi che compongono il corteo del famoso palio di Piazza Armerina. Il turista che si reca nel centro di accoglienza puo ammirare i costumi del banditore, del saraceno, di guardie e notabili. Il palio 2007 è stato organizzato dal coordinatore generale Germano Crocco. Vediamolo in un questa intervista.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PROVINCIA DI ENNA – ATO ANNUNCIA LA POSSIBILE DILAZIONE DELLA BOLLETTA 2007

Nel corso di un incontro  tra i dirigenti Ato rifiuti  e Cna si è deciso di dilazionare  dilazionare la” Super Bolletta 2007″ che nei giorni scorsi è stata emessa da Sicilia ambiente con scadenza 31 marzo. I dirigenti Ato hanno spiegato che si sta provvedebdo ad individuare le modalità di pagamento per consentire agli utenti di differire le bollette e quindi si consiglia di recarsi presso lo sportello Tia dove verranno date tutte le informazioni relative. Intanto l´Assoutenti contrattacca con una nota ai arppresentanti di Siciliambiente e dell´Ato rifiuti chiedendo l´immediata sospensione delle fatture relative all´anno 2007 .


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

CAMPAGNA ELETTORALE. ALLA FINE AVREMO LA SOLITA ITALIETTA POLITICA ?

Una scelta difficile attende gli elettori. Mai come questa volta è importante decidere bene.
Quello che si sta inaugurando in questi  giorni è un periodo molto impegnativo sia per i partiti che per i cittadini-elettori.  Più  che di campagna elettorale , quest’anno,  parlerei  di  distesa elettorale.
Voteremo per rinnovare il Parlamento, l’assemblea regionale ed il presidente della regione, il consiglio provinciale e il presidente della provincia ed in fine, il alcuni comuni,  il consiglio comunale ed il sindaco.
Ci aspettano tre mesi  di promesse,  richieste di voto,  comizi, polemiche,  discussioni ,  dubbi amletici su chi votare, ecc. In gran parte il futuro dell’Italia, della Sicilia e delle realtà locali verrà deciso in questi novanta giorni perché , per quanto si possa parlar con toni negativi della politica e dei politici, sono loro a decidere le sorti , nel bene o nel male, della vita sociale ed economica di questa nazione.
La politica , in verità, affronta questa verifica, in un momento molto difficile. Chiunque governerà l’Italia si troverà ad affrontare la recessione economica,  la crisi delle banche che con molte probabilità investirà anche l’Europa, le emergenze del  territorio, prima fra tutte quella dello smaltimento dei rifiuti in Campania, l’emergenza energetica , il caro-petrolio e così via.
Se tutti noi votassimo seguendo il principio di mandare i migliori candidati a governare , tenendo conto che occorre un ricambio generazionale visto che chi ci ha governato in questi ultimi vent’anni non ha saputo o potuto o voluto dare le giuste risposte, avremmo una classe politica più adeguata ai tempi e alle necessità contingenti. Ma non sarà così. Pochi di noi votano tenendo conto delle capacità del candidati, molti si lasceranno condizionare dalle promesse, dalle amicizie , dalle parentele e dalla necessità di fare o ricevere cortesie. Così a fine giugno è molto probabile che ci ritroveremo la solita “italietta politica” con i soliti politici, alle prese con le solite promesse non mantenibili.
Nei bar oggi incontri gente che ti dice “ci vorrebbe una rivoluzione !” , ma quando entrano nella cabina elettorale, dove la rivoluzione potrebbero farla  con una matita, vengono presi dalla sindrome  di “voto promesso” convinti che tanto la loro decisione è ininfluente sul  loro futuro e su quello dei loro figli . Questo tipo  di elettori rappresentano il  settanta percento di chi si reca alle urne , ma la cosa interessante e che è possibile che non siano loro a decidere le sorti delle elezioni. Il trenta percento degl’attuali indecisi, che rappresentano l’obiettivo principale di tutti i partiti, potrebbero fare la differenza.
Il vero problema è che nessuno spiega agl’italiani, a quegl’italiani che vogliono fare una libera scelta e che fanno parte di quel trenta percento, come decidere il candidato ed il partito per cui votare.
I programmi elettorali sono simili, come sono simili le cose che dicono i leader nazionali e locali. Sebbene in alcuni casi  vi siano delle differenze sostanziali  , sappiamo tutti che l’applicazione della politica annunciata e cosa ben diversa da quella realizzabile.  Non  resta che concentrarsi sui candidati valutando non il loro carisma o la loro capacità comunicativa ma la loro levatura morale, il grado di rinnovamento che possono introdurre  o che hanno introdotto,  le loro conoscenze e le loro capacità in tema di amministrazione della cosa pubblica. Decidere attraverso questi parametri  significa “fare la rivoluzione” : riconquistare il diritto di voto come scelta democratica e non vederlo come dovere o cortesia nei confronti di qualcuno.
Certo è’ opportuno valutare anche il loro passato politico , gli obiettivi che hanno raggiunto a favore della collettività, ma attenzione a non esagerare con l’esperienza perché altrimenti voteremo i  mestieranti della politica che della politica hanno fatto, o tentano di fare, solo un orticello personale.
Non resta che tenersi informati su cosa dicono i singoli candidati, su cosa hanno fatto nel loro passato e cosa intendono fare per il futuro della  nostra collettività.
Poi….. se voterete per l’amico, il parente, il cognato , l’amico del’amico solo per “cortesia”  o per convenienza personale,  per favore non andate nei bar a parlare di rivoluzione. Non ne avete alcun diritto.


Nicola Lo Iacono


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – PROGETTO G.O.T.I.C.A. SEMINARIO CONCLUSIVO

Oggi pomeriggio alle ore 16.00 alla Confindustria di Enna si svolgerà il Seminario conclusivo del Progetto Gotica. Progetto che ha coinvolto 30 operatori della gastronomia e della ricezione della provincia di Enna in un percorso di riqualificazione manageriale. Oltre alla Confindustria hanno collaborato alla realizzazione del Progetto altri partner specializzati come Rocca di Cerere e Logos. Il progetto aveva come obiettivo la valorizzazione dell’agroalimentare ai fini turistici allo scopo di sfruttare le tipicità come traino turistico per colmare il gap di offerta di itinerari che pongono la provincia fuori dai grandi flussi turistici e prevedeva inoltre azioni integrate di formazione e consulenza e supporto rivolte alle PMI dell´industria agroalimentare, agrituristica  e turistica in genere.


Maurizio Prestifilippo  – Presidente del Comitato Tecnico Scientifico del Progetto – ha più volte sottolineato l’importanza di far proseguire il progetto oltre la data ufficiale di chiusura: “Bisogna realizzare un sistema turistico integrato, che valorizzi produzioni e risorse del territorio sia  culturali, ambientali che  gastronomiche. La componente gastronomica dei prodotti locali e tutto il sistema produttivo possono concorrere in maniera determinante alla definizione della proposta turistica integrata del territorio. I maggiori vincoli allo sviluppo del settore sono rappresentati dalla difficoltà di coniugare gli itinerari storico artistici, che hanno in Piazza Armerina il centro, con quelli di tipo rurale e naturalistico dei boschi, delle riserve e dei laghi naturali e bacini, con la cultura e con la gastronomia locale. In quest’ottica è fondamentale non perdere l’occasione che ci verrà offerta da due eventi importantissimi che interesseranno la nostra Provincia, la riapertura della Villa del Casale ed il ritorno della Venere di Morgantina ad Aidone, occasioni per le quali dobbiamo essere pronti e saper offrire soluzioni innovative ed originali”.


“La nostra Provincia deve essere in grado di formulare una proposta turistica, fatta di itinerari, che vada ben oltre la semplice offerta dei beni che abbiamo. Coniugare il bene culturale con l´ambiente e la gastronomia a fini turistici significa riorganizzare l´intero sistema produttivo dell´industria agroalimentare e della filiera ad esso collegato, in direzione della tutela della risorsa ambiente e della qualità del prodotto tipico locale”. Così Grippaldi – Presidente della Confindustria Ennese.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – AUMENTATI I PREZZI DEL 9,1 PER CENTO PER L’ACQUISTO D’IMMOBILI

Secondo un´indagine dell´ufficio studi di  Tecnocasa ad Enna per tutto l´anno 2007 si è registrato il più alto aumento dei prezzi sugli immobili.Infatti il costo per l´acquisto di una casa da gennaio a dicembre dello scorso anno sarebbe aumentato del 9,1 per cento.Il Sunia a tal proposito sostiene come il mercato immobiliare viva  una stagnazione fortissima e sottolinea come le speculazioni degli affitti siano invece dimunuiti e regolarizzati con registrazione di regolari contratti. 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – ALLEANZA NAZIONALE NON ESISTE PIU’

Alleanza Nazionale ad Enna non esiste più. Dopo l´addio di Massimo Greco, ieri mattina anche i due consigleri comunali Alessandro Gravina e Maria Rita Annino hanno presentato la lettera di dimissioni. Nell´ambito del partito la scorsa settimana sono state inoltre registrate le dimissioni dei venti presidenti dei  circoli comunali e quella del presidente Provinciale Giuseppe Monaco.Inafatti i dirigenti ennesi lamentano la mancanza di considerazione registrata dalla segreteria regionale del partito nella costituzione delle liste nazionali e regionali. Così per la prima volta An , non registra nessun candidato per le competizioni elettorali. 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

SPAGHETTI ALLA CARBONARA VEGETARIANA E CAPRETTO ALLA CACCIATORA

Uova: 2
Sale
Pepe
Olio D’oliva
Cipolla Rossa: 1
Formaggio Parmigiano Grattugiato: 2 Cucchiai
Noce Moscata: 1 Pizzico
Porro: 1
Carote: 2
Zucchine: 2
Verza: 4 Foglie
Pasta Tipo Linguine: 280 G


Tagliate le carote e le zucchine a nastri sottili con l’aiuto di un pelapatate, la parte bianca del porro e la verza a striscioline, la cipolla rossa a spicchi sottilissimi.
Fate saltare il tutto in un tegame con poco olio per un paio di minuti poi salate, coperchiate e fate stufare a fuoco basso per 15 minuti.
Cuocete nel frattempo le linguine in abbondante acqua salata in ebollizione.
Sbattete in un piatto le due uova con un pizzico di noce moscata, sale e pepe.
Quando la pasta sarà  cotta, scolatela e versatela nel tegame con le verdure; conditela con un filo di olio crudo poi versate le uova, il parmigiano e mescolate velocemente.
Fate insaporire per un minuto a fuoco basso e servite


 


CAPRETTO ALLA CACCIATORA


capretto, 1/2 cosciotto
pancetta, 30 gr.
vino bianco secco, 1 bicchiere
limone, 1
aglio, 1 spicchio.
scalogno, 1/2
salvia, rosmarino, q.b.
alloro, 2 foglioline
basilico, q.b.
olio extravergine d’oliva, q.b.
burro, q.b.
sale e pepe, q.b.


Sminuzzate il capretto in pezzetti.
Preparate un battuto con pancetta, scalogno.
Unite del burro e un filo d’olio.
Sistemate il battuto in una casseruola.
Aggiungeteci i pezzetti di capretto.
Fateli insaporire.
Bagnate con vino bianco.
Mettete nel tegame anche gli odori.
Mescolate.
Trasferite il tutto in forno caldo a 220°C.
Allungate con dell’acqua e vino durante la cottura in modo che il fondo non si asciughi troppo.
Aggiungete un trito di scorza di limone e il succo di limone al capretto 10 min. prima del servizio.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – LAGO DI PERGUSA: DIMINUISCE LA TOSSICITA’

E´ ancora in corso la rimozione delle caracsse delle carpe trovate morte all´interno del lago Pergusa a causa delle tossine dell´alga “Prymnesium parvum”. Intanto attualmente la  regressione della tossicità dell´acqua non farà rivedere i divieti di utilizzo dell´acqua.. Fra due settimane comunque dovranno partire nuovi monitoraggi, con cadenza mensile , oltre che della riserva anche del Fitoplacton uno dei prinicipali elementi di qualità biologica richiesti dall Comunità Europea.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – COMUNICATO STAMPA DELLA DESTRA

Nino Cammarata dirigente nazionale dei giovani del movimento del sen. Storace e dell’on. Musumeci,-avendo appreso, dopo  l’ennesima esclusione di esponenti di AN appartenenti alla federazione ennese, dalla competizione per il rinnovamento del  parlamento nazionale , anche dell’ennesima mortificazione subita dagli stessi ,a causa dell’esclusione dalla lista provinciale del PDL  per l’elezione dell’Assemblea Regionale -esprime sincera solidarietà ai militanti e dirigenti mortificati e disorientati dall’ennesima scelta di vertice , che li ha resi orfani di una identità storica, politica e culturale. La messa in liquidazione della fu alleanza nazionale-afferma Cammarata- con una scelta  ed unilaterale, ha fatto si che nel panorama politico nazionale e soprattutto provinciale, l’unico riferimento ad una destra di valori,di coraggio che guarda al futuro e il movimento che vede canditata  premier l’on. Daniela Santanchè e un giovane, Ruggero Razza alla presidenza della Regione.”

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – CONFARTIGIANATO ORGANIZZA UN ASSEMBLEA SULL’ABUSIVISMO E LA SICUREZZA

Il segretario provinciale della confartigianato lancia un pesante allarme riguardante l´abusivismo nella categoria in provincia che secondo alcune stime sarebbe triplicato nei parrucchieri, idraulici,e muratori . Proprio su questo tema e sulla sicurezza nel lavoro si terrà un´assemblea provinciale nella sede di via Borremans ad Enna Bassa alle 18,30 martedì 18 marzo.


Fonte : www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – CASTELLO DI LOMBARDIA. ENTRO GIUGNO SARA’ BANDITA LA GARA D’APPALTO

Società consortile Rocca di Cerere e Comune in sintonia per gli interventi di miglioramento dei servizi di fruizione all´interno del castello di Lombardia . Infatti entro giugno dovrebbe essere bandita la gara d´appalto e di questo na dà conferma l´assessore Colaleo che ritiene questi lavori ” un intervento indispensabile per i turisti e la loro permanenza”.


Fonte www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

Un video per ricordare la presenza dell’IIS Ettore Majorana alla Borsa Internazionale del turismo.

Prodotto in collaborazione con L’Istituto d’Istruzione Superiore “Ettore Majorana” e con il consorzio Turistico Piazza Armerina, Start Tv presenta un video che attraverso immagini e musica ripercorre l’esperienza lavorativa alla Bit di Milano durante la quale gli alunni dell’IIS MAJORANA ed in particolare quelli del turistico hanno potuto confrontarsi con il mercato del lavoro del quale faranno parte in futuro.


StartTV ringrazia la preside dell’IIS Majorana Lucia Giunta,  Ettore Messina e i ragazzi del progetto TV per la fattiva collaborazione nella realizzazione dello speciale dedicato a questa importante manifestazione.


Il video è stato realizzato presso il centro di produzione Televisiva E. Majorana.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

COSA RESTERA’…….. DI QUESTO SANREMO

Dopo il festival, si sa c’è il dopo festival. Ma quando anche il festival e il dopo festival finiscono, coso rimane? Il dopo-dopo festival? No. Rimane un polverone che una volta passato ha mosso ben poche cose. Il mese di marzo, contraddistinto dalla festa della donna, dall’arrivo della primavera, dalla festa del papà, ha un’altra caratteristica: quella di riempire tutte le radio con i brani del festival, che musicalmente parlando, è in questa fase che vengono apprezzati in tutto il loro essere in quanto sono già “sentiti”, sono già ascoltati, e quindi si entra nella fase della “canticchiata”. Certo questo festival ha rispettato gli schemi, non ha dato e non ha tolto nulla, ha semplicemente intrattenuto, con un tipo di televisione elegante, scanzonato, e non volgare. Se l’odience cala, non è certo colpa di Baudo o di Chiambretti. Ma, a mio avviso è la società italiana che, abituata a programmi spazzatura non riconosce più un programma che comunque garantisce professionalità e eleganza, o per lo meno ci prova. I pezzi proposti poi, subiscono anche le influenze del mercato aperto su internet, e nella peggiore delle ipotesi, acquisto un brano di Sanremo a soli 99 centesimi, se non gratis. E allora come poter parlare di brano più venduto? Potremo parlare forse di brano più scaricato (e di fatti i pezzi di Sanremo risultano essere proprio i brani più scaricati). Cosa salvare allora di questo festival? Sicuramente la terza puntata dove i brani si sono ravvivati con i vari duetti, molto apprezzati; il pezzo di Tricarico, che se cantato da Vasco Rossi sarebbe già un tormentone; la conduzione del dopo festival affidata ad Elio la sua band; le foto sexy di Lola Ponce che hanno invaso il web. Bè ognuno tragga le sue conclusioni, in attesa che si avvii l’altro discusso  appuntamento televisivo con la musica: il Festivalbar.


 


 


Andrea Lombardo

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – UN’INTERESSANTE RASSEGNA CINEMATOGRAFICA AL TEATRO GARIBALDI

Organizzata da Francensco Urzì, in collaborazione con il Lions Club e l’Assessorato alla cultura del comune di Piazza Armerina, è partita nei giorni scorsi una rassegna cinematografica che propone diversi film di successo, tra cui il Gattopardo ed una sezione dedicata a Piazza Armerina nella quale verranno presentati alcuni lungometraggi girati  in città e alcuni documentari reperiti attraverso l’Istituto Luce e le teche della Rai. Nell’Intervista Francesco Urzì illustra la rassegna.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

AL TEATRO GARIBALDI I LAMENTATORI DELLA SETTIMANA SANTA DI PIAZZA ARMERINA


L’Associazione Artistico-Letteraria “il Parnaso”, in collaborazione con l’Associazione Lamentatori, Portatori e Portatrici del SS. Crocifisso, con la Confraternita del SS. Crocifisso, l’Associazione Moysikos S.A.C.A.M., con il patrocinio della Diocesi e del comune di Piazza Armerina, organizza, presso il teatro Garibaldi di Piazza Armerina, il 13 marzo alle 18.00.,un incontro sul tema “I RITI DELLA SETTIMANA SANTA A PIAZZA ARMERINA TRA DEVOZIONE E TRADIZIONE”.


 


 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

AL TEATRO GARIBALDI I LAMENTATORI DELLA SETTIMANA SANTA DI PIAZZA ARMERINA

3/13/2008 –


L’Associazione Artistico-Letteraria “il Parnaso”, in collaborazione con l’Associazione Lamentatori, Portatori e Portatrici del SS. Crocifisso, con la Confraternita del SS. Crocifisso, l’Associazione Moysikos S.A.C.A.M., con il patrocinio della Diocesi e del comune di Piazza Armerina, organizza, presso il teatro Garibaldi di Piazza Armerina, il 13 marzo alle 18.00.,un incontro sul tema “I RITI DELLA SETTIMANA SANTA A PIAZZA ARMERINA TRA DEVOZIONE E TRADIZIONE”.


 


L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

PIAZZA ARMERINA – LA GIUNTA APPROVA IL BILANCIO

La Giunta comunale ha approvato la proposta del Bilancio programmatico 2008. L’Assessore al Bilancio Mauro Farina ha voluto predisporre la manovra in tempi rapidi affinché la sua definitiva approvazione in Consiglio comunale possa avvenire entro il 31 Marzo. Un atto di fondamentale importanza per dotare il Comune del fondamentale strumento del Bilancio. L’arrivo del Commissario regionale avrebbe potuto rallentare l’iter di approvazione, mettendo in difficoltà l’intera macchina burocratica dell’Ente. L’Assessore Farina ha seguito in prima persona la stesura del Bilancio ed attraverso il febbrile lavoro del Ragioniere Capo Rosario Scimone e dell’esperto finanziario del Sindaco Calogero Centonze si è riusciti ad elaborare la manovra finanziaria che lunedì mattina è stata approvata dalla Giunta. «E’ un Bilancio che rispetta in pieno il Patto di Stabilità – ha dichiarato l’Assessore al Bilancio Mauro Farina – e che va nella direzione di garantire il raggiungimento di importanti obiettivi per la Città. Mi riferisco soprattutto ai due mutui che sono stati inseriti per la realizzazione del parcheggio di Piazza Falcone e Borsellino (€ 2.043.103,49) e per la manutenzione straordinaria delle strade (€ 955.000,00). Approvare il Bilancio prima del commissariamento del Comune è stato un atto di grande responsabilità che mette nelle condizioni di avviare in tempi ridotti tutte le procedure per la sua definitiva approvazione». La bozza del Bilancio di previsione 2008 verrà adesso inviata alla conferenza dei capogruppo che dovrà decidere la data di convocazione del Consiglio comunale per la sua approvazione, alla Commissione consiliare al Bilancio ed al Collegio dei Revisori dei Conti.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA- ARRIVANO LE BOLLETTE 2007 IN UNICA SOLUZIONE

C´è nuova aria di tempesta riguardo il pagamento delle tariffe dei rifiuti. Infatti da lunedì siciliambiente ha cominciato a inviare le bollette per l´anno 2007 agli utenti con scadenza il 31 marzo. Non più tre rate quindi ma un´unica soluzione che scade a fine mese. Scoppia la polemica con Assoutenti la cui responsabile spiega come gli uffici siano stati invasi da migliaia di utenti che protestano per le tariffe. E intanto il presidente di Siciliambiente sottolinea che questa è stata una decisione  che la società è stata costretta a prendere per rientrare dal debito con la Montepaschi di Siena che ha anticipato congrue somme vitali per l´azienda.  


Fonte www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – VIA ALLA CAMPAGNA ELETTORALE, PRESENTATE LE LISTE

Con la chiusura delle liste è partita ufficialmente la campagna elettorale. !8 le liste presenti nei collegi siciliani con una ventina di ennesi che si contenderanno il posto alla camera e al senato. In lista i due parlamentari uscenti Mirello Crisafulli del Pd  per il senato e Ugo Grimaldi del Pdl per rientrare alla camera. Sempre per il Pd in lista per la camera la piazzese Ethel Consiglio e l´ennese Angelo Argento, con il leonfortese Uccio Muratore. Nella lista Idv candidato per la camera il piazzese Aldo Murella e al senato Giovanni Bongiovanni ennese. Nella sinistra Arcobaleno candidato il segretario provinciale del Pdci Gaspare Di Stefano, nella destra in lista per la camera Sanvatore Stefio di Catenanuova (Uno dei quattro ostaggi in Iraq) e per il senato Il piazzese Vincenzo Cammarata. Il partito del Sud propone una sola lista con Angelo Severino ennese , il partito comunista dei lavoratori ha in lista due piazzesi Giuseppe Camerino per la camera e Luigi Bascetta per il senato. Quattro candidati ennesi per l´Udc due nicosiani al senato, Renato Mancuso e Lorenzo Granada , per la camera invece il primario dell´ospedale Umberto I Giuseppe Gangitano di Pietraperzia e Mirko Milano. L ´Mpa propone per la camera l´assessore Paolo Colianni e Gaetano Punzi , sindaco di Regalbuto e due nicosiano per il senato Giorgio Bruno e Liborio La Vigna.Per il nuovo Psi due i candidati alla camera Vincenzo Capizzi e Paolo Lombardo mentre per il senato Salvatore Genovese di Assoro.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – ESPLODE LA PROTESTA ALL’OSPEDALE UMBERTO PRIMO

 Con un documento inviato alle agenzie d´informazione i rappresentanti sindacali Fsi protestano contro l´ospedale Umberto I . Nel documento si legge:” considerato che la nostra sigla sindacale assolve al proprio compito nella tutela dei dipendenti e nell´interesse dell´Azienda , svolgendo la sua azione con abnegazione nel massimo rispetto della legalità . Poichè si stanno consumando fatti gravissimi nei riguardi di dirigenti sindacali , che trovano sfogo anche in attacchi personali, con intimidazioni perentorie di licenziamento , calunnie  e diffamazione , denigrandone l´immagine sia personale che della sigla sindacale . Poichè non siamo più disponibili ad aspettare i comodi di un Commissario, impegnato a siglare atti di dubbia legittimità , che ci onora della sua presenza in Azienda al massimo una volta alla settimana . Che nel comportamento dell´Azienda registriamo un atteggiamento ostativo, ricercando cavilli amministratiti e lungaggini di vario genere e impedendo nei fatti l´azione sindacale , la quale al contrario , andrebbe agevolata nel rispetto dei principi di trasparenza e di legalità. I rappresentanti sindacali eletti nella lista Fsi e la segreteria provinciale Fsi dicono basta agli atteggiamenti di arroganza ed offensivi usati nei nostri confronti sia dei rappresentanti sindacali che degli iscritti. Infine il perdurare di tale atteggiamento nei confronti dei propri iscritti e dirigenti sindacali, farà sì , ci vedrà costretti a rivolgerci alle autorità competenti in materia , per la difesa e la tutela anche dell´immagine della sigla sindacale”.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA- PARTE IL DISERBO NEI CIMITERI

Sono partite già da qualche giorno le operazioni di diserbo dei due cimiteri comunali “Bellia” e “Santa Maria di Gesù”. Dopo numerose richieste di intervento avanzate a Sicilia Ambiente, l’Assessore ai Servizi Cimiteriali Mauro Farina è riuscito ad ottenere l’inizio dei lavori. «Finalmente iniziano i lavori di diserbo e di bonifica all’interno dei cimiteri comunali – dichiara l’Assessore Farina – una squadra di operai provvederà a liberare dalle erbacce i nostri due cimiteri e si provvederà contemporaneamente ad effettuare degli interventi di disinfestazione e derattizzazione. I problemi di Sicilia Ambiente legati all’agitazione dei lavoratori per il ritardo del pagamento degli stipendi, hanno finito per ripercuotersi anche sui cimiteri, malamente ripulito e pieno di erbacce. Ma finalmente, dopo numerose richieste, è arrivato l’intervento di Sicilia Ambiente che sta restituendo la giusta dignità ai cimiteri». Intanto i lavori di decespugliamento dovrebbero essere conclusi entro la Pasqua.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

BUCATINI AI GAMBERI UBRIACHI – POLLO AI PEPERONI

Sale
Limone: 1/2
Dragoncello
Pepe
Olio D’oliva: 4 Cucchiai
Salvia
Farina: 30 G
Cipolla: 1
Prezzemolo
Brandy: 2 Cucchiai
Panna: 1 Bicchiere
Brodo: 3 Mestoli
Salsa Worcester
Gamberetti Surgelati: 250 G
Pasta Tipo Bucatini: 500 G


Lasciate scongelate i gamberi a temperatura ambiente o, più lentamente, nella parte bassa del frigorifero.
Scottateli in acqua leggermente salata e scolateli bene.
In una piccola casseruola fate imbiondire nell’olio la cipolla tritata finemente: aggiungete la farina, mescolate, bagnate con tre mestoli di brodo bollente e, continuando a mescolare, cuocete per 5 minuti badando a non formare grumi.
Unite la panna e i gamberi; salate, pepate, profumate con uno spruzzo di Worcester, 2 cucchiai di brandy e il succo di limone.
Lasciate sul fuoco dolce altri 3 minuti.
Nel frattempo cuocete i bucatini in acqua bollente salata: scolateli e conditeli con l’intingolo.
Serviteli subito, spolverando con la salvia, il dragoncello, ed il prezzemolo finemente tritati.



POLLO AI PEPERONI


Sale
Pepe
Olio D’oliva Extra-vergine
Vino Bianco: 1/2 Bicchiere
Peperoni: 500 G
Passata Di Pomodoro: 300 G
Pollo: 1000 G


Mette l’olio in un tegame e fatevi imbiondire dell’aglio, aggiungete il pollo precedentemente tagliato in pezzi piccoli e fate rosolare.
Insaporite con sale e pepe e aggiungete il vino bianco.
Quando il vino sarà  evaporato, aggiungete la salsa di pomodoro e i peperoni precedentemente arrostiti, spellati e tagliati a listelli.
Lasciare il tutto sul fornello per ancora 15 minuti per permettere al pollo di insaporirsi.
Servite caldo.
Accorgimento: la passata e i peperoni devono essere aggiunti quando il pollo non è completamente cotto.
Considerate che deve stare sul fornello per altri 15 minuti.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – SCORIE RADIOATTIVE NELLA MINIERA DI PASQUASIA? SE NE TORNA A PARLARE

A volte vi sono notizie che arrivano agl’onori della cronaca ,di fronte alle quali ci indigniamo ma che , dopo poco tempo finiscono per essere dimenticate. E’ il caso delle presunte scorie nucleari che sarebbero sepolte nella miniera di Pasquasia, a pochi chilometri da Enna, e della fuga radioattiva che si sarebbe verificata circa tredici ani fa durante un esperimento.Nel dicembre scorso il periodico “L’ora Siciliana” ha tentato di fare luce sull’argomento e, secondo quanto riportato dal giornale, vi sarebbe più di un indizio a confermare l’ipotesi del disastro ambientale, comprovato anche  dall’incremento di tumori nella zona.Nel 1996 l’Onorevole Giuseppe Scuzzari si era occupato della vicenda dopo un’indagine partita  da un documento diffuso a Washington , durante una conferenza sul combustibile nucleare esausto all’inizio del 1995, nel quale si sottolineava l’esistenza di diversi siti in Europa utilizzati come deposito di scorie nucleari di basso e medio livello e nel quale veniva espressamente citata la miniera di Pasquasia.


Della fuga radioattiva, secondo “l’Ora Siciliana” , ci sarebbero delle prove oggettive tra cui uno studio sulla la presenza di Cesio 137 nelle vicinanze della miniera, riscontrata dall’Usl nel 1997, in concentrazione ben superiore alla norma.


Ad occuparsi del caso Pasquasia è stato anche il sito internet Altrenotizie.it che riporta una dichiarazione dell’on. Ugo Grimaldi, assessore al territorio e all’ambiente nel 1997.“Quando cercai di entrare a Pasquasia con dei tecnici, con degli esperti del mio assessorato, ebbi grande difficoltà ad accedervi, perché non volevano che entrasse la televisione. Non volevano nel modo più assoluto che si vedessero i pozzi. Quando poi sono riuscito ad entrare all’interno della miniera, la cosa più strana che vidi era che uno di quei pozzi, che loro chiamavano bocche d’aria o sfiatatoi enormi e profondi di diametro più di 15 metri, era stato riempito con materiale che di sicuro era stato trasportato all’interno della miniera per chiudere, per tappare in modo definitivo quella bocca. E non si tratta di materiale buttato dentro casualmente come può verificarsi in una miniera temporaneamente chiusa, come quando qualcuno che vede una pietra e che la butta dentro. Qui si tratta di TIR carichi di materiale che poi hanno buttato dentro appositamente per seppellire e nascondere un qualcosa”.L’aumento dei numero di Tumori in provincia di Enna risulta da diverse fonti ufficiali. La stessa popolazione, avverte da tempo la sensazione del notevole incremento di casi di cancro nella zona.


L’aspetto allarmante , secondo il periodico l’Ora Siciliana, è rappresentato dal fatto che  dal 2010 a Pasquasia potrebbero finire anche le scorie classificate HLW di terza categoria, ossia le scorie la cui radioattività decade nel corso di migliaia di anni.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – RICHIESTO L’INTERVENTO FINANZIARIO DEL DIPARTIMENTO DI PROTEZIONE CIVILE

E’ stato uno degli ultimi atti firmati dal sindaco Prestifilippo la richiesta al Dipartimento Regionale di Protezione Civile di intervento finanziario per intervenire strutturalmente su uno degli edifici più imponenti del centro storico: l’ex complesso conventuale di Santa Chiara che oggi ospita la scuola materna ed elementare del plesso Teatini del 3° Circolo Didattico R. Chinnici.
L’edificio per la sua estensione e per la vetustà sarà sicuramente oggetto d’attenzione nella predisposizione del programma finanziario di interventi di competenza della Protezione Civile.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA: UN FINANZIATO DI 670.000 EURO PER LA SCUOLA ELEMENTARE TRINITÀ

E’ stato approvato un finanziamento dell’importo di 670.000 euro per la messa in sicurezza degli impianti della scuola elementare Trinità.
Finalmente il lavoro dell’UTC si sta concretizzando con la concessione dei finanziamenti richiesti nel 2007. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Paola Di Vita.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – USCITO A LONDRA UN NUOVO LIBRO IN LINGUA INGLESE DEL PROF. TULLIO SCRIMALI

Importante riconoscimento internazione per il professore Tullio Scrimali, noto Psichiatra e Psicoterapeuta ennese, docente di Psicologia clinica presso la Facoltà, di Medicina dell’Università di Catania e presso il corso di Laurea in Psicologia dell’Università Kore di Enna. Nei giorni scorsi la prestigiosa casa editrice inglese Karnac Books (www.karnacbooks.com) ha presentato a Londra, in lingua inglese, il nuovo libro sulla schizofrenia dal titolo “Entropia della Mente ed Entropia Negativa”,  pubblicato in Italia nel 2006, è già giunto alla seconda edizione. Il prossimo 16 marzo lo stesso sarà presentato da Scrimali a New York nell’ambito di una conferenza alla quale parteciperanno i maggiori esperti del trattamento della schizofrenia. Nella monografia l’autore descrive una nuova prospettiva, sviluppata nel corso di numerosi anni di studi e ricerche, svolti presso la Clinica Psichiatrica della Università di Catania, l’Istituto Superiore per le Scienze Cognitive e la Scuola ALETEIA di Enna, e già ampiamente discussa ed apprezzata in ambito internazionale, in America, Europa e Giappone. Tale prospettiva, costruttivista e informata alla logica dei sistemi complessi, si basa sui più recenti sviluppi delle Scienze contemporanee quali psicofisiologia, informatica, cibernetica, teoria dei sistemi complessi  ed etologia, sia animale, che umana. Dopo aver delineato una nuova teoria sistemica del cervello e processuale della mente, fondata sulle concezioni del cervello modulare e della mente coalizionale, l’Autore sviluppa una concettualizzazione multifattoriale della dinamica eziologica e un punto di vista complesso ed evolutivo della condizione psicotica, definita Entropia della Mente o Frenentropia. Viene successivamente illustrato un innovativo protocollo integrato, per la terapia e la riabilitazione del paziente, afflitto da schizofrenia, chiamato Entropia Negativa. Entropia della Mente ed Entropia Negativa costituiscono nuove e promettenti prospettive per la comprensione della condizione schizofrenica e per il suo trattamento. La monografia, ricca di dati scientifici e di evidenze sperimentali, esposti con un linguaggio chiaro e scorrevole, che in più parti si fa narrazione, si rivolge a Psichiatri, Psicologi, Psicoterapeuti e Riabilitatoci ma anche a chiunque sia interessato al problema della schizofrenia. La monografia del professore Scrimali, già molto nota agli specialisti del settore, sta cambiando in Italia il modo di considerare la schizofrenia, un tempo ritenuta affezione incurabile ma oggi, grazie al trattamento Entropia Negativa, perfettamente trattabile con esiti molto positivi fino alla guarigione clinica. Ora il libro di Scrimali è stato tradotto in inglese ed edito a Londra dal prestigioso editore Karnac Books; in tal modo potrà essere utilizzato in tutto il mondo anche nel contesto dei corsi che il prof. Scrimali tiene in ambito internazionale (programmati per il 2008 a Montevideo, Helsinki e Varsavia) ma anche ad Enna presso la ALETEIA International, una Scuola residenziale di Psicoterapia fondata e diretta dal Docente ennese.


Fonte: www.dedalomultmedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – LA PROVINCIA PIU’ POVERA D’ITALIA AI PRIMI POSTI PER L’ACQUISTO DI AUTOMOBILI

 Sembra proprio un paradosso la provincia più povera d´Italia tra i primi posti per l´acquisto di automobili , ma è ciò che emerge da una graduatoria regionale , dove Enna è al primo posto con 872 nuove immatricolazioni per un totale provinciale complessivo di 3514 nell´anno 2007, mentre i dati Istat ci dicono che la stessa sia la provincia più povera d´Italia. Tutto questo potrebbe significare che si rinuncia a qualcos´altro ma non all´auto nuova.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – IACP: PRESTO PARTIRANNO I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEGLI ALLOGGI POPOLARI

Si ristruttureranno presto 140 alloggi popolari Iacp . Infatti l´Istututo Autonomo Case Popolari ha annunciato, nel corso di un consiglio d´amministrazione, l´avvio dei lavori che dovrebbero iniziare nelle prossime settimane. Si tratta di lavori di messa a posto di prospetti , tetti e interni di abitazioni in via Sardegna, Plebiscito e Olimpiadi.Nel corso dell´incontro si è discusso anche della legge regionale che prevede la vendita degli alloggi popolari a chi possiede i requisiti.  


Fonte www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PERGUSA ASSEMBLEA QUADRI DIRIGENTI DELLA DESTRA

Lunedì prossimo (10 marzo), alle ore 18.30, a Pergusa, nei locali dell’Hotel Garden (via Nazionale) si terrà un’assemblea dei quadri dirigenti de La Destra sulle elezioni Regionali del 13 e 14 aprile.
Interverranno, tra gli altri, Nello Musumeci e Gino Ioppolo, rispettivamente responsabile nazionale Enti locali e portavoce regionale de La Destra.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PERGUSA ASSEMBLEA QUADRI DIRIGENTI DELLA DESTRA

3/10/2008 –

Lunedì prossimo (10 marzo), alle ore 18.30, a Pergusa, nei locali dell’Hotel Garden (via Nazionale) si terrà un’assemblea dei quadri dirigenti de La Destra sulle elezioni Regionali del 13 e 14 aprile.
Interverranno, tra gli altri, Nello Musumeci e Gino Ioppolo, rispettivamente responsabile nazionale Enti locali e portavoce regionale de La Destra.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ENNA. CHIUSI I CIRCOLI PROVINCIALI DI AN


I Presidenti dei Circoli di Alleanza Nazionale di tutta la provincia di Enna e la Dirigenza provinciale di Azione Giovani, constatando che anche in questa nuova tornata elettorale, la dirigenza nazionale e regionale ha operato delle scelte incomprensibili sul piano dei criteri oggettivi adottati per la selezione dei candidati-eletti,hanno protestato  chiudendo i circoli territoriali.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA: CITTADINI PIAZZESI CONTRO IL PAGAMENTO DELLE CASELLE POSTALI


Molti piazzesi residenti in zone non servite dal servizio di recapito della corrispondenza e quindi costretti ad utilizzare le caselle postali, protestano per l’ingiustificato costo del noleggio delle caselle per l’anno 2008 stabilito dalle Poste Italiane. Fino al 2007 hanno potuto utilizzare le caselle postali gratuitamente. Da quest’anno è stato chiesto di stipulare un contratto che prevede 35 euro per la casella piccola, 50 euro per la casella grande. I costi possono subire aumenti secondo il numero dei componenti della famiglia. Una famiglia di 4 persone verrà a pagare 128 euro, di 5 persone 152 euro.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PRESENTAZIONE DEL RECUPERO E DEL RESTAURO DELL’AFFRESCO DELLA MADONNA DI SANTA MARIA DI GESU’

Il 17 marzo, si  svolgerà nella Sala delle Luci, alle ore 16.30, il seminario “La Madonna di Santa Maria del Gesù di Piazza Armerina – storia di un recupero”. Interverranno la dottoressa Katja Guida e l’ architetto Angelo Giunta, funzionari della Soprintendenza di Enna che, sin dall’estate del 2004 hanno seguito e coordinato le diverse fasi del recupero dell’affresco che attualmente è conservato nella Sala delle Luci.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PRESENTAZIONE DEL RECUPERO E DEL RESTAURO DELL’AFFRESCO DELLA MADONNA DI SANTA MARIA DI GESU’

3/9/2008 –

Il 17 marzo, si  svolgerà nella Sala delle Luci, alle ore 16.30, il seminario “La Madonna di Santa Maria del Gesù di Piazza Armerina – storia di un recupero”. Interverranno la dottoressa Katja Guida e l’ architetto Angelo Giunta, funzionari della Soprintendenza di Enna che, sin dall’estate del 2004 hanno seguito e coordinato le diverse fasi del recupero dell’affresco che attualmente è conservato nella Sala delle Luci.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

8 MARZO: FESTA DELLA DONNA. MA NON IN TUTTO IL MONDO

 


Le origini della festa dell’8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, le operaie dell’industria tessile Cotton protestarono chiedendo migliori condizioni di lavoro. Lo sciopero durò alcuni giorni, finché l’8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte dell’opificio impedendo alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne. In Italia la festa ha un’origine più recente che risale all’8 marzo del 1945, quando un gruppo di donne rappresentanti venti nazioni si riunì a Londra per redigere la “carta della donna” nella quale si chiedeva il diritto al lavoro, la parità salariale, la possibilità di partecipare alla vita politica nazionale e internazionale e di poter accedere a posti direttivi. E così Il 2 giugno del 1946  per la prima volta nella storia, la donna italiana partecipò in maniera attiva al governo del Paese, contribuendo con il proprio voto alla nascita della Repubblica. Oggi in molti paesi dell’occidente la donna è libera dai vincoli sociali religiosi, ma è innegabile che ancora  sia l’individuo più soggetto a molestie, costrizioni e ricatti sia nel mondo del lavoro, sia in famiglia, sia semplicemente per la strada. .
Purtroppo il cammino è ancora lungo e complesso,  basti pensare che in molti paesi guidati da regimi integralisti il ruolo della donna è di totale sudditanza all’uomo tanto che ancora oggi, in queste nazioni,  non può istruirsi, non può svolgere alcun lavoro e molte di queste non hanno nemmeno più voce per gridare quanto triste sia la propria condizione. E’ inammissibile  che ancora oggi  alle donne vengano inflitte mutilazioni, le si obblighi ad utilizzare il burka , che le si renda schiave, ma è un cammino che deve proseguire con grande tenacia, affinché la donna possa, nella società e nella famiglia, rivestire un ruolo paritario e non essere considerata un oggetto. Credo debba essere questo l’8 marzo: un giorno di riflessione sulla condizione di sfruttamento e umiliazione che, purtroppo, ancora oggi la donna subisce soprattutto in medio oriente. 


Debora Buttiglieri

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

8 MARZO: FESTA DELLA DONNA. MA NON IN TUTTO IL MONDO

3/8/2008 –

 


Le origini della festa dell’8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, le operaie dell’industria tessile Cotton protestarono chiedendo migliori condizioni di lavoro. Lo sciopero durò alcuni giorni, finché l’8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte dell’opificio impedendo alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne. In Italia la festa ha un’origine più recente che risale all’8 marzo del 1945, quando un gruppo di donne rappresentanti venti nazioni si riunì a Londra per redigere la “carta della donna” nella quale si chiedeva il diritto al lavoro, la parità salariale, la possibilità di partecipare alla vita politica nazionale e internazionale e di poter accedere a posti direttivi. E così Il 2 giugno del 1946  per la prima volta nella storia, la donna italiana partecipò in maniera attiva al governo del Paese, contribuendo con il proprio voto alla nascita della Repubblica. Oggi in molti paesi dell’occidente la donna è libera dai vincoli sociali religiosi, ma è innegabile che ancora  sia l’individuo più soggetto a molestie, costrizioni e ricatti sia nel mondo del lavoro, sia in famiglia, sia semplicemente per la strada. .
Purtroppo il cammino è ancora lungo e complesso,  basti pensare che in molti paesi guidati da regimi integralisti il ruolo della donna è di totale sudditanza all’uomo tanto che ancora oggi, in queste nazioni,  non può istruirsi, non può svolgere alcun lavoro e molte di queste non hanno nemmeno più voce per gridare quanto triste sia la propria condizione. E’ inammissibile  che ancora oggi  alle donne vengano inflitte mutilazioni, le si obblighi ad utilizzare il burka , che le si renda schiave, ma è un cammino che deve proseguire con grande tenacia, affinché la donna possa, nella società e nella famiglia, rivestire un ruolo paritario e non essere considerata un oggetto. Credo debba essere questo l’8 marzo: un giorno di riflessione sulla condizione di sfruttamento e umiliazione che, purtroppo, ancora oggi la donna subisce soprattutto in medio oriente. 


Debora Buttiglieri

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

LA PARTECIPAZIONE DELLA DONNA ALLO SVILUPPO LOCALE

Oggi nella sala convegni della Provincia Regionale di Enna si è svolto un incontro con i Capigruppo del Comune di Enna e il consigliere Rosaria Leonardi. L’incontro, voluto dalla Leonardi, è stata un’occasione per affrontare il tema della partecipazione della donna allo sviluppo locale e sulle strategie da mettere in campo per favorire questa presenza.
L’idea di realizzare questo incontro/confronto è nata dalla necessità di divulgare i risultati di due progetti transnazionali che hanno avuto come riferimento l’analisi delle politiche di pari opportunità realizzate nel territorio di Enna e della sua provincia e che hanno fatto emergere i punti di forza e di debolezza presenti nel tessuto territoriale.
Dall’incontro sono emerse alcune proposte utili per permettere alle donne di essere sempre più presenti, più protagoniste e per garantire la realizzazione di una effettiva democrazia partecipativa.

 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – ATO RIFIUTI – CONCLUSE LE INDAGINI, ACCUSATI SETTE EX DIRIGENTI

Si sono concluse le indagini dei sette ex dirigenti dell´Ato Rifiuti accusati di avere assunto oltre cento persone per ragioni clientelari. Secondo l´accusa i sette indagati sono accusati in concorso fra loro di avere adottato diverse delibere in violazione della disciplina dei contratti a progetto e della disciplina dei contratti a tempo indeterminato nelle pubbliche amministrazioni e loro enti. Infatti i centouno contratti a progetto pare venissero ininterrottamente prorogati alla scadenza e pare venissero inseriti di fatto nell´organizzazione gerarchica dell´ente. Il tutto sarebbe avvenuto fino al gennaio 2006.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

DITTAINO – AGROENERGIA: INDIVIDUATI MILLE ETTARI DI TERRENO

Dittaino: Ci sarebbero 1000 ettari di terreno disponibili già irrigabili nella zona tra Agira e Dittaino.Tutto questo è emerso in seguito ad uno studio effettuato da parte della Provincia e dalla facoltà di Agraria di Catania e reso noto nel corso di un seminario sulle nuove fonti di energie rinnovabili svoltosi nel centro direzionale del consorzio Asi di Dittaino. Nel corso dell´incontro è emerso che in provincia esistono tutti i presupposti per poter avviare colture agroenergetiche senze eliminare quelle cerealicole ma bensì a rotazione.Quindi nel giro di pochi anni potrebbero nascere a Dittaino due importanti impianti per la trasformazione dell´energia elettrica attraverso le biomasse .


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – INAUGURATA LA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO

E´ stata inaugurata ieri mattina con la benedizione del vescovo Michele Pennisi, e il taglio del nastro del sottosegretario degli Interni Ettore Rosati, alla presenza del Prefetto Carmela Elda Floreno,del Presidente della Provincia, il Sindaco, e i rappresentanti delle forze dell´ordine , la nuova caserma dei Vigili del Fuoco in contrada Santa Caterina. La caserma è già operativa dallo scorso novembre, quando sono stati lasciati i locali di Viale Diaz


Fonte : www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – CONTINUA LO SCIOPERO DEI NETTURBINI

Martedì , con molta probabilità , anche Enna aderirà allo sciopero dei netturbini. Lo hanno comunicato i sindacati di categoria Cgil, Cisl, Uil, Ugl, e Fiadel che anche i lavoratori ennesi aderiranno allo sciopero di categoria nazionale. Ancora molto rammarico e delusione  quindi tra gli operatori che avanzano le mensilità di gennaio e febbraio e gli indumenti previsti dal contratto nonchè le vaccinazioni. Proprio per questo l´azienda sta incentivando il pagamento delle bollette per fare cassa sensibilizzando i contribuenti con un volantinaggio che partirà proprio uin questi giorni.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

VILLA ROMANA DI PIAZZA ARMERINA. I COMMERCIANTI CONTINUANO A LAMENTARSI.

Ancora disagi alla Villa Romana del casale. I commercianti continuano a lamentarsi perché a pochi giorni dell’apertura della nuova stagione, che quest’anno coincide con il ponte pasquale, sono troppo gli inconvenienti causati dai lavori di restauro. La necessità di chiudere la strada che conduce alla Villa è il relativo spostamento delle bancarelle, secondo gli operatori commerciali, si è rivelato inutile e ha solo prodotto danni che con un’attenta valutazione si sarebbero potuti evitare. Nel servizio l’intervista con un rappresentante del comitato che raggruppa gli operatori.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

I NUOVI SENSI UNICI A PIAZZA ARMERINA

A Piazza Armerina si tenta di snellire il traffico veicolare nella zona nord della città istituendo una serie di sensi unici. L’obiettivo è quello di creare dei percorsi obbligati ai quali gli automobilisti dovranno abituarsi e che permetteranno di evitare che il traffico subisca forti rallentamenti dovuti al frequente incrocio, sulla stessa carreggiata, di auto e camion. Alcuni mesi fa era stato tentato un altro esperimento, poi fallito, nella zona nord. Vi presentiamo in questa pagina la cartina con le variazioni dei percorsi che entreranno in vigore fra qualche giorno, appena sarà consegnata al comune la nuova segnaletica. Nell’intervista che presentiamo il comandante dei vigili urbani , Gianni Velardita, illustra le motivazioni che hanno indotto l’amministrazione ad adottare questo provvedimento.


CLICCA QUI PER VEDERE LA CARTINA


 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LA PARTECIPAZIONE DELLA DONNA ALLO SVILUPPO LOCALE

3/7/2008 – Oggi nella sala convegni della Provincia Regionale di Enna si è svolto un incontro con i Capigruppo del Comune di Enna e il consigliere Rosaria Leonardi. L’incontro, voluto dalla Leonardi, è stata un’occasione per affrontare il tema della partecipazione della donna allo sviluppo locale e sulle strategie da mettere in campo per favorire questa presenza.
L’idea di realizzare questo incontro/confronto è nata dalla necessità di divulgare i risultati di due progetti transnazionali che hanno avuto come riferimento l’analisi delle politiche di pari opportunità realizzate nel territorio di Enna e della sua provincia e che hanno fatto emergere i punti di forza e di debolezza presenti nel tessuto territoriale.
Dall’incontro sono emerse alcune proposte utili per permettere alle donne di essere sempre più presenti, più protagoniste e per garantire la realizzazione di una effettiva democrazia partecipativa.

 

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ENNA – ATO RIFIUTI – CONCLUSE LE INDAGINI, ACCUSATI SETTE EX DIRIGENTI

3/7/2008 –

Si sono concluse le indagini dei sette ex dirigenti dell´Ato Rifiuti accusati di avere assunto oltre cento persone per ragioni clientelari. Secondo l´accusa i sette indagati sono accusati in concorso fra loro di avere adottato diverse delibere in violazione della disciplina dei contratti a progetto e della disciplina dei contratti a tempo indeterminato nelle pubbliche amministrazioni e loro enti. Infatti i centouno contratti a progetto pare venissero ininterrottamente prorogati alla scadenza e pare venissero inseriti di fatto nell´organizzazione gerarchica dell´ente. Il tutto sarebbe avvenuto fino al gennaio 2006.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

DITTAINO – AGROENERGIA: INDIVIDUATI MILLE ETTARI DI TERRENO

3/7/2008 –

Dittaino: Ci sarebbero 1000 ettari di terreno disponibili già irrigabili nella zona tra Agira e Dittaino.Tutto questo è emerso in seguito ad uno studio effettuato da parte della Provincia e dalla facoltà di Agraria di Catania e reso noto nel corso di un seminario sulle nuove fonti di energie rinnovabili svoltosi nel centro direzionale del consorzio Asi di Dittaino. Nel corso dell´incontro è emerso che in provincia esistono tutti i presupposti per poter avviare colture agroenergetiche senze eliminare quelle cerealicole ma bensì a rotazione.Quindi nel giro di pochi anni potrebbero nascere a Dittaino due importanti impianti per la trasformazione dell´energia elettrica attraverso le biomasse .


Fonte: www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ENNA – INAUGURATA LA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO

3/7/2008 –

E´ stata inaugurata ieri mattina con la benedizione del vescovo Michele Pennisi, e il taglio del nastro del sottosegretario degli Interni Ettore Rosati, alla presenza del Prefetto Carmela Elda Floreno,del Presidente della Provincia, il Sindaco, e i rappresentanti delle forze dell´ordine , la nuova caserma dei Vigili del Fuoco in contrada Santa Caterina. La caserma è già operativa dallo scorso novembre, quando sono stati lasciati i locali di Viale Diaz


Fonte : www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ENNA – CONTINUA LO SCIOPERO DEI NETTURBINI

3/7/2008 –

Martedì , con molta probabilità , anche Enna aderirà allo sciopero dei netturbini. Lo hanno comunicato i sindacati di categoria Cgil, Cisl, Uil, Ugl, e Fiadel che anche i lavoratori ennesi aderiranno allo sciopero di categoria nazionale. Ancora molto rammarico e delusione  quindi tra gli operatori che avanzano le mensilità di gennaio e febbraio e gli indumenti previsti dal contratto nonchè le vaccinazioni. Proprio per questo l´azienda sta incentivando il pagamento delle bollette per fare cassa sensibilizzando i contribuenti con un volantinaggio che partirà proprio uin questi giorni.


Fonte: www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

VILLA ROMANA DI PIAZZA ARMERINA. I COMMERCIANTI CONTINUANO A LAMENTARSI.

3/7/2008 – Ancora disagi alla Villa Romana del casale. I commercianti continuano a lamentarsi perché a pochi giorni dell’apertura della nuova stagione, che quest’anno coincide con il ponte pasquale, sono troppo gli inconvenienti causati dai lavori di restauro. La necessità di chiudere la strada che conduce alla Villa è il relativo spostamento delle bancarelle, secondo gli operatori commerciali, si è rivelato inutile e ha solo prodotto danni che con un’attenta valutazione si sarebbero potuti evitare. Nel servizio l’intervista con un rappresentante del comitato che raggruppa gli operatori.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

I NUOVI SENSI UNICI A PIAZZA ARMERINA

3/7/2008 –

A Piazza Armerina si tenta di snellire il traffico veicolare nella zona nord della città istituendo una serie di sensi unici. L’obiettivo è quello di creare dei percorsi obbligati ai quali gli automobilisti dovranno abituarsi e che permetteranno di evitare che il traffico subisca forti rallentamenti dovuti al frequente incrocio, sulla stessa carreggiata, di auto e camion. Alcuni mesi fa era stato tentato un altro esperimento, poi fallito, nella zona nord. Vi presentiamo in questa pagina la cartina con le variazioni dei percorsi che entreranno in vigore fra qualche giorno, appena sarà consegnata al comune la nuova segnaletica. Nell’intervista che presentiamo il comandante dei vigili urbani , Gianni Velardita, illustra le motivazioni che hanno indotto l’amministrazione ad adottare questo provvedimento.


CLICCA QUI PER VEDERE LA CARTINA


L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

PIAZZA ARMERINA- ARRESTATI DUE GIOVANI STUDENTI PER SCIPPO

un carabiniere della compagnia di piazza armerina mentre si trovava presso il mercato settimanale della cittadina ha tratto in arresto un ragazzo O.A. di 19 anni, di Piazza  Armerina ed una ragazza minorenne, v.g. di 17 anni di mirabella imbaccari (ct) che si trovava con lui .
il militare, in borghese, mentre si trovava tra i banchi del mercato, sentendo le urla di un’anziana signora, un’insegnante in pensione,  che chiedeva aiuto, apprendendo dalla stessa di essere stata appena vittima dello scippo della sua borsa da parte di due giovanissimi che nel frattempo si stavano allontanando tra le bancarelle.
il militare li ha inseguiti poco piu’ avanti mentre si stavano disfacendo della borsa per trattenerne i valori ed il telefono cellulare.
Il militare, dopo averli bloccati, li ha condotti presso la caserma dichiarandoli in stato di arresto per furto aggravato ed altro, restituendo il maltolto all’anziana insegnante che ha rivolto al carabiniere espressioni di profondo ringraziamento.
I due giovani staranno per un po’ di tempo separati e “giustificatamente” assenti dalle rispettive scuole. Lui e’ stato trasferito presso la casa circondariale di enna e lei presso il  vicino centro di prima accoglienza per minorenni.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

TAGLIATELLE CON PANNA PISELLI E PROSCIUTTO – INVOLTINI DI MANZO GUSTOSI

Sale
Olio D’oliva: 2 Cucchiai
Burro
Cipolla: 1
Formaggio Grattugiato
Panna: 1/2 Bicchiere
Prosciutto Cotto: 2 Fette
Piselli Sgusciati: 200 G
Pasta Tipo Tagliatelle Fresche: 280 G


In un tegame scaldate 25 g di burro con due cucchiai d’olio, lasciatevi appassire la cipolla tagliata a fettine sottili, insaporitevi i piselli.Lasciate cuocere a fuoco dolce per 20 minuti, poi aggiungete la panna, mescolate e riducete la fiamma.A metà  cottura aggiungete il prosciutto tagliato a dadini.Lessate le tagliatelle in abbondante acqua salata.Scolatele al dente e conditele con il formaggio e con la salsa calda.


 


 


INVOLTINI DI MANZO GUSTOSI


Sale
Pepe
Olio D’oliva: 2 Cucchiai
Aglio
Salvia
Basilico
Burro
Cipolla
Prezzemolo
Polpa Di Manzo: 8 Fettine
Salame Ungherese: 100 G


Tritate il salame con il prezzemolo, il basilico e l’aglio e amalgamatelo con un po’ di burro.
Spalmate il composto sulle fettine di carne, salate e pepate, arrotolatele e legatele con uno spago bianco da cucina.
In un tegame scaldate 2 cucchiai d’olio con la salvia e la cipolla tritati e rosolatevi gli involtini.
Coprite e cuocete a fuoco moderato per circa un quarto d’ora.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

I PREZZI DELLA BENZINA A PIAZZA ARMERINA


I prezzi della benzina e del diesel sono stati rilevati il 06 marzo 2008 in base ai cartelli esposti al pubblico dai gestori degl’impianti.

In verde il prezzo più basso alla pompa.

 

 

 Benzina : 1,347          Disel: 1,289

Piazza Sen. Marescalchi

 

 Benzina:  1,394            Disel 1,322

Via Ge. Gaeta

 

 Benzina:  1,391           Disel: 1,322

Via Gen. Ciancio

 

 Benzina:   1,389          Disel: 1,309

Via Chiarandà

 

 Benzina:   1,401          Disel: 1,331

Viale Libertà

 

 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA- ARRESTATI DUE GIOVANI STUDENTI PER SCIPPO

3/6/2008 – un carabiniere della compagnia di piazza armerina mentre si trovava presso il mercato settimanale della cittadina ha tratto in arresto un ragazzo O.A. di 19 anni, di Piazza  Armerina ed una ragazza minorenne, v.g. di 17 anni di mirabella imbaccari (ct) che si trovava con lui .
il militare, in borghese, mentre si trovava tra i banchi del mercato, sentendo le urla di un’anziana signora, un’insegnante in pensione,  che chiedeva aiuto, apprendendo dalla stessa di essere stata appena vittima dello scippo della sua borsa da parte di due giovanissimi che nel frattempo si stavano allontanando tra le bancarelle.
il militare li ha inseguiti poco piu’ avanti mentre si stavano disfacendo della borsa per trattenerne i valori ed il telefono cellulare.
Il militare, dopo averli bloccati, li ha condotti presso la caserma dichiarandoli in stato di arresto per furto aggravato ed altro, restituendo il maltolto all’anziana insegnante che ha rivolto al carabiniere espressioni di profondo ringraziamento.
I due giovani staranno per un po’ di tempo separati e “giustificatamente” assenti dalle rispettive scuole. Lui e’ stato trasferito presso la casa circondariale di enna e lei presso il  vicino centro di prima accoglienza per minorenni.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

TAGLIATELLE CON PANNA PISELLI E PROSCIUTTO – INVOLTINI DI MANZO GUSTOSI

3/6/2008 –

Sale
Olio D’oliva: 2 Cucchiai
Burro
Cipolla: 1
Formaggio Grattugiato
Panna: 1/2 Bicchiere
Prosciutto Cotto: 2 Fette
Piselli Sgusciati: 200 G
Pasta Tipo Tagliatelle Fresche: 280 G


In un tegame scaldate 25 g di burro con due cucchiai d’olio, lasciatevi appassire la cipolla tagliata a fettine sottili, insaporitevi i piselli.Lasciate cuocere a fuoco dolce per 20 minuti, poi aggiungete la panna, mescolate e riducete la fiamma.A metà  cottura aggiungete il prosciutto tagliato a dadini.Lessate le tagliatelle in abbondante acqua salata.Scolatele al dente e conditele con il formaggio e con la salsa calda.


 


 


INVOLTINI DI MANZO GUSTOSI


Sale
Pepe
Olio D’oliva: 2 Cucchiai
Aglio
Salvia
Basilico
Burro
Cipolla
Prezzemolo
Polpa Di Manzo: 8 Fettine
Salame Ungherese: 100 G


Tritate il salame con il prezzemolo, il basilico e l’aglio e amalgamatelo con un po’ di burro.
Spalmate il composto sulle fettine di carne, salate e pepate, arrotolatele e legatele con uno spago bianco da cucina.
In un tegame scaldate 2 cucchiai d’olio con la salvia e la cipolla tritati e rosolatevi gli involtini.
Coprite e cuocete a fuoco moderato per circa un quarto d’ora.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

I PREZZI DELLA BENZINA A PIAZZA ARMERINA

3/6/2008 –


I prezzi della benzina e del diesel sono stati rilevati il 06 marzo 2008 in base ai cartelli esposti al pubblico dai gestori degl’impianti.

In verde il prezzo più basso alla pompa.

 

 

 Benzina : 1,347          Disel: 1,289

Piazza Sen. Marescalchi

 

 Benzina:  1,394            Disel 1,322

Via Ge. Gaeta

 

 Benzina:  1,391           Disel: 1,322

Via Gen. Ciancio

 

 Benzina:   1,389          Disel: 1,309

Via Chiarandà

 

 Benzina:   1,401          Disel: 1,331

Viale Libertà

 

 

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ENNA – DOCUMENTO A SOSTEGNO DELLA LEGGE 194

 Maria Giovanna Puglisi Consigliere Comunale del Pd ad Enna è la prima firmataria del documento a sostegno della legge 194. Nel documento si legge che: la legge 194 una legge saggia, lungimirante e giusta , quanto mai attuale e soprattutto capace di conuigare responsabilità della donna e del medico di fronte a decisioni di grande importanza . E´ grazie a questa legge che la donna si è sottratta alla protica idegna degli aborti clandestini; ed è grazie al supporto e alla sensibilizzazione messi in campo dalla legge che la riduzione percentuale degli interventi è oggi molto significativa. Si difendono perciò i principi che hanno ispirato la legge , libertà e diritto ad una maternità cosciente e responsabile , valore sociale della maternit, autodeterminazione , rispetto dalle vita, salvaguardia della salute psichica e fisica della donna.


Fonte : www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

I PROGRAMMI ELETTORALI DEI PARTITI: E’ UTILE DIMINUIRE LE TASSE?

I programmi elettorali di tutti gli schieramenti ed i partiti propongono una ricetta semplice per migliorare le condizioni di vita dei cittadini: abbassare le tasse.Se le riduciamo al sistema produttivo avremo un aumento della competitività delle aziende, una maggiore produzione, un incremento dell’occupazione; se le riduciamo alle famiglie a beneficiarne saranno i consumi , la qualità della vita, aumenterà la domanda interna dei prodotti con conseguente aumento della produzione e quindi dell’occupazione. Ricetta facile che raccontata agl’elettori che  produce consenso, ma è anche una grandissima bugia elettorale.Questa ricetta per l’economia italiana è tanto facile da far capire ai cittadini e utile a raccogliere consenso, quanto inutile se applicata ad un sistema economico sofferente come quello italiano. Supponiamo di effettuare tutte le riduzioni proposte dai partiti. In un sistema economico sano gli effetti sui consumi e sulla produttività delle imprese sarebbero immediati, ma se li applichiamo al sistema-Italia le imprese andrebbero a coprire le perdite maturate negl’ultimi anni ed i consumatori userebbero i soldi risparmiati con le tasse per coprire le spese a cui oggi non riescono a far fronte (prestiti, mutui ed energia) o per accumulare risparmio da destinare ad un futuro che vedono incerto.Improbabile dunque che la diminuzione delle tasse, nel breve periodo, possa avere effetti positivi per l’occupazione e sulla domanda interna.

La verità è che la diminuzione dell’imposizione fiscale la si può realizzare solo dopo aver risanato e moralizzato l’economia oggi troppo sbilanciata a favore dei grossi gruppi finanziari, delle multinazionali e delle banche : i veri padroni dell’Italia.E’ chiaro che chiunque vincerà queste elezioni , per far fede al proprio programma, taglierà le tasse salvo poi dover recuperare le risorse economiche aumentando l’imposizione locale o , in maniera più subdola, scaricando il peso dell’operazione su consumatori con l’aumento dell’IVA , delle accise o del prezzo dei beni controllati come le sigarette. Non c’è nulla da stupirsi, è quello che hanno fatto i governi che si sono succeduti negl’ultimi vent’anni.E’ chiaro che spiegare alla gente la vera ricetta per uscire dalla crisi non produce consenso perché è un percorso ricco di sacrifici e insidie.

Un altro segno dell’inadeguatezza delle manovre economiche proposte dai partiti sta nel fatto che le cure si basano tutte sul principio “monetario” , ovvero: più soldi in circolazione = + benessere per tutti. Nessuno parla di politica dei redditi , di investimenti nella ricerca, di ristrutturazione del sistema creditizio, di politiche per la casa e l’energia , se non marginalmente e comunque collegando questi interventi in una posizione subalterna rispetto al fattore economico-finanziario.Occorrerebbe creare un progetto sociale prima ancora di creare un progetto economico. Scegliere con chiarezza che tipo di società vogliamo. Una società governata dall’alta finanza e dagl’interessi delle lobbies economiche? O una società che si basi sull’individuo, la famiglia e sulle sue primarie esigenze ?

E’ una domanda semplice, ma fondamentale alla quale, purtroppo, i partiti non rispondono in maniera adeguata. Mi domando che senso può avere per una famiglia, e oggi sono tante, risparmiare cento euro l’anno sulle tasse quando il problema ogni mese è arrivare a pagare salatissime bollette per l’energia perché i governi , condizionati dalle grosse compagnie petrolifere, non hanno mai perseguito una politica energetica basata sulle fonti rinnovabili. E’ solo un esempio, ma potrebbero farsene mille. Per favore non proponeteci un’Italia con le tasse più basse d’Europa, proponeteci un’Italia…. e su quello decideremo.


Nicola Lo Iacono

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – DOCUMENTO A SOSTEGNO DELLA LEGGE 194

3/5/2008 –

 Maria Giovanna Puglisi Consigliere Comunale del Pd ad Enna è la prima firmataria del documento a sostegno della legge 194. Nel documento si legge che: la legge 194 una legge saggia, lungimirante e giusta , quanto mai attuale e soprattutto capace di conuigare responsabilità della donna e del medico di fronte a decisioni di grande importanza . E´ grazie a questa legge che la donna si è sottratta alla protica idegna degli aborti clandestini; ed è grazie al supporto e alla sensibilizzazione messi in campo dalla legge che la riduzione percentuale degli interventi è oggi molto significativa. Si difendono perciò i principi che hanno ispirato la legge , libertà e diritto ad una maternità cosciente e responsabile , valore sociale della maternit, autodeterminazione , rispetto dalle vita, salvaguardia della salute psichica e fisica della donna.


Fonte : www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

I PROGRAMMI ELETTORALI DEI PARTITI: E’ UTILE DIMINUIRE LE TASSE?

3/5/2008 –

I programmi elettorali di tutti gli schieramenti ed i partiti propongono una ricetta semplice per migliorare le condizioni di vita dei cittadini: abbassare le tasse.Se le riduciamo al sistema produttivo avremo un aumento della competitività delle aziende, una maggiore produzione, un incremento dell’occupazione; se le riduciamo alle famiglie a beneficiarne saranno i consumi , la qualità della vita, aumenterà la domanda interna dei prodotti con conseguente aumento della produzione e quindi dell’occupazione. Ricetta facile che raccontata agl’elettori che  produce consenso, ma è anche una grandissima bugia elettorale.Questa ricetta per l’economia italiana è tanto facile da far capire ai cittadini e utile a raccogliere consenso, quanto inutile se applicata ad un sistema economico sofferente come quello italiano. Supponiamo di effettuare tutte le riduzioni proposte dai partiti. In un sistema economico sano gli effetti sui consumi e sulla produttività delle imprese sarebbero immediati, ma se li applichiamo al sistema-Italia le imprese andrebbero a coprire le perdite maturate negl’ultimi anni ed i consumatori userebbero i soldi risparmiati con le tasse per coprire le spese a cui oggi non riescono a far fronte (prestiti, mutui ed energia) o per accumulare risparmio da destinare ad un futuro che vedono incerto.Improbabile dunque che la diminuzione delle tasse, nel breve periodo, possa avere effetti positivi per l’occupazione e sulla domanda interna.

La verità è che la diminuzione dell’imposizione fiscale la si può realizzare solo dopo aver risanato e moralizzato l’economia oggi troppo sbilanciata a favore dei grossi gruppi finanziari, delle multinazionali e delle banche : i veri padroni dell’Italia.E’ chiaro che chiunque vincerà queste elezioni , per far fede al proprio programma, taglierà le tasse salvo poi dover recuperare le risorse economiche aumentando l’imposizione locale o , in maniera più subdola, scaricando il peso dell’operazione su consumatori con l’aumento dell’IVA , delle accise o del prezzo dei beni controllati come le sigarette. Non c’è nulla da stupirsi, è quello che hanno fatto i governi che si sono succeduti negl’ultimi vent’anni.E’ chiaro che spiegare alla gente la vera ricetta per uscire dalla crisi non produce consenso perché è un percorso ricco di sacrifici e insidie.

Un altro segno dell’inadeguatezza delle manovre economiche proposte dai partiti sta nel fatto che le cure si basano tutte sul principio “monetario” , ovvero: più soldi in circolazione = + benessere per tutti. Nessuno parla di politica dei redditi , di investimenti nella ricerca, di ristrutturazione del sistema creditizio, di politiche per la casa e l’energia , se non marginalmente e comunque collegando questi interventi in una posizione subalterna rispetto al fattore economico-finanziario.Occorrerebbe creare un progetto sociale prima ancora di creare un progetto economico. Scegliere con chiarezza che tipo di società vogliamo. Una società governata dall’alta finanza e dagl’interessi delle lobbies economiche? O una società che si basi sull’individuo, la famiglia e sulle sue primarie esigenze ?

E’ una domanda semplice, ma fondamentale alla quale, purtroppo, i partiti non rispondono in maniera adeguata. Mi domando che senso può avere per una famiglia, e oggi sono tante, risparmiare cento euro l’anno sulle tasse quando il problema ogni mese è arrivare a pagare salatissime bollette per l’energia perché i governi , condizionati dalle grosse compagnie petrolifere, non hanno mai perseguito una politica energetica basata sulle fonti rinnovabili. E’ solo un esempio, ma potrebbero farsene mille. Per favore non proponeteci un’Italia con le tasse più basse d’Europa, proponeteci un’Italia…. e su quello decideremo.


Nicola Lo Iacono

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

DITTAINO – AGROENERGIA UN CONVEGNO SUL SISTEMA FOTOVOLTAICO IN AGRICOLTURA

 Un appuntamento importante nei giorni scorsi si è tenuto presso l´Asi, nella zona industriale di Dittaino,sull´impiego dei sistemi fotovoltaici nell´agricoltura. Promosso dalla Regione Sicilia , Assessorato Agricoltura e Foreste in collaborazione con il dipartimento Interventi Infrastrutturali si è tenuto un convegno sul tema :”Il fotovoltaico e le sue applicazioni in agricoltura”. Si è puntata quindi l´attenzione alla provincia ennese per l´impiego di agroenergia per favorire la produzione e la vendita di energia derivante da fonti rinnovabili.


Fonte:www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

DITTAINO – AGROENERGIA UN CONVEGNO SUL SISTEMA FOTOVOLTAICO IN AGRICOLTURA

3/4/2008 –

 Un appuntamento importante nei giorni scorsi si è tenuto presso l´Asi, nella zona industriale di Dittaino,sull´impiego dei sistemi fotovoltaici nell´agricoltura. Promosso dalla Regione Sicilia , Assessorato Agricoltura e Foreste in collaborazione con il dipartimento Interventi Infrastrutturali si è tenuto un convegno sul tema :”Il fotovoltaico e le sue applicazioni in agricoltura”. Si è puntata quindi l´attenzione alla provincia ennese per l´impiego di agroenergia per favorire la produzione e la vendita di energia derivante da fonti rinnovabili.


Fonte:www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

IL SINDACO DI PIAZZA ARMERINA SI E’ DIMESSO.

Il sindaco di Piazza Armerina affida al forum del sito internet istituzionale di Piazza Armerina una lunga dichiarazione nella quale spiega le ragioni delle sue dimissioni, ufficializzate questa mattina, ma non scioglie il nodo del suo futuro politico.
«Ho ritenuto necessario restituire ai cittadini la possibilità di esprimere la propria volontà – afferma Maurizio Prestifilippo – mentre la situazione politica è in rapida evoluzione e si è ormai troppo compromesso, dopo la mozione di sfiducia celebrata il 21 dicembre scorso, il rapporto istituzionale con il Consiglio comunale ». La dichiarazione farebbe intendere la volontà di ricandidarsi alle prossime amministrative, ma in un passo successivo dichiara: « Adesso, il 3 marzo  potrò mettere a disposizione del mio partito e della Città una candidatura per le regionali».
Nella sua lunga dichiarazione Prestifilippo spiega i motivi ed i tempi della sua decisione «Se a dicembre abbiamo potuto infliggere una sonora sconfitta agli oltranzisti della sfiducia, dopo le elezioni regionali, che potrebbero condurre Raffaele Lombardo alla Presidenza della Regione, resistere a quel terribile ed innaturale cartello sarebbe stato impossibile».
E’ probabile che l’ex Sindaco attenderà ancora qualche giorno prima di svelare le sue vere intenzioni, un’attesa legata alle decisioni all’interno del partito di Forza Italia.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA ANZIANA SIGNORA PRECIPITA DALLE SCALE DI CASA

Un’anziana signora è precipitata dalle scale della sua abitazione questa mattina intorno le 11.00 andando ad ostruire con il corpo la porta d’ingresso. I lamenti hanno richiamato l’attenzione dei vicini che hanno subito avvisato i carabinieri. Data la situazione non è stato facile prestare i primi soccorsi. Il fatto è accaduto in vico cattedrale che si trova alle spalle della basilica salendo da via Cavour.La signora, in evidente stato confusionale, ha riportato una profonda ferita alla testa. Un’ ambulanza l’ha subito condotta in ospedale per accertamenti

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ENNA – IL COMITATO ‘NORADIAZIONI’ HA RAGGIUNTO UN IMPORTANTE RISULTATO

Dovrebbe essere ufficializzato, a breve, che l’Ausl 4 di Enna avrebbe firmato una convenzione che include il territorio di Enna nel Registro Tumori Integrato di Catania.
Se la notizia, già da tempo anticipata e a lungo attesa, verrà confermata potremo dire che i movimenti di opinione che si sono creati in provincia sono stati utili a raggiungere l’obiettivo che tutti auspicavamo.
In questo caso il comitato NORADIAZIONI cesserà la sua attività ponendosi in stand by fino a quando matureranno i dati utili a valutare la necessità di altre iniziative.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA – MANIFESTAZIONE DI ARTI MARZIALI DI JU-JITSU E KRAV-MAGA

Domenica, giorno 03 marzo 2008, alle ore 09:30, al palatenda comunale, in via Santa croce, si disputerà una manifestazione di arti marziali, di Ju-Jitsu e Krav-Maga(difesa anti-terrorismo),con esame finale di avanzamento di grado.
L’evento è organizzato dal M°Salvaggio Marcello, VI DAN di Ju- Jitsu e responsabile provinciale per il Krav-Maga, in cui si vedranno bambini, ragazzi ed adulti confrontarsi in discipline ricche di ginnastica, armonia, metodo, stile.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

IL SINDACO DI PIAZZA ARMERINA SI E’ DIMESSO.

3/3/2008 –

Il sindaco di Piazza Armerina affida al forum del sito internet istituzionale di Piazza Armerina una lunga dichiarazione nella quale spiega le ragioni delle sue dimissioni, ufficializzate questa mattina, ma non scioglie il nodo del suo futuro politico.
«Ho ritenuto necessario restituire ai cittadini la possibilità di esprimere la propria volontà – afferma Maurizio Prestifilippo – mentre la situazione politica è in rapida evoluzione e si è ormai troppo compromesso, dopo la mozione di sfiducia celebrata il 21 dicembre scorso, il rapporto istituzionale con il Consiglio comunale ». La dichiarazione farebbe intendere la volontà di ricandidarsi alle prossime amministrative, ma in un passo successivo dichiara: « Adesso, il 3 marzo  potrò mettere a disposizione del mio partito e della Città una candidatura per le regionali».
Nella sua lunga dichiarazione Prestifilippo spiega i motivi ed i tempi della sua decisione «Se a dicembre abbiamo potuto infliggere una sonora sconfitta agli oltranzisti della sfiducia, dopo le elezioni regionali, che potrebbero condurre Raffaele Lombardo alla Presidenza della Regione, resistere a quel terribile ed innaturale cartello sarebbe stato impossibile».
E’ probabile che l’ex Sindaco attenderà ancora qualche giorno prima di svelare le sue vere intenzioni, un’attesa legata alle decisioni all’interno del partito di Forza Italia.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

PIAZZA ARMERINA ANZIANA SIGNORA PRECIPITA DALLE SCALE DI CASA

3/3/2008 – Un’anziana signora è precipitata dalle scale della sua abitazione questa mattina intorno le 11.00 andando ad ostruire con il corpo la porta d’ingresso. I lamenti hanno richiamato l’attenzione dei vicini che hanno subito avvisato i carabinieri. Data la situazione non è stato facile prestare i primi soccorsi. Il fatto è accaduto in vico cattedrale che si trova alle spalle della basilica salendo da via Cavour.La signora, in evidente stato confusionale, ha riportato una profonda ferita alla testa. Un’ ambulanza l’ha subito condotta in ospedale per accertamenti

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ENNA – IL COMITATO ‘NORADIAZIONI’ HA RAGGIUNTO UN IMPORTANTE RISULTATO

3/3/2008 – Dovrebbe essere ufficializzato, a breve, che l’Ausl 4 di Enna avrebbe firmato una convenzione che include il territorio di Enna nel Registro Tumori Integrato di Catania.
Se la notizia, già da tempo anticipata e a lungo attesa, verrà confermata potremo dire che i movimenti di opinione che si sono creati in provincia sono stati utili a raggiungere l’obiettivo che tutti auspicavamo.
In questo caso il comitato NORADIAZIONI cesserà la sua attività ponendosi in stand by fino a quando matureranno i dati utili a valutare la necessità di altre iniziative.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

PIAZZA ARMERINA – MANIFESTAZIONE DI ARTI MARZIALI DI JU-JITSU E KRAV-MAGA

3/3/2008 – Domenica, giorno 03 marzo 2008, alle ore 09:30, al palatenda comunale, in via Santa croce, si disputerà una manifestazione di arti marziali, di Ju-Jitsu e Krav-Maga(difesa anti-terrorismo),con esame finale di avanzamento di grado.
L’evento è organizzato dal M°Salvaggio Marcello, VI DAN di Ju- Jitsu e responsabile provinciale per il Krav-Maga, in cui si vedranno bambini, ragazzi ed adulti confrontarsi in discipline ricche di ginnastica, armonia, metodo, stile.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

PIAZZA ARMERINA. CONCETTO PRESTIFILIPPO COORDINATORE DEL PARTITO DEMOCRATICO

22.41 – Eletto questa sera, nel corso della riunione del coordinamento cittadino di Piazza Armerina del Partito Democratico, il coordinatore che avrà il compito di guidare il partito in questa delicata fase politica. E’ Concetto Prestifilippo, insegnante e giornalista. Ha battuto con 69 voti l’altro candidato , Maria Grasso, che ne ha ottenuti 30.


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

TELEFONARE CON IL COMPUTER USANDO IL TELEFONO DI CASA

Jajah è un sito che consente di effettuare telefonate attraverso il computer ,ma con una sostanziale differenza rispetto ad altri sistemi voip: non occorre alcuna apparecchiatura particolare e utilizza il telefono di casa.

Con Jajah basta comporre il numero desiderato e dopo pochi secondi sentirete squillare il telefono di casa. Una graziose voce femminile vi chiederà di attendere qualche secondo per la comunicazione con il numero desiderato. Questo sistema consente di evitare le scomode cuffie e rende la telefonata più “naturale” rispetto al più blasonato Skipe.

Al momento della registrazione vi verranno regalati alcuni euro per provare il sistema. Le telefonate fra utenti JaJah è sono gratuite. Val la pena di provarlo.

Vai al sito di jajah

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LA PIAZZESE GIULIA PIANA E LA SUA PARTECIPAZIONE AD AMICI DI MARIA DE FILIPPI.

La partecipazione di Giulia Piana  alla trasmissione di Amici di Maria De Filippi è sempre più legata allo scontro con l’insegnante di danza classica Alessandra Celentano. Giulia difende il suo diritto a sognare una carriera come ballerina, ritenuta impossibile dalla severa maestra di ballo a causa della conformazione fisica della siciliana.Per la verità non è l’unico scontro all’interno della scuola di Amici . Anche gl’insegnanti di musica Grazia Di Michele e Fabrizio Palma si scontrano con Luca Jurman sulle metodologie ed i risultati raggiunti da ragazzi ed in più di un’occasione sono volate parole grosse che nell’ultima trasmissione sono sfociate in una diffida legale presentata da Jurman contro i suoi colleghi.Maria De Filippi, conduttrice attenta soprattutto ai responsi dell’auditel, sa benissimo che tutto questo alimenta gli ascolti della trasmissione e non si tira indietro se occorre alimentare le polemiche che finiscono sempre per attrarre lo spettatore più delle esibizioni dei ragazzi.Lo scontro tra Giulia e la Celentano nasce da una posizione precisa dell’insegnante che ritiene la danza classica la base necessaria e indispensabile per potere affrontare qualunque altro stile di danza e dal fatto che non riconosce all’alunna alcuna capacità a causa della struttura  fisica.


La posizione integralista dell’insegnante parte dall’idea che la danza classica è l’unica espressione corretta con cui il corpo umano può esprimersi attraverso la danza dimenticando che , come ogni forma d’arte, tecnica ed espressività hanno ugual valore. E’ chiara la differenza di tecnica tra un quadro dipinto da Raffello ed uno dipinto da Picasso , ma egualmente forte risulta essere la forza espressiva. La Celentano considera la danza classica un valore assoluto come se tale capacità espressiva e la relativa tecnica siano nate con l’uomo e facciano parte del suo bagaglio genetico , dimenticando che tale forma d’arte non è altro che  espressione artistica di una parte molto limitata dell’umanità e comunque il risultato di un’elaborazione culturale.


Le radici della danza sono ben diverse e fanno riferimento a riti tribali in cui il corpo segue la musica, in cui non è l’armonia il parametro di riferimento ma l’espressione. La capacità espressiva è parte integrante dell’archetipo della danza e non la tecnica; quella capacità espressiva che Giulia Piana dimostra in ogni occasione e che le permette di trasmettere emozioni e sentimenti.


 


Nicola Lo Iacono


 

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

LE DIMISSIONI DEL SINDACO DI PIAZZA ARMERINA: ANALISI DELLA SITUAZIONE

Le annunciate dimissioni del Sindaco di Piazza Armerina arriveranno lunedì mattina quando attorno al tavolo della Sala delle Luci gli assessori firmeranno l’ultimo atto ufficiale di questa amministrazione per rettificare la volontà del Primo Cittadino.Un atto , quello di Maurizio Prestifilippo, che scaturisce da una decisione sofferta ma necessaria per fare chiarezza sul suo futuro politico e dare un senso al lavoro amministrativo svolto in questi anni per la comunità armerina. Dal punto di vista politico l’adesione a Forza Italia, nata alcuni mesi fa dalla necessità di trovare un partito in grado di appoggiare e proteggere la sua sindacatura,ecessità di trovare un partito in grado di appoggiare e proteggere la sua sindacatura o   potrebbe indurlo a tentare la scalata ad un posto nel parlamento siciliano. Un obiettivo importante, ma rischioso da perseguire, vista l’intricata vicenda politica che contrappone la corrente di Alfano e quella di Miccichè in provincia di Enna e che ha già prodotto vittime illustri nelle elezioni di due anni fa.A rendere tutto più difficile è anche la possibile candidatura del concittadino Carmelo Tumino, deputato regionale uscente , che finirebbe per sottrargli voti proprio a Piazza Armerina. Inoltre all’interno della stessa corrente di Miccichè l’ingresso di Prestifilippo ha finito per suscitare qualche gelosia e questo potrebbe sottrargli ulteriore consenso a livello provinciale.


Le dimissioni potrebbero avere un altro obiettivo legato direttamente alla sua sindacatura. Il recente accordo a livello regionale tra MpA e UDC ha posto seri problemi di sopravvivenza a questa amministrazione. Se oggi dovesse essere riproposta una mozione di sfiducia i consiglieri UDC si troverebbero costretti , con molte probabilità, ad approvarla. Lombardo non ha ancora digerito lo smacco subito a dicembre quando due suoi consiglieri si rifiutarono di votare la mozione di sfiducia presentata e, se riproposta, potrebbe chiedere all’amico Cuffaro la testa del Sindaco di Piazza Armerina quale favore personale. Prestifilippo questi conti deve averli fatti tutti e l’unica alternativa non poteva che essere quella di ritornare alle urne e dare l’opportunità  agl’elettori di valutare il suo operato amministrativo.Le resistenze a questa operazione vengono dal suo entourage politico. Non tutti sono convinti che riproporsi agl’elettori sia una buona idea in un momento in cui non tutti i progetti e gli obiettivi sono stati ancora raggiunti. Altri hanno espresso il loro dissenso all’idea di dover affrontare una campagna elettorale che, dopo la riconferma di dicembre, vedevano prospettarsi per il prossimo anno. Più tempo garantirebbe una maggiore preparazione allo scontro elettorale.


Prestifilippo, che ha annunciato da diversi giorni le sue dimissioni, potrebbe anche decidere, con una mossa a sorpresa, di cedere alla pressioni interne e ritornare sulla sua decisione. Non ci resta che attendere.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

PIAZZA ARMERINA. CONCETTO PRESTIFILIPPO COORDINATORE DEL PARTITO DEMOCRATICO

3/2/2008 –

22.41 – Eletto questa sera, nel corso della riunione del coordinamento cittadino di Piazza Armerina del Partito Democratico, il coordinatore che avrà il compito di guidare il partito in questa delicata fase politica. E’ Concetto Prestifilippo, insegnante e giornalista. Ha battuto con 69 voti l’altro candidato , Maria Grasso, che ne ha ottenuti 30.


 

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

TELEFONARE CON IL COMPUTER USANDO IL TELEFONO DI CASA

3/2/2008 –

Jajah è un sito che consente di effettuare telefonate attraverso il computer ,ma con una sostanziale differenza rispetto ad altri sistemi voip: non occorre alcuna apparecchiatura particolare e utilizza il telefono di casa.

Con Jajah basta comporre il numero desiderato e dopo pochi secondi sentirete squillare il telefono di casa. Una graziose voce femminile vi chiederà di attendere qualche secondo per la comunicazione con il numero desiderato. Questo sistema consente di evitare le scomode cuffie e rende la telefonata più “naturale” rispetto al più blasonato Skipe.

Al momento della registrazione vi verranno regalati alcuni euro per provare il sistema. Le telefonate fra utenti JaJah è sono gratuite. Val la pena di provarlo.

Vai al sito di jajah

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

LA PIAZZESE GIULIA PIANA E LA SUA PARTECIPAZIONE AD AMICI DI MARIA DE FILIPPI.

3/2/2008 –

La partecipazione di Giulia Piana  alla trasmissione di Amici di Maria De Filippi è sempre più legata allo scontro con l’insegnante di danza classica Alessandra Celentano. Giulia difende il suo diritto a sognare una carriera come ballerina, ritenuta impossibile dalla severa maestra di ballo a causa della conformazione fisica della siciliana.Per la verità non è l’unico scontro all’interno della scuola di Amici . Anche gl’insegnanti di musica Grazia Di Michele e Fabrizio Palma si scontrano con Luca Jurman sulle metodologie ed i risultati raggiunti da ragazzi ed in più di un’occasione sono volate parole grosse che nell’ultima trasmissione sono sfociate in una diffida legale presentata da Jurman contro i suoi colleghi.Maria De Filippi, conduttrice attenta soprattutto ai responsi dell’auditel, sa benissimo che tutto questo alimenta gli ascolti della trasmissione e non si tira indietro se occorre alimentare le polemiche che finiscono sempre per attrarre lo spettatore più delle esibizioni dei ragazzi.Lo scontro tra Giulia e la Celentano nasce da una posizione precisa dell’insegnante che ritiene la danza classica la base necessaria e indispensabile per potere affrontare qualunque altro stile di danza e dal fatto che non riconosce all’alunna alcuna capacità a causa della struttura  fisica.


La posizione integralista dell’insegnante parte dall’idea che la danza classica è l’unica espressione corretta con cui il corpo umano può esprimersi attraverso la danza dimenticando che , come ogni forma d’arte, tecnica ed espressività hanno ugual valore. E’ chiara la differenza di tecnica tra un quadro dipinto da Raffello ed uno dipinto da Picasso , ma egualmente forte risulta essere la forza espressiva. La Celentano considera la danza classica un valore assoluto come se tale capacità espressiva e la relativa tecnica siano nate con l’uomo e facciano parte del suo bagaglio genetico , dimenticando che tale forma d’arte non è altro che  espressione artistica di una parte molto limitata dell’umanità e comunque il risultato di un’elaborazione culturale.


Le radici della danza sono ben diverse e fanno riferimento a riti tribali in cui il corpo segue la musica, in cui non è l’armonia il parametro di riferimento ma l’espressione. La capacità espressiva è parte integrante dell’archetipo della danza e non la tecnica; quella capacità espressiva che Giulia Piana dimostra in ogni occasione e che le permette di trasmettere emozioni e sentimenti.


 


Nicola Lo Iacono


 

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

LE DIMISSIONI DEL SINDACO DI PIAZZA ARMERINA: ANALISI DELLA SITUAZIONE

3/2/2008 –

Le annunciate dimissioni del Sindaco di Piazza Armerina arriveranno lunedì mattina quando attorno al tavolo della Sala delle Luci gli assessori firmeranno l’ultimo atto ufficiale di questa amministrazione per rettificare la volontà del Primo Cittadino.Un atto , quello di Maurizio Prestifilippo, che scaturisce da una decisione sofferta ma necessaria per fare chiarezza sul suo futuro politico e dare un senso al lavoro amministrativo svolto in questi anni per la comunità armerina. Dal punto di vista politico l’adesione a Forza Italia, nata alcuni mesi fa dalla necessità di trovare un partito in grado di appoggiare e proteggere la sua sindacatura,ecessità di trovare un partito in grado di appoggiare e proteggere la sua sindacatura o   potrebbe indurlo a tentare la scalata ad un posto nel parlamento siciliano. Un obiettivo importante, ma rischioso da perseguire, vista l’intricata vicenda politica che contrappone la corrente di Alfano e quella di Miccichè in provincia di Enna e che ha già prodotto vittime illustri nelle elezioni di due anni fa.A rendere tutto più difficile è anche la possibile candidatura del concittadino Carmelo Tumino, deputato regionale uscente , che finirebbe per sottrargli voti proprio a Piazza Armerina. Inoltre all’interno della stessa corrente di Miccichè l’ingresso di Prestifilippo ha finito per suscitare qualche gelosia e questo potrebbe sottrargli ulteriore consenso a livello provinciale.


Le dimissioni potrebbero avere un altro obiettivo legato direttamente alla sua sindacatura. Il recente accordo a livello regionale tra MpA e UDC ha posto seri problemi di sopravvivenza a questa amministrazione. Se oggi dovesse essere riproposta una mozione di sfiducia i consiglieri UDC si troverebbero costretti , con molte probabilità, ad approvarla. Lombardo non ha ancora digerito lo smacco subito a dicembre quando due suoi consiglieri si rifiutarono di votare la mozione di sfiducia presentata e, se riproposta, potrebbe chiedere all’amico Cuffaro la testa del Sindaco di Piazza Armerina quale favore personale. Prestifilippo questi conti deve averli fatti tutti e l’unica alternativa non poteva che essere quella di ritornare alle urne e dare l’opportunità  agl’elettori di valutare il suo operato amministrativo.Le resistenze a questa operazione vengono dal suo entourage politico. Non tutti sono convinti che riproporsi agl’elettori sia una buona idea in un momento in cui non tutti i progetti e gli obiettivi sono stati ancora raggiunti. Altri hanno espresso il loro dissenso all’idea di dover affrontare una campagna elettorale che, dopo la riconferma di dicembre, vedevano prospettarsi per il prossimo anno. Più tempo garantirebbe una maggiore preparazione allo scontro elettorale.


Prestifilippo, che ha annunciato da diversi giorni le sue dimissioni, potrebbe anche decidere, con una mossa a sorpresa, di cedere alla pressioni interne e ritornare sulla sua decisione. Non ci resta che attendere.

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

ISTITUITO TAVOLO TECNICO PER IL MONITORAGGIO DEL LAGO DI PERGUSA


La moria di carpe, che ha interessato in questi giorni il lago Pergusa , si è arrestata. Nei giorni scorsi  sono stati rilevati circa 400 esemplari senza vita.  Gli esperti hanno avvistato alcune carpe superstiti che dominano le acque grazie alla diminuzione del livello di tossicità delle alghe. Intanto dalla Provincia il Presidente Salerno  ha istituito un tavolo tecnico che, in concerto con gli esperti, continuerà a lavorare e a monitorare il lago  per studiare il fenomeno ma soprattutto per evitare complicazioni per il futuro .


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

INFRASTRUTTURE: FINANZIAMENTI PER LA VIABILITA’ SECONDARIA


Aldo Murella, coordinatore provinciale Italia dei Valori  / Di Pietro ha dichiarato di avere ricevuto un’informativa del Ministro alle Infrastrutture relativamente ai finanziamenti per la viabilità secondaria. Tale informativa comprende anche il suggerimento, avanzato a suo tempo dal coordinatore provinciale di Enna, per l’individuazione di un responsabile nel coordinamento e nella vigilanza del piano degli investimenti nei rapporti con il Ministero. Il coordinatore provinciale ha offerto al Presidente della Provincia Cataldo Salerno la propria collaborazione, ove non fosse possibile si limiterà al ruolo di osservatore esterno in completa autonomia.. 


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati

ISTITUITO TAVOLO TECNICO PER IL MONITORAGGIO DEL LAGO DI PERGUSA

3/1/2008 –


La moria di carpe, che ha interessato in questi giorni il lago Pergusa , si è arrestata. Nei giorni scorsi  sono stati rilevati circa 400 esemplari senza vita.  Gli esperti hanno avvistato alcune carpe superstiti che dominano le acque grazie alla diminuzione del livello di tossicità delle alghe. Intanto dalla Provincia il Presidente Salerno  ha istituito un tavolo tecnico che, in concerto con gli esperti, continuerà a lavorare e a monitorare il lago  per studiare il fenomeno ma soprattutto per evitare complicazioni per il futuro .


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui

INFRASTRUTTURE: FINANZIAMENTI PER LA VIABILITA’ SECONDARIA

3/1/2008 –


Aldo Murella, coordinatore provinciale Italia dei Valori  / Di Pietro ha dichiarato di avere ricevuto un’informativa del Ministro alle Infrastrutture relativamente ai finanziamenti per la viabilità secondaria. Tale informativa comprende anche il suggerimento, avanzato a suo tempo dal coordinatore provinciale di Enna, per l’individuazione di un responsabile nel coordinamento e nella vigilanza del piano degli investimenti nei rapporti con il Ministero. Il coordinatore provinciale ha offerto al Presidente della Provincia Cataldo Salerno la propria collaborazione, ove non fosse possibile si limiterà al ruolo di osservatore esterno in completa autonomia.. 


 


Fonte: www.dedalomultimedia.it

L’articolo originale con eventuali allegati lo trovi qui