2 giugno – Festa della Repubblica 2010 e 25 aprile Festa della Liberazione

Iniziative. Si è tenuta presso la Prefettura una riunione preparatoria della ricorrenza, il prossimo 2 giugno, della Festa della Repubblica. Hanno partecipato all’incontro il Questore di Enna, Dr. Salvatore Patanè, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Enna, Ten. Col. Giuseppe Di Martino, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Enna, Col. Giuseppe Pisano, il Dr. Rino Agnello, Sindaco del Comune Capoluogo, il Dr. Fabrizio Tudisco, Assessore Provinciale al Turismo, il Dr. Vincenzo Pirrone  Pres. ANCE – rappresentante della Confidustria, il Dr. Gaetano Dinicolò, Presidente della Confcommercio, il Dr. Santo Livosi, Direttore della Confesercenti, il Dr. Francesco Salamone, Presidente della Confederazione Italiana Agricoltori, il Dr. Pietro Rocca, Direttore della Coldiretti, il Dr. Carmelo de Rose, Presidente  della Confagricoltura e il Geom. Mario Cascio, Presidente della Confartigianato. Il Prefetto Dr.ssa Giuliana Perrotta, nel sottolineare l’importanza della ricorrenza in quanto espressione di valori di unità democratica e coesione sociale ha richiesto  la partecipazione di tutte le istituzioni affinché  la Festa della Repubblica veda il coinvolgimento di tutta la comunità. Nel corso della manifestazione che si terrà nel Comune Capoluogo con la collaborazione anche delle predette associazioni verrà realizzato un articolato programma con inizio nella mattinata del 2 giugno, con lo schieramento dei reparti delle Forze dell’Ordine e delle Associazioni combattentistiche, la lettura del messaggio del Capo dello Stato e la consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana. Saranno consegnate altresì dieci onorificenze al Merito Civile alla memoria degli operai deceduti nel corso della costruzione della diga Ancipa. Nel pomeriggio la manifestazione proseguirà con un concerto eseguito dal Coro della Polizia di Stato e a conclusione dello stesso verrà offerto un buffet alla cittadinanza nonché verranno gestiti, dalla predette Associazioni di categoria, degli stands all’interno dei quali vi sarà una esposizione di prodotti tipici locali con relativa degustazione.
A margine dell’incontro è stato dal Prefetto evidenziato lo stretto collegamento tra la Festa della Repubblica e la ricorrenza del 25 aprile che ricorda la Liberazione del Paese dagli invasori, dalla dittatura e la fine della guerra. E’ stato quindi concordato che a cura della Prefettura, del Comune e della Provincia in occasione della ricorrenza del 65° Anniversario della Liberazione sarà deposta una corona al monumento ai caduti, in ricordo di tutti coloro che si sono sacrificati per la nostra libertà e per l’inizio per l’Italia di un nuovo corso fondato sui principi di democrazia e uguaglianza che sono alla base della Costituzione.

 

Questo articolo è antecedente al 13 marzo 2018. Clicca qui per eventuali allegati